20 Aprile 2017

Dall'oro a Tokyo 2020 alla presidenza del Coni. Gli obiettivi di Bebe Vio

scritto da

“Il mio role mode è una bambina di dieci anni che si chiama Margherita ed è nata senza un braccio. Questo però non le ha impedito di praticare il takwondo e diventare fortissima”. Non ha alcun dubbio Bebe Vio, 20 anni, campionessa paralimpica di fioretto. È a Margherita infatti che pensa nei giorni in cui vede il bicchiere mezzo vuoto e fatica a dire una delle frasi che hanno fatto conoscere a tutti il suo ottimismo: “Perché dire che palle se puoi dire che figo?”. Vedere il lato positivo delle cose che ti capitano, ribaltare le situazioni – anche quelle più negative – a proprio favore, è la grande lezione che le ha...

22 Marzo 2017

Zia, giochiamo a stiliste? Sì, ma in cinese

scritto da

Sarà che la mia personale storia professionale è stata guidata dall'intuizione e dalla fortunata sorte più che che dalla fredda determinazione, ma mi ha sempre molto affascinato il tema della 'vocazione'. Anche se forse sono fin troppo ‘adulta’ per pormi adesso il problema. Che cosa siamo adatti a fare? Occupiamo davvero nel lavoro il ruolo per cui siamo ‘naturalmente’ predisposti? Su quali requisiti dobbiamo far leva? Me lo chiedo spesso e di recente me lo sono chiesto ancora più frequentemente a seguito di due episodi in cui ho avuto modo di interagire su questi temi con i miei nipoti. Ogni tanto li osservo, per provare ad...

27 Febbraio 2017

Sport in Italia: le teenager sono poco sportive e al Sud solo due su dieci fanno attività fisica

scritto da

La differenza di genere c’è ed è ancora rilevante. In Italia solo il 20,8% delle donne pratica sport con continuità e ancora meno,  l’8,3%, fa attività sportiva in maniera saltuaria. Tra gli uomini le quote salgono, rispettivamente, al 29,7% e all’11,1%. Gap che purtroppo tocca la distanza maggiore, 22,9 punti percentuali, tra i giovani tra i 18 e i 19 anni. È quanto emerge dai numeri della pratica sportiva presentati al Salone d’Onore del Coni dal presidente Giovanni Malagò e da Giorgio Alleva, presidente dell'Istituto nazionale di Statistica. I dati complessivi sono comunque positivi visto che la percentuale della...

14 Febbraio 2017

Massimiliano Rosolino: quando diventi papà torni ad essere un bambino dietro al blocchetto di partenza

scritto da

La prima volta non si scorda mai. L’attesa, l’emozione, l’entusiasmo, una grande euforia. La seconda è ancora meglio. La mia prima volta è stata nel 2011, alla nascita di Sofia Nicole. Una paternità fortemente voluta ma forse un po’ sottovalutata, come tanti papà che pensano più agli aspetti divertenti dell’essere padre: i giochi, gli acquisti alla moda o semplicemente avere la possibilità di fare quello che hanno fatto i propri genitori. Solo diciotto mesi dopo, la mia seconda volta, è nata Vittoria Sydney. Lo ammetto: speravo, anzi ero convinto, che sarebbe arrivato un maschietto. Quando ho saputo che sarebbe stata...

09 Febbraio 2017

Studenti e Atleti? La formazione scolastica è un gioco di squadra

scritto da

Nell’anno scolastico che ha visto l’avvio del programma sperimentale previsto dalla legge Buona Scuola a sostegno degli studenti-atleti di alto livello che frequentano le scuole secondarie di II grado, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha presentato i primi dati relativi alla nuova proposta didattica. Al momento sono 415 le studentesse e gli studenti coinvolti, 187 gli istituti distribuiti in 17 regioni con una maggiore concentrazione in Lombardia (23%), Lazio (18%) e Piemonte (11%), 45 le discipline sportive rappresentate suddivise in 37 federazioni: calcio (96 studenti), nuoto (49), atletica leggera...

05 Febbraio 2017

Un secondo. Game. Set. Match.

scritto da

La palla da tennis è una sfera di gomma ricoperta di feltro, di solito giallo. Ha in diametro di poco più di 6,5 centimetri. Quante ne hai colpite nella tua carriera? Non ci hai mai pensato, ma diresti miliardi, non milioni. La palla da tennis pesa meno di 60 grammi. Ma quella che hai in mano sembra di diversi quintali. Nessuna palla che hai mai sollevato è mai stata così pesante, ne sei certo. Peccato che nel tennis non esista il pareggio. Ti viene da pensarlo mentre la palla compie il suo arco stretto sopra la tua testa, e mentre la scagli con tutta la forza che puoi verso la linea centrale di Rafa Nadal. Una divinità del...

28 Gennaio 2017

Sport senza limiti: Matteo fa meta e vince l’integrazione

scritto da

Matteo ha quindici anni, viene da Udine e gioca a rugby. Sabato a Goricizza di Codroipo ha fatto meta. Fin qui nulla di straordinario, se non fosse che Matteo è un ragazzo con qualche disabilità cognitiva e grazie alla Federazione Italiana Rugby ha preso parte ad una gara ufficiale nella categoria Under 14. Matteo per la prima volta ha giocato con i suo compagni con cui si allenava da tempo, ha indossato la maglia numero 158 e si è lanciato nella mischia della sua prima partita e.. ha fatto meta. Emozionatissimo il papà, orgoglioso l’allenatore Riccardo Sironi che ha detto: “Sono più di 20anni che alleno ragazzi, le emozioni...

31 Dicembre 2016

2016: le tre gesta di sport da premiare

scritto da

Il 2016 è stato un anno memorabile per lo sport come risultati agonistici. Ci sarebbe l'imbarazzo della scelta a fare una classifica delle performance migliori. Meno scelta, però, se la classifica è quella delle gesta sportive esemplari di singoli o squadre, simboli dei valori etici e morali dello sport. Già in questa occasione avevo elencato i punti chiave della Carta del Fair Play’: 1. Fare di ogni incontro sportivo, importa poco la posta in palio e la rilevanza dell'avvenimento, un momento privilegiato, una sorta di festa. 2. Conformarmi alle regole ed allo spirito dello sport praticato. 3. Rispettare i miei avversari...

10 Dicembre 2016

Rugby: due squadre in mischia per liberare un'ambulanza dal fango

scritto da

"Nel rugby cede l’agonismo individuale, il virtuosismo del singolo, per lasciare il posto all’ascesa del gruppo nel quale le competitività prima si compongono, poi si fondono, risolutive, secondo schemi prestabiliti, traducendo i contributi e le capacità di tutti nella storia dell’evento. È questa vita di gruppo una caratteristica specifica del rugby; viverla significa tendere verso quella finalità formativa che sta tanto a cuore alle comunità sane, perché questa finalità ha come supporto una genuina educazione alla socialità, scrivono  Giannino Scuderi e Aldo Invernici in Sport e personalità valore educativo dello sport -...

18 Novembre 2016

Mina Papatheodorou–Valyraki a Sport Movies & Tv 2016

scritto da

Donne e sport, un binomio di cui si parla spesso. Per la mancanza di attenzione da parte dei media alle discipline femminili, per la differenza di retribuzioni e cachet e, soprattutto, per il presunto scarso interesse del gentil sesso verso le manifestazioni sportive. Alley Oop ha già sfatato diversi di questi luoghi comuni, soprattutto l’ultimo, e ci piace farlo ancora una volta. Lei si chiama Mina Papatheodorou–Valyraki, è una pittrice e stilista greca ed è famosa per dipingere opere che hanno come tema iconografico lo sport. Per la prima volta in Italia, espone una parte dei suoi lavori in occasione di Sport Movies & Tv 2016 -...