16 Aprile 2018

Calcio femminile: Serie A e B passeranno dalla Lega dilettanti alla Figc

scritto da

    Qualcosa nel calcio femminile sta cambiando. Complici i risultati che sta ottenendo sul campo la nazionale femminile nelle qualificazioni ai Mondiali 2019 di Francia, il calcio versione donna si sta afferamendo via via anche in Italia. E un ruolo fondamentale lo sta giocando naturalmente la Figc. "Lo sviluppo del calcio femminile" è stato, infatti, fra i punti salienti affrontati nell’incontro in Federcalcio la scorsa settimana. Al termine dell'incontro Commissario Straordinario Roberto Fabbricini ha dichiarato: “Vogliamo dare il massimo impulso allo sviluppo del movimento. Il calcio femminile è una disciplina olimpica...

14 Aprile 2018

Il Davide di Michelangelo Zanol: sport più inclusione e si vince il campionato

scritto da

  Stagione sportiva CSI 2014/2015, Michelangelo Zanol è allenatore di calcio dell’ASO Cernusco s/N  2001 Bianco, dopo un anno la squadra si arricchisce di un nuovo membro : Davide un ragazzo del 2000, affetto dalla sindrome di down. Michelangelo insegna a scuola, la sua è una vera vocazione. Davide ama il calcio e vuole giocare con i suoi compagni. Diventano presto grandi amici e Michelangelo, da allenatore illuminato, fa di tutto perché il ragazzo sia inserito attivamente nella squadra. Inizia il campionato, si gioca sul campo A11 e anche se la squadra è di venti giocatori, solo sedici sono convocabili e Davide segue il...

06 Aprile 2018

Donne di sport, quando il linguaggio del corpo racconta chi sei

scritto da

    Atti come sorridere, saltare, aggrottare la fronte, correre, piegarsi, curvarsi e, in generale, cambiare la nostra postura possono avere un impatto fortissimo sull’umore o sui pensieri che ci balenano nella mente. Ce lo dicono gli studi più recenti nell’ambito della psicologia cognitiva che stanno dimostrando come tutto il nostro modo di considerare noi stessi e la vita possa essere modificato da minuscole variazioni che avvengono nel corpo. Del resto, basta fare l’esperimento di curvarsi con le spalle contratte e lo sguardo verso il basso per due minuti: il nostro tono e la nostra vitalità ne risentono...

23 Marzo 2018

“Il mio record frutto di un crimine di Stato”. Ines Geipel, vittima del doping nella Germania Est

scritto da

    Consultando i record sportivi della ex Germania Est, il nome di Ines Geipel (allora Ines Schmidt) non compare da nessuna parte. Eppure nel 1984 fu lei, insieme alle altre staffettiste della SC Motor Jena, a fermare il cronometro a 42,20 secondi sulla 4x100, stabilendo un incredibile record del mondo di società. Oggi accanto a quel risultato si leggono soltanto tre nomi (Bärbel Wöckel, Ingrid Auerswald e Marlies Göhr) e un asterisco. Quell’asterisco è Ines Geipel. Oggi affermata scrittrice, nonché docente presso la Scuola di Arte Drammatica Ernst Busch di Berlino, Geipel è stata un’atleta di punta della DDR:...

20 Marzo 2018

Sofia Goggia: la lezione di una campionessa di dieci anni

scritto da

    “Il sogno della mia carriera agonistica è: vincere le olimpiadi di discesa libera”.   Quando, a poco meno di dieci anni, ti viene richiesto dal tuo allenatore di compilare una scheda di autovalutazione e tu scrivi una frase del genere, gli adulti che ti circondano possono reagire in due modi: farti un buffetto affettuoso, oppure guardare lontano, nel tempo e nello spazio, fino al 2018, fino e Pyeongchang, per vederti salire davvero su quel podio a stringere la tua medaglia. La bambina in questione è in effetti Sofia Goggia, che pochi giorni dopo aver vinto l’oro che sognava da bambina, ha pubblicato in un tweet...

17 Febbraio 2018

Se un genitore manda in ospedale un'arbitra diciassettenne...

scritto da

    Il padre a bordo campo è imbestialito. Quell'ammonizione a suo figlio non ci voleva. "Che incapace quella ragazza che si è improvvisata arbitro e ora mio figlio ne paga le conseguenze!", pensa tra sé. Così, mentre la rabbia inarrestabile cresce, si avvicina a grandi passi verso lo spogliatoio della giovane che ha solo diciassette anni, e sferra un calcio potente alla porta dello spogliatoio che colpisce l'anca della povera ragazza. No, non si tratta di un pessimo romanzo. Tutto questo è accaduto veramente lo scorso week-end alla fine di una partita di calcio del campionato Giovanissimi regionali dell'Umbria tra...

15 Febbraio 2018

Quando riesci a giocare negli States e a vincere il titolo Wnba a 21 anni

scritto da

                  Finisce EuroBasket. Due settimane di torneo che sono state un’altalena incredibile di emozioni: l’infortunio a Chicca, la vittoria con l’Ungheria, la devastante sconfitta con la Lettonia, il premio personale per il miglior quintetto del torneo. Sono tornata in Italia stremata, sconvolta da tutte queste circostanze. Come ho messo il piede in Italia, ho saputo della chiamata delle Minnesota Lynx, una delle squadre più quotate della WNBA, la massima lega di pallacanestro al mondo. Se prima ero frastornata, immaginatevi quanto lo fossi in quel momento: il sogno di una vita,...

15 Novembre 2017

Genitori troppo occupati. Cosa si è disposti a rinunciare per avere più tempo con i propri figli?

scritto da

    Poco tempo passato in famiglia. E quel poco con poca fantasia. Questa l'immagine degli italini fra le mura domestiche che emerge dalla ricerca che David Lloyd Clubs ha commissionato all’istituto One Poll per indagare come trascorriamo il tempo libero in famiglia. Dalla ricerca risulta che, in media, le ore spese in famiglia dagli italiani ogni settimana non superano le 22,5 ore. Forse poche per potersi dedicare ai propri interessi e ai propri affetti. Le ragioni? Quasi la metà degli intervistati (48%) fornisce una risposta forse scontata e prevedibile, ma il tempo libero che scarseggia è in vetta alle risposte e supera...

06 Novembre 2017

LGBT* e Sport: quando i cliché diventano inclusivi

scritto da

    “Dario ma quindi? Ci hai parlato? Guarda che quel tipo è veramente tanta roba!” Potrebbe sembrare la frase detta da un amico il sabato sera in discoteca, invece siamo in palestra, durante la pausa pranzo di un qualsiasi giorno della settimana. Oggetto: un ragazzo da capogiro chiaramente fuori dalla mia portata. A pronunciarla un uomo adulto ed eterosessuale, uno degli stoici partecipanti al mio corso di cross-fit (per i profani un corso per drogati di fitness dove i risultati sono inversamente proporzionali alla sofferenza). Una frase che mi ha fatto riflettere. Partiamo dall’ambiente. Una palestra quindi un...

06 Novembre 2017

Martina Caironi, un'atleta all'Agenzia spaziale europea

scritto da

    «Verso l'infinito... e oltre!»   Era il motto dell'astronauta Buzz Lightyear, protagonista di Toy Story, ma si sposa bene anche con l'ultima avventura di Martina Caironi, campionessa paralimpica bergamasca classe 1989. Martina sarà la prima ambasciatrice dell'iniziativa “Esa grand challenge”, lanciata dall'Agenzia spaziale europea per sostenere l'innovazione e la creazione di nuovi ecosistemi imprenditoriali. Lo scorso 13 ottobre a Parigi Martina Caironi ha partecipato al “Global space economic workshop” dove ha tenuto un discorso per far riflettere sull’importanza dell'investire in tecnologia facendo...