15 Novembre 2017

Genitori troppo occupati. Cosa si è disposti a rinunciare per avere più tempo con i propri figli?

scritto da

    Poco tempo passato in famiglia. E quel poco con poca fantasia. Questa l'immagine degli italini fra le mura domestiche che emerge dalla ricerca che David Lloyd Clubs ha commissionato all’istituto One Poll per indagare come trascorriamo il tempo libero in famiglia. Dalla ricerca risulta che, in media, le ore spese in famiglia dagli italiani ogni settimana non superano le 22,5 ore. Forse poche per potersi dedicare ai propri interessi e ai propri affetti. Le ragioni? Quasi la metà degli intervistati (48%) fornisce una risposta forse scontata e prevedibile, ma il tempo libero che scarseggia è in vetta alle risposte e supera...

06 Novembre 2017

LGBT* e Sport: quando i cliché diventano inclusivi

scritto da

    “Dario ma quindi? Ci hai parlato? Guarda che quel tipo è veramente tanta roba!” Potrebbe sembrare la frase detta da un amico il sabato sera in discoteca, invece siamo in palestra, durante la pausa pranzo di un qualsiasi giorno della settimana. Oggetto: un ragazzo da capogiro chiaramente fuori dalla mia portata. A pronunciarla un uomo adulto ed eterosessuale, uno degli stoici partecipanti al mio corso di cross-fit (per i profani un corso per drogati di fitness dove i risultati sono inversamente proporzionali alla sofferenza). Una frase che mi ha fatto riflettere. Partiamo dall’ambiente. Una palestra quindi un...

06 Novembre 2017

Martina Caironi, un'atleta all'Agenzia spaziale europea

scritto da

    «Verso l'infinito... e oltre!»   Era il motto dell'astronauta Buzz Lightyear, protagonista di Toy Story, ma si sposa bene anche con l'ultima avventura di Martina Caironi, campionessa paralimpica bergamasca classe 1989. Martina sarà la prima ambasciatrice dell'iniziativa “Esa grand challenge”, lanciata dall'Agenzia spaziale europea per sostenere l'innovazione e la creazione di nuovi ecosistemi imprenditoriali. Lo scorso 13 ottobre a Parigi Martina Caironi ha partecipato al “Global space economic workshop” dove ha tenuto un discorso per far riflettere sull’importanza dell'investire in tecnologia facendo...

16 Settembre 2017

Bimbinpista: un morso all'atletica per conoscerne il gusto

scritto da

"3, 2, 1... Via!". Nel silenzio echeggia la voce del giudice dopo lo scoppio di pistola. Un gruppo di bimbi concentratissimi si lancia a perdifiato verso la meta che dista 30 metri. C'è chi ha la manina salda in quella della mamma, chi piange disperato mentre il papà lo incita, e persino chi non ha ben capito in che direzione andare. È iniziato così, sabato 9 settembre nel campo sportivo XXV Aprile di Milano, Bimbinpista: una manifestazione traboccante di facce sorridenti, come possono essere quelle di bambini dai 4 ai 12 anni che hanno potuto cimentarsi (gratuitamente) in alcune discipline dell’atletica. I bambini...

19 Luglio 2017

Rachele Somaschini: “Lo sport è la mia terapia. Nel dubbio, corro”

scritto da

    Ogni sport ha le sue peculiarità. Ogni sport ha odori e rumori che caratterizzano ogni gara. Lo sa bene chi frequenta il mondo delle quattroruote dove, in estate come in inverno, due sono le costanti che rimangono invariate: l’odore di benzina e il caldo. A queste si aggiunge una variabile che ogni pilota conosce bene: il peso, fuor di metafora, del proprio sport. Casco-sottocasco, tuta-sottotuta, guanti, calze, scarpe, cinture, collare. Concentrazione, velocità e rischio ne aumentano inevitabilmente il carico. Ogni pilota affronta la propria gara con una storia personale, correndo con una motivazione ben precisa....

09 Giugno 2017

A Roma si racconta il gesto dell’atleta nell’arte, nel nome di De Coubertin

scritto da

Sport e cultura. Qualcuno vede queste due dimensioni della vita umana come antitetiche, quasi che l’una escludesse l’altra. C’è lo stereotipo dello sportivo tutto muscoli e poco cervello, figurarsi la creatività. E quello dell’artista talmente assorbito dal momento della creazione da dimenticarsi di mangiare, quasi che il fisico non esistesse. E invece, se si guarda indietro, ma non troppo, alla fine dell’Ottocento si incontra il pensiero del barone Pierre de Coubertin, ideatore delle Olimpiadi moderne, secondo cui lo sport è sì una parte importante nella formazione del giovane uomo moderno, ma insieme con le arti. A questa...

11 Maggio 2017

Racchette di Classe: MiniTennis e MiniBadminton per 60mila bambini

scritto da

60mila bambini, circa 500 istituti scolastici coinvolti in tutte le regioni d’Italia. Sono i numeri della terza edizione di “Racchette di Classe”, il progetto promosso dalla Federazione Italiana Tennis, dalla Federazione Italiana Badminton, a cui il prossimo anno si aggiungerà anche la Federazione del Tennistavolo, in collaborazione con il Miur. L’iniziativa, supportata da Kinder + Sport, il progetto di Responsabilità Sociale del Gruppo Ferrero, ha permesso agli alunni della scuola primaria di sperimentare alcuni importanti aspetti formativi del MiniBadminton e del MiniTennis. I finalisti del progetto, 1400 ragazzi con 600...

20 Aprile 2017

Dall'oro a Tokyo 2020 alla presidenza del Coni. Gli obiettivi di Bebe Vio

scritto da

“Il mio role mode è una bambina di dieci anni che si chiama Margherita ed è nata senza un braccio. Questo però non le ha impedito di praticare il takwondo e diventare fortissima”. Non ha alcun dubbio Bebe Vio, 20 anni, campionessa paralimpica di fioretto. È a Margherita infatti che pensa nei giorni in cui vede il bicchiere mezzo vuoto e fatica a dire una delle frasi che hanno fatto conoscere a tutti il suo ottimismo: “Perché dire che palle se puoi dire che figo?”. Vedere il lato positivo delle cose che ti capitano, ribaltare le situazioni – anche quelle più negative – a proprio favore, è la grande lezione che le ha...

22 Marzo 2017

Zia, giochiamo a stiliste? Sì, ma in cinese

scritto da

Sarà che la mia personale storia professionale è stata guidata dall'intuizione e dalla fortunata sorte più che che dalla fredda determinazione, ma mi ha sempre molto affascinato il tema della 'vocazione'. Anche se forse sono fin troppo ‘adulta’ per pormi adesso il problema. Che cosa siamo adatti a fare? Occupiamo davvero nel lavoro il ruolo per cui siamo ‘naturalmente’ predisposti? Su quali requisiti dobbiamo far leva? Me lo chiedo spesso e di recente me lo sono chiesto ancora più frequentemente a seguito di due episodi in cui ho avuto modo di interagire su questi temi con i miei nipoti. Ogni tanto li osservo, per provare ad...

27 Febbraio 2017

Sport in Italia: le teenager sono poco sportive e al Sud solo due su dieci fanno attività fisica

scritto da

La differenza di genere c’è ed è ancora rilevante. In Italia solo il 20,8% delle donne pratica sport con continuità e ancora meno,  l’8,3%, fa attività sportiva in maniera saltuaria. Tra gli uomini le quote salgono, rispettivamente, al 29,7% e all’11,1%. Gap che purtroppo tocca la distanza maggiore, 22,9 punti percentuali, tra i giovani tra i 18 e i 19 anni. È quanto emerge dai numeri della pratica sportiva presentati al Salone d’Onore del Coni dal presidente Giovanni Malagò e da Giorgio Alleva, presidente dell'Istituto nazionale di Statistica. I dati complessivi sono comunque positivi visto che la percentuale della...