17 Marzo 2017

Visione, leadership e strategia. Le carte messe in capo dalle manager premiate da Aldai

scritto da

La presenza di oltre il 50% di uomini tra il pubblico della cerimonia del Premio “Merito e Talento 2017” - l’iniziativa lanciata cinque anni da Paola Poli, coordinatrice del Gruppo Minerva di Aldai-Federmanager - che si è svolta ieri sera (15 marzo) a Palazzo Marino, è un buon segno. Non è stato così nelle edizioni precedenti, frequentate soprattutto da donne interessate ad ascoltare e condividere un riconoscimento importante, l’unico dedicato esclusivamente alle manager del settore industria in Lombardia, che si sono distinte nella loro carriera. E’ bene ricordare che quando si parla di Aldai ci stiamo riferendo alla...

15 Febbraio 2017

Quale Paese stanno progettando le donne? Le voci di chi è in prima linea, a modo suo

scritto da

I cambiamenti camminano sulle gambe di ciascuno di noi. Sono le persone che quotidianamente si impegnano per una società diversa, che fanno la differenza. E di donne che sono arrivate in posizioni apicali e fanno la loro parte, ce ne sono molte. Abbiamo voluto raccogliere qui i loro pensieri per il futuro, in occasione dle compleanno di Alley Oop. Paola Bonomo, consigliere indipendente di AXA Assicurazioni e Piquadro  Vorrei che le donne in Italia cominciassero ad allevare le figlie e i figli in piena parità, e a costruire fiducia in sé stesse nelle bambine e rispetto per gli altri nei bambini. E vorrei che pretendessero lo...

30 Gennaio 2017

Italia ai vertici europei per donne nei cda. Ma cosa accadrà allo scadere della legge sulle quote?

scritto da

Dal 7 al 30% in cinque anni. Un’accelerazione che non sarebbe stata affatto pensabile senza la legge Golfo-Mosca, che nel 2012 ha introdotto le quote di genere nella composizione dei cda delle società quotate e partecipate pubbliche. Una legge che ha proiettato l’Italia fra le best practice europee accanto a Finlandia, Francia e Svezia (la Norvegia viaggia attorno al 40%, quota prevista per legge). L’obiettivo della legge italiana, quindi, è stato praticamente raggiunto e sarà consolidato dal prossimo triennio di rinnovi. Ben inferiore è stato, invece, l’effetto avuto sulla scelta dei vertici aziendali: se da una parte il...

29 Febbraio 2016

Sandra Mori (Coca Cola): "Investiamo sui giovani per dare un'opportunità all'Italia"

scritto da

“La visione sul futuro a breve dell’Europa non è positiva. E’ un continente che invecchia e dal punto di vista di una multinazionale come la nostra questo è un fattore negativo determinante perché ha un impatto su politica, economia, innovazione”. Sandra Mori, italiana anzi toscana, ha sempre lavorato in aziende americane, oggi è general counsel Europe Coca Cola Company e guarda all’Europa con una visuale da Oltreoceano. Schietta, diretta e colorita, Mori non usa parafrasi: “Nell’Est Europa è diverso. Lì i vertici delle aziende e i leader politici sono giovani, perché è venuta a mancare una generazione a causa delle...