15 Marzo 2018

Donne e quote, Marcegaglia promuove la legge Golfo-Mosca: "Si vada avanti"

scritto da

    «A livello internazionale è cambiata la narrativa sull’empowerment femminile. Prima se ne parlava soltanto in una logica di equità, di donne donne vittime. Oggi si parla di uguaglianza tra uomini e donne come miglior modo per scoprire talenti e aumentare la capacità di crescita e di progresso: è un boost fortissimo alla capacità di crescita». Nel giorno del Graduation Day delle studentesse e degli studenti della School of Goverment diretta da Sergio Fabbrini, la presidente della Luiss Emma Marcegaglia - prima e unica donna ad aver ricoperto la carica di presidente di Confindustria dal 2008 al 2012, che dal 2014 ha...

22 Febbraio 2018

Diversity: tante parole e pochi fatti. Solo il 14% delle aziende la incentiva davvero

scritto da

    Solo il 40% delle aziende ritiene che la diversity sia importante per il successo del proprio business. E, tra queste, solo un ancor più basso 14% sta prendendo provvedimenti concreti per migliorare la diversità ai livelli apicali. Sono i principali risultati del report realizzato da Grant Thornton dal titolo “Diversity snapshot: ethnicity, age and gender”, uno studio che punta a mettere a fuoco il grado di diversity di circa 2.500 aziende (tra cui 50 italiane) distribuite in 35 Paesi nel mondo secondo tre criteri: la diversity riferita all’età, quella relativa alla composizione etnica dei team e quella legata al...

14 Novembre 2017

Diva Moriani: "La legge Golfo-Mosca andrebbe reiterata"

scritto da

    "Il pericolo di tornare indietro c'è, a mio avviso. Per questo sono a favore della proposta di reiterare la legge sulle quote di genere nei consigli di amministrazione delle società quotate e partecipate pubbliche". Diva Moriani, vicepresidente esecutivo IntekGroup, vicepresidente di KME AG, membro del consiglio di sorveglianza di KME Germany Gmbh e membro dei board di ENI, Assicurazioni Generali e Moncler (oltre che dei cda Dynamo Academy, Fondazione Dynamo e Associazione Dynamo Camp onlus), non ha dubbi sulla necessità di prolungare la legge 120/2011, che prevede al secondo e terzo rinnovo dei board dall'entrata in...

10 Maggio 2017

Un premio riservato a nere, arabe e indiane? Ecco perché va bene così

scritto da

Lo scorso fine settimana a Cardiff si è svolta l'edizione 2017 dell'Ethnic Minority Welsh Women Association awards: in Galles esiste un premio alla carriera della donne, purché siano nere, arabe, indiane. Insomma purché siano parte di una minoranza etnica. Il riconoscimento va a persone che si sono distinte nella politica, nell'imprenditoria, nelle scienze, nella cultura e nella società. Una specie di Nobel in piccolo, riservato esclusivamente a categorie svantaggiate (le minoranze etniche) all'interno di una categoria svantaggiata (quella delle donne). Insomma, un ghetto al quadrato. Il punto è: è proprio così? Dare un...

13 Aprile 2017

Da ASLAWomen il primo Codice delle pari opportunità a portata di tutti

scritto da

  Volete sapere le ultime novità con tanto di testo aggiornato delle norme, raccolta giurisprudenziale e commento chiaro e comprensibile sulla legge delle unioni civili e le convivenze di fatto? Oppure siete interessati a capire quali sono le misure di legge contro la violenza nelle relazioni familiari? O, ancora, come funzionano le quote di genere nelle società a capitale pubblico? Da pochi giorni è possibile grazie al lavoro realizzato dalle avvocate di ASLAWomen, la sezione femminile di ASLA, l’associazione che raccoglie i principali studi legali associati d’Italia, che hanno messo a punto il “Codice delle pari...

26 Settembre 2016

Who is Who dei Cda italiani. La mappa del potere (di genere)

scritto da

La panoramica elaborata da Il Sole 24 Ore sulla presenza delle donne nei consigli di amministrazione delle società quotate, a quattro anni dall’efficacia della legge Golfo-Mosca sulle quote di genere, mostra come l’obiettivo sia stato centrato. O meglio, le disposizioni normative sono state applicate alla virgola. Il che ha permesso di rendere certamente più bilanciato rispetto al passato il rapporto tra uomini e donne nei board aziendali. Attualmente il 29,75% dei membri dei cda è donna, secondo i dati elaborati dall'AMF (Analisi Mercati Finanziari) supporto della prima tesi ci sarebbero le percentuali riguardanti i capi...

26 Febbraio 2016

Alessia Mosca: l'Europa si muova perché la parità di genere non sia più una "questione"

scritto da

"Questo è un momento molto complicato a livello comunitario e quindi tutta una serie di crisi si stanno mettendo insieme al punto da rendere l'attività legislativa molto complicata per una serie di ombre che si allungano sull'Europa". Alessia Mosca, europarlamentare del Pd, parla con l'abituale energia e passione dei progetti che sta portando avanti in Europa, ma non nasconde le preoccupazioni per un contesto in evoluzione che vede spinte diverse che agitano l'Europa dalla Brexit alla risoluzione della vicenda profughi. Mosca, classe 1975, è stata eletta nel 2008 e nel 2013 confermata al Parlamento italiano, dal maggio del 2014 è...

17 Febbraio 2016

Lella Golfo: non toccate la legge sulle quote di genere nei cda

scritto da

«E' una legge epocale che ci avvicina all'Europa». Era il giugno 2011 quando Lella Golfo, allora parlamentere nelle fila del Pdl, salutò l'approvazione della legge sull'introduzione delle quote di genere nei consigli di amministrazione delle società quotate e delle controllate pubbliche. La legge 120/2011, di cui era prima firmataria, portò con un balzo l'Italia ad essere fra i paesi più virtuosi in Europa sul tema della parità di genere ai vertici delle società. La nuova norma, che a distanza di oltre tre anni dall'entrata in vigore, non sembra poi essere così scontata, però. L'arco temporale previsto è di tre rinnovi di...