09 Marzo 2018

Alle istituzioni e a tutti voi chiediamo di non lasciarci soli: la storia di Raffaella

scritto da

    L’abbandono può avere mille forme, ma lascia un segno indelebile, che non tutti hanno la forza di superare, soprattutto se non trovano qualcuno capace di sostenerli sulla loro strada. Potremmo usare mille parole per descrive il senso di smarrimento, la tristezza, la rabbia e la voglia di riscatto che si celano dietro queste storie, ma è difficile trovare le parole giuste, che arrivino dritto al cuore della questione. Le parole di Raffaella sono proprio così, incisive, dirette, vere, ci aiutano a sentire quel “senso dell’abbandono”, e noi la ringraziamo per avere risposto alle nostre domande e averci permesso di...