21 Aprile 2017

La Commissione Adozioni Internazionali punta su Laura Laera per la svolta

scritto da

Una nomina che riaccende la speranza di genitori adottivi, associazioni ed enti che si occupano di adozioni. La speranza che la nomina alla vicepresidenza della Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI) di Laurea Laera, magistrato e presidente del Tribunale dei Minori di Firenze, riporti l'ente a una gestione efficace e utile, che lasci alle spalle gli ultimi anni di difficoltà, polemiche e disservizi che hanno reso ancor più difficile il già complesso cammino verso l'adozione internazionale. Poche scarne righe all’interno di un comunicato del Consiglio Superiore della Magistratura di due giorni fa hanno avallato le...

17 Febbraio 2017

Con gli occhi e il cuore di un giudice minorile: guardare il mondo dalla parte dei bambini per proteggerli

scritto da

Essere giudice minorile e svolgere le relative funzioni in materia di adozione e di affidamento significa confrontarsi tutti i giorni con un ruolo che sa di divino, con l’esercizio del potere di sciogliere legami naturali, sia pure quando perniciosi, e di farne nascere altri, stretti e forti come sono di solito quelli familiari. Un ruolo difficile e delicato, che si può sostenere se si ha la piena coscienza del fine, che è fondamentalmente quello di assicurare ai bimbi, piccoli e grandi, relazioni durevoli e soddisfacenti. Un fine che invita al fare, all’azione, in favore di quei minori le cui vite transitano dal Tribunale per i...

30 Dicembre 2016

E anche quest'anno è finito: cosa rimane in sospeso per le adozioni

scritto da

Il 2016 volge al termine e, come ogni conclusione, richiede una serie di doverose riflessioni. Per quanto riguarda le adozioni internazionali, in barba a tutte le difficoltà, il nostro rimane fortunatamente un Paese accogliente: siamo secondi solo agli Stati Uniti nel mondo come numero di bambini adottati. Ma a fronte dell’impegno e della fatica quotidiana delle coppie e delle famiglie, troppe le questioni ancora aperte in conclusione d’anno e che aspettano una soluzione politica urgente. La situazione della Commissione per le Adozioni Internazionali La nomina della ministra Boschi a presidente della Commissione per le Adozioni...

23 Dicembre 2016

Scuole chiuse, chi si occupa dei bambini? C'è chi ha trovato una soluzione

scritto da

Oggi le scuole sono chiuse e gli uffici sono aperti. I bambini allora cosa fanno, con chi stanno? In Italia questo problema si verifica spesso, ma sembra non essere un fatto rilevante: visto che mamme e papà lavorano, ci si arrangia come si può. I fortunati come me, che lavoro a Piano C, hanno a disposizione un cobaby che chiude solo se è vacanza per tutti. Altri organizzano baby sitting di gruppo o hanno la buona sorte di avere nonni disponibili a portata di mano. Diamo tutti per scontato che sia normale così: le scuole chiudono anche se non è festa e noi dobbiamo arrangiarci. Poi succede che a capo di un grande ospedale...

26 Novembre 2016

L'emendamento che riduce l'ingiustizia fiscale per i figli rimasti orfani

scritto da

Domenica sarà un giorno importante per i bambini italiani rimasti orfani di un genitore (300mila, secondo le stime). Un emendamento alla legge finaziaria, dopo due anni di tentativi falliti – se tutto andrà come previsto e come trapela dalle commissioni che ci stanno lavorando -  darà una prima risposta alla situazione vissuta nelle famiglie che hanno subito la perdita di un genitore. E’ il frutto della battaglia di donne, madri, che hanno vissuto la stessa perdita, e che risiedono in diverse regioni d’Italia. Tutte hanno subito la stessa situazione paradossale con il fisco, tutte hanno cercato informazioni e precedenti in...

03 Novembre 2016

La guerra del panino, atto II. Parla l'avvocato Vecchione: "E' un fenomeno sociale, lontano dall'individualismo"

scritto da

La guerra del panino. Puntata numero due. Parla Giorgio Vecchione, l’avvocato che ha sostenuto il ricorso delle famiglie di Torino a favore del “panino libero” a scuola. Il tema ha destato interesse e dibattito. Nella discussione in rete dopo la pubblicazione del primo post, alcuni genitori si sono risentiti e hanno rivendicato il fatto che la battaglia sulla mensa a Torino è iniziata con l’obiettivo generale di  avere una più equa distribuzione dei costi (caromensa). Non avendo ottenuto risultati si è scelta una strada nuova, che ha scommesso sul riconoscimento di un diritto individuale. La scelta, avvocato,  è stata...

19 Ottobre 2016

Quei papà che scelgono di fare i casalinghi

scritto da

Avevano cominciato i francesi negli anni ottanta con il film tre uomini e una culla, godibile commedia che racconta della metamorfosi di tre scapoli impenitenti in amorevoli genitori di una piccola bambina. In quegli stessi anni negli Stati Uniti i padri a casa per prendersi cura dei figli erano oltre un milione. Oggi, secondo Pew Research Center, sono almeno raddoppiati. Le famiglie dad-at-home sarebbero il 4% delle famiglie americane, stando al Journal of Marriage and Family. Numeri ancora contenuti, ma che probabilmente pesano più di quanto non sarebbe lecito aspettarsi. Non più tardi di otto mesi fa, infatti, la Lego aveva...

05 Ottobre 2016

I genitori sanno comprendere l'adolescenza?

scritto da

A diciotto anni, quando gli anni novanta ancora aspettavano il primo album dei Radiohead, l'adolescenza passava come una grattugia. Qualcuno aveva esagerato, poi uno era morto, un'altra aveva subito violenza, e ancora tante altre cose che non dirò e che sono sepolte e che devono rimanere tali. Molto prima, a diciotto anni, Giorgio Vizzardelli, classe 1922, è stato l'ergastolano più giovane della storia d'Italia. Ossessionato dalla figura di Al Capone, a quindici anni tentava l'emulazione del mito cominciando a distillare liquori di nascosto nella cantina di casa. Due anni dopo viene arrestato per aver ucciso cinque uomini in poco...

07 Settembre 2016

La scuola che ci meritiamo

scritto da

In questi giorni, in tutta Italia, stanno riaprendo le scuole e, a conti fatti, è una grande felicità per tutti. Per i genitori che finalmente saranno sgravati dall'impegno di organizzare le giornate e le settimane dei figli, fra campus pubblici e privati, nonni e oratori cattolici. Insomma, fine dello stato di emergenza stagionale che affligge, e non poco, i genitori che lavorano. I bambini, o ragazzi, prendono di buon grado il ritorno alla normalità, con l'eccitata sicurezza che tutto è lì ad aspettarli: compagni di scuola e amici, maestre e professori, amati o odiati, ma parte di un mondo che è il loro, fuori da casa, oltre...

08 Aprile 2016

Congo: nessun bambino è ancora arrivato in Italia. L'angoscia dell'attesa

scritto da

Di tutto il periodo dell’attesa per adottare le mie figlie, la parte più difficile è stata, senza ombra di dubbio, l’ultimo periodo. Quello trascorso, nel nostro caso, tra il primo viaggio in Etiopia per conoscere le bambine e presentarci davanti al giudice etiope per la sentenza di adozione e quello in cui siamo finalmente tornati a prenderle per portarle in Italia, una volta pronti tutti i documenti. Solo tre mesi, in fondo, ma che ci sono davvero sembrati i più lunghi di tutto il periodo. Non vedevamo letteralmente l’ora di partire per andarle a prendere e iniziare la nostra vita di famiglia. Ogni giorno pesava come un...