16 Giugno 2017

Da fashion designer a gallerista e talent scout. Conversazione con Rossana Orlandi

scritto da

Rossana Orlandi - foto Giovanni Gastel[/caption] “Happiness is up to you” dice Rossana Orlandi, gallerista e talent scout milanese. E forse, ascoltando la sua storia, si comprendono anche le sue scelte di vita. Dopo 30 anni nel mondo della moda, nel 2002 la decisione di abbandonarlo per aprire una galleria di arte e design, che ad aprile durante il Salone del Mobile – e non solo – diventa un vero hot spot. “Sono nata a Cassano Magnano, in provincia di Varese, un piccolo paese immerso nella natura. Crescere in campagna è stato fantastico. I miei genitori avevano una filatura; erano molto severi e io non potevo entrarci....

07 Giugno 2017

Women Who Design: come trovare su Twitter la designer che fa per te

scritto da

Siete alla ricerca di creative con cui collaborare per un progetto? O semplicemente avete voglia di seguire su Twitter la conversazione al femminile in ambito design? Ora tutto è più semplice grazie al sito “Women Who Design”, un database di profili Twitter di “inspiring women” che vale la pena seguire. L’idea è di Jules Forrest, product designer e developer di San Francisco con all’attivo collaborazioni in aziende tech del calibro di Sequoia, Medium e Chain. “Ho avuto l’idea di progettare Women Who Design dopo aver partecipato a un thread su Twitter (lanciato dalla Design Lead di Shopify, Helen Tran –ndr) che...

28 Maggio 2017

Da Armani a Missoni, le storie dei 100 anni de La Rinascente raccontate in due mostre

scritto da

I grandi magazzini milanesi La Rinascente compiono 100 anni e quale occasione migliore per ripercorrerne la storia, gli eventi e le innovazioni che l'hanno resa celebre in tutto il mondo? Non una, ma ben due mostre complementari l'una all'altra: la prima a Milano a Palazzo Reale, a pochi metri da La Rinascente del Duomo, la seconda a Chiasso, poco oltre il confine svizzero, al Max Museo (capiremo in seguito il perché). Due mostre che insieme riescono a dare un quadro completo e complesso di quello che è stata La Rinascente, a cominciare dal nome. Prima di chiamarsi così infatti i grandi magazzini – i primi in Italia – si...

28 Aprile 2017

"Curare" il design, dall'Italia nel mondo. Conversazione con Maria Cristina Didero

scritto da

The Holy Week of Design. Per Maria Cristina Didero, 45 anni, curatrice di design indipendente e giornalista freelance, la settimana del Salone del Mobile Milanese è senza dubbio l’evento dell’anno da non perdere per chi è appassionato di design. Come lei, che lo respira ogni giorno. Anche se non è esattamente da lì che è partita. “Nonostante l’interesse per il design, ho una formazione umanistica. Mi sono laureata a Bologna, alla facoltà di Lettere e Filosofia con una tesi sulla storia dell'Unione sovietica. La mia passione per la Russia nasce dal fatto che da piccola il mio sogno era quello di ballare al teatro Bolshoi,...

07 Aprile 2017

Giro Giro Tondo: il Triennale Design Museum 10 è dedicato al "design for children"

scritto da

"Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano"  —Antoine de Saint-Exupéry Probabilmente è stato proprio questo uno degli spunti per la decima edizione del Triennale Design Museum a Milano, l'allestimento tematico che ormai da dieci anni cerca di rispondere alla domanda "Che Cosa è il Design Italiano?" offrendo punti di vista e percorsi inediti sulla tematica. Dopo il successo della nona edizione riservata alle donne dal titolo "Women in Italian Design", la direttrice del Triennale Design Museum Silvana Annichiarico dichiara che con la mostra del 2016 "siamo riusciti a scardinare un punto di...

24 Marzo 2017

Catturare su pellicola l'essenza del design italiano. Conversazione con Marirosa Toscani Ballo

scritto da

“Sono nata nel 1931 a Milano e ho frequentato il liceo artistico a Brera, in tempo di guerra. Mi piaceva moltissimo disegnare, ho sempre avuto questa passione” racconta Marirosa Toscani Ballo, classe 1931, figlia d’arte del fotografo Fedele Toscani, reporter al Corriere della Sera. “In casa nostra si è sempre parlato di fotografia. Iposolfito era la parola d’ordine e anche noi –mamma, papà, la sorella Brunella e il fratello Oliviero (Toscani)– in fondo sapevamo di iposolfito”, il liquido che si usa in camera oscura per fissare le immagini. “Ad un certo punto, mentre papà seguiva il Giro d'Italia sulle Alpi...

03 Marzo 2017

Cambio di rotta dal design alla regia. Conversazione con Francesca Molteni

scritto da

“Convincila a fare architettura! Perché lei vuole fare filosofia...”. Se il tuo cognome è Molteni, il tuo destino un po’ dovrebbe essere segnato. Francesca, 43 anni, è nipote di Angelo Molteni, imprenditore del mobile che nel 1934 apre a Giussano, in Brianza, la sua bottega di falegnameria, ora diventata una delle aziende più conosciute nel panorama del design italiano. “L’azienda, a 20 passi da casa, è stata parte integrante della mia infanzia e adolescenza. Il ricordo della segatura, dell’odore della vernice, del nonno con cui ogni anno si andava insieme al Salone del Mobile”. Un nonno che ha contribuito a...

17 Febbraio 2017

Alla ricerca delle mie radici nello studio di nonno Franco. Conversazione con Paola Albini

scritto da

Paola Albini nello studio del nonno (foto di Ilaria Defilippo)[/caption] “Non sono architetto, l’unica della famiglia Albini ad aver scelto una strada diversa” racconta Paola Albini, nipote del celebre architetto e designer Franco Albini (1905-1977) e ora vicepresidente della Fondazione dedicata al nonno in Via Telesio a Milano, proprio negli spazi in cui lui stesso ha lavorato e in cui ora risiede lo studio del papà di Paola, l’architetto Marco Albini. “Avevo 5 anni quando lui è mancato. Ho un ricordo chiaro dei suoi occhi, di una dolcezza profonda”. Paola è cresciuta circondata dagli oggetti del nonno designer, ma...

23 Dicembre 2016

Zurigo-Milano andata e ritorno, passando per la Rinascente. Conversazione con Lora Lamm

scritto da

Mollare tutto per inseguire il lavoro dei sogni. Oggigiorno capita, ma se pensiamo alla Svizzera degli anni ’50 probabilmente non era così scontato. Nonostante tutto questa è stata la decisione di Lora Lamm, classe 1928 e di professione grafica, che dopo un anno di lavoro in uno studio di Zurigo “a disegnare nuvolette di dentrificio per Colgate” nel secondo dopoguerra lascia la città natale di Arosa nel cantone dei Grigioni per trasferirsi a Milano. È il 1953. Grazie alla reputazione della scuola svizzera, Lora entra nello Studio Boggeri a disegnare opuscoli per l’industria chimica: “In due mesi ho capito che non era...

02 Dicembre 2016

Una vita tappezzata di colori. Conversazione con Paola Jannelli, la signora delle carte da parati

scritto da

“Ho sempre avuto la camera tappezzata. La camera dei bambini in fondo si presta di più” racconta Paola Jannelli, creative director di Jannelli & Volpi, nota azienda di carte da parati con sede a Milano, una tradizione familiare che va avanti dal 1961. E non potevamo aspettarci niente di diverso, in fondo. “Penso di essere nata dentro un utero a fiori. La mia vita è sempre girata intorno al concetto di decoro. Per me è stato complicato capirlo, l’ho studiato per cercare di farlo mio e per comprendere la sua autenticità”. Paola, 54 anni, cresce insieme ai due fratelli maggiori Lidia e Mauro nell’azienda di famiglia, fra...