16 Agosto 2018

Una politica fatta a suon di tweet e like non serve a nessuno

scritto da

    Nel paese dove è nata mia madre, il sindaco di oggi aveva un nonno comunista e una nonna democristiana. Lei andava a messa la domenica, lui comprava L'Unità. Lei, quando puliva in casa e doveva spostare il giornale, usava uno straccio per non toccarlo, lui non capiva perché avesse la convinzione che sarebbe finita all'inferno se lo avesse fatto. Il nipote, a distanza di decenni, è stato rieletto al secondo mandato con una lista civica. Nei paesi italiani lo scontro duro in politica c'è sempre stato e non certo con i toni da Don Camillo e Peppone. C'erano familiari che non si salutavano per mesi dopo le elezioni, voti...

10 Agosto 2018

Gay Pride di Berlino: Daimler, Siemens, BMW & Co sfilano contro le discriminazioni

scritto da

      Daimler, Vodafone, Bayer, Siemens, BMW: queste sono solo alcune delle aziende che lo scorso 28 luglio a Berlino sono scese in campo per schierarsi in un’importante battaglia civile, quella per i diritti LGBTI e contro le discriminazioni sul posto di lavoro. L’occasione era la parata del Christopher Street Day (CSD), in altre parole il Gay Pride cittadino, nonché uno dei più grandi eventi CSD in Europa. Utilizzato esclusivamente nei Paesi tedescofoni per indicare le manifestazioni che celebrano l’orgoglio gay e rivendicano i diritti LGBTI, la denominazione Christopher Street Day si rifà alla storica rivolta...

27 Luglio 2018

L’arte e la rivoluzione di Oksana, addio alla Femen fondatrice

scritto da

      Un paio di jeans, una coroncina di fiori in testa e nient’altro. È così che andava in guerra Oksana Shachko, anche quando doveva affrontare chi di divise e armamenti se ne intendeva molto di più. In alcune foto il suo corpo magro e minuto, seminudo, è strattonato, immobilizzato, trascinato da braccia forti, spesso maschili, che esercitano un potere conferito dall’alto, dalla legge. Ma il suo corpo non fa mai tenerezza: è come se possedesse una forza non misurabile quantitativamente, non contrapponibile a quella militare, eppure uguale e contraria. In un sostrato non fisico. Lì dove prendono forma i principi,...

26 Luglio 2018

L'Italia vista sotto il velo di Takoua Ben Mohamed

scritto da

        A 27 anni si possono avere le idee così chiare da leggere al contrario la storia di un Paese e di una famiglia esiliata per la sua lotta politica? Se ti chiami Takoua Ben Mohamed sì. Nata in Tunisia e cittadina di Roma da quando era solo una bambina, Takoua ha partecipato di recente alla quarta edizione dell’Elba Book Festival, una manifestazione dedicata alla promozione della lettura e dell’editoria indipendente che si è svolta dal 17 al 20 luglio a Rio nell’Elba. All’evento è intervenuta come graphic novelist e anche come “attivista” visto che, attraverso l’arte Takoua cerca di raccontare il...

21 Luglio 2018

La cantante Noa accanto a Emergency per un ospedale in Afghanistan

scritto da

  Due occhi neri profondi, un sorriso di una dolcezza disarmante, così Noa si presenta alla conferenza stampa indetta prima del suo concerto a Villa Arconati e organizzata dall’Assessorato alla Cultura e Pace del Comune di Bollate. “La bellezza salverà il mondo come scrisse Fedor Dostojevskij e penso che sia vero” esordisce la cantante israeliana in Italia per una serie di concerti. La bellezza è il tema cardine dell’evento e viene declinata in tutte le sue forme dalle protagoniste della conferenza stampa. Come infatti racconta Noa: “la musica è bellezza, da sola però  non può cambiare il mondo. Ma può farlo...

18 Luglio 2018

Social media? Preferisco scendere in strada e marciare

scritto da

«Personalmente, preferisco scendere in strada e marciare». Me lo ha scritto Lola Larra, autrice - insieme al disegnatore Vicente Reinamontes - di “A Sud dell’Alameda. Diario di un’occupazione», Edicola Ediciones. È ispirato alla storia delle rivolte studentesche del 2006 e del 2011 in Cile, il Paese in cui vive. Sono giorni, che questa frase di Lola mi frulla in testa. Di fronte all’ennesimo morto in mare, in quella Scilla e Cariddi che è diventato il Mar Mediterraneo tra la Libia e la Sicilia. Di fronte all’ennesima frase disumana di chi è al governo ma non sa governare secondo il principio di umanità. Ho...

12 Luglio 2018

La Mappa dell'intolleranza: l'hate speech colpisce soprattutto donne e stranieri

scritto da

    Stranieri, islamici, ebrei e donne. Sono queste le categorie contro cui si rivolgono i tweet più violenti della rete. A dirlo è la nuova versione della Mappa dell'Intolleranza, un progetto ideato da Vox – Osservatorio Italiano sui diritti, in collaborazione con l’università Statale di Milano, l’università di Bari, La Sapienza di Roma e il dipartimento di sociologia dell’università Cattolica di Milano, che misura l’odio online e quindi il cosiddetto hate speech. Un termine che viene usato per indicare i commenti sui social network (in questo caso Twitter) che esprimono odio e intolleranza verso una persona o...

04 Luglio 2018

Da Londra a Dubai, ecco i dieci migliori posti dove lavorare all’estero

scritto da

Dimmi quale città scegli e ti dirò chi sei. E nonostante tiri ormai una brutta aria di Brexit, non c’è gara nel mondo: Londra resta la metà preferita di chi decide di andare a lavorare all’estero. L’(ennesima) conferma arriva dall’ultima indagine condotta dagli esperti di Boston Consulting Group, società di consulenza (peraltro americana, quindi in questo caso non di parte). A un campione di oltre 360mila lavoratori è stato chiesto quale fosse il miglior posto al mondo per sviluppare il proprio talento. Uno su cinque non ha avuto dubbi: gli anni passano, ma Swinging London resta IL posto. Seconda classificata, con il...

02 Luglio 2018

Perché la separazione dei bambini dai genitori è davvero grave? Da Bowlby ai pianti dei bimbi migranti in Texas

scritto da

Foto di gabbie, audio di bambini in lacrime che chiamavano la loro mamma o il loro papà. La vicenda dei minori separati dai loro genitori al confine del Texas ha colpito molto le coscienze, in tutto il mondo. Voci e immagini strazianti, inaccettabili, che hanno portato a una rivolta nell'opinione pubblica globale, talmente forte da contribuire in maniera decisiva alla svolta dell'amministrazione Trump sulla scelta di dividere i genitori che tentavano di entrare illegalmente negli Stati Uniti dai loro figli minorenni. Sono stati circa 2.500 i bambini coinvolti, da inizio maggio a metà giugno. Ora, gradualmente, le famiglie potranno...

30 Giugno 2018

Dai ragazzi di Stonewall del '69 al pride di oggi a Milano

scritto da

    Poi ti accorgi, ad un certo punto della giornata, che è il 28 giugno, e che è il 49esimo anniversario della “notte” dello Stonewall. La notte in cui - stanchi di subire le incursioni immotivate e violente della polizia all’interno del loro locale (lo Stonewall Inn di New York) - i ragazzi  di quel lontano 1969, si ribellarono all’ennesima retata, dando vita al movimento di rivendicazione LGBT in tutto il mondo. Guardi una foto trovata su Google. Ci sono alcuni dei ragazzi di quella notte. Li vedi in posa, senza nome, per l’obiettivo di Fred Mc Darrah. Dietro c’è l’insegna del locale. Li guardi, e pensi...