19 Febbraio 2017

La nascita della felicità. Racconto inedito di Vittoria Baruffaldi

scritto da

Russell confessò di non essere nato felice. Fu un bambino, e un adolescente, infelice, tanto da pensare più volte al suicidio. Poi, crescendo, scoprì qual era il segreto per conquistare la felicità: distogliere l'attenzione da sé (sui miei peccati, le mie follie, le mie manchevolezze) e concentrarsi sul mondo esterno. Mia figlia è nata felice. È nata in una mattina di fine estate piena di luce, una luce dolce come il succo di una nespola stretta in un pugno. Quella mattina di fine estate la mia pancia era leggera, senza paura. Mi sono spazzolata i capelli e li ho attorcigliati sulla sommità del capo simili a un nido, ho...

17 Febbraio 2017

Fabia Timaco: Dalla Venere di Milo ho imparato che...

scritto da

  "She is perfect but imperfect, beautiful but broken". L'articolo di un paio di anni fa, sul The Guardian, raccontava il mistero della Venere di Milo. La sua ambivalenza tra mondo classico e mondo moderno, la considerazione ottenuta da molti artisti, l'essere una giovane donna da ammirare, a cui tendere per ispirarsi. E come ancora dopo secoli, sia rimasta un'idea di bellezza, di cui tuttavia, non consideriamo la mancanza di due braccia (e ce ne interessa anche poco). Il perché di questo fatto mi appare evidente, da non poter non rifletterci, rivalutando il tutto nelle azioni quotidiane. Oggi le diventano appariscenti e tangibili....

16 Febbraio 2017

Migranti: piccole considerazioni da chi...li aiuta "a casa loro"

scritto da

In questi ultimi anni, parallelamente all’aumento dei migranti provenienti da aree di instabilità economica e politica, il dibattito pubblico italiano ha visto emergere uno slogan apparentemente incontestabile: “aiutiamoli a casa loro”. Sulle prime, devo ammettere, la reazione a questo richiamo è stata di un certo fastidio, perché avvertivo una sorta di “invasione” nel campo della cooperazione internazionale da parte di soggetti che in realtà apparivano poco interessati alle sorti delle persone che nel frattempo annegavano nel Mare Mediterraneo. Al di là delle strumentalizzazioni politiche, però, questo slogan semplice e...

15 Febbraio 2017

#Cambiovita: perché non fare che il cambiamento giochi a nostro favore?

scritto da

Il banker che apre una gelateria. La conduttrice di tg che si dedica al volontariato. La manager che lancia una linea di moda tutta sua. L’avvocato che apre un maneggio. Storie di cambio vita che leggiamo sulle riviste, in rete o fra le notizie di un quotidiano. Storie che attirano la nostra attenzione, ci incuriosiscono e ci trascinano lontano. Perché, in qualche modo, aprono una porta, quella che teniamo solitamente ben chiusa. La porta che dà sui nostri sogni. Coraggio e incoscienza. Intraprendenza e sicurezza in se stessi. Sono queste le sfumature che leggiamo fra le righe e che ammiriamo. Perché, in fondo, chi non ha...

14 Febbraio 2017

Gianluca Gazzoli: oggi non hai bisogno del permesso di nessuno per essere creativo

scritto da

Mi è stato chiesto di parlare di giovani. Scrivere qualcosa sui loro sogni, ispirazioni e aspirazioni. La cosa più curiosa è che lo sto facendo nel preciso momento in cui ho realizzato il mio sogno. Mi trovo a scrivere da Sanremo, dove conduco la diretta radiofonica Rai del Festival. Sono in un luogo mitologico, durante l'evento di spettacolo più importante di Italia. Lo sto vivendo in prima persona facendo la cosa che più amo nella vita: la radio. Era uno dei miei più grandi sogni. Uno dei tanti. Perché avere tanti sogni è bello, perché provare a perseguirli lo è ancora di più. La mia paura più grande nella vita è non...

13 Febbraio 2017

Giulia Bevilacqua: la donna è l'eccezione alla regola del protagonista maschile. Non solo al cinema e a teatro

scritto da

Sono cambiati i tempi, è vero. E sulla scena non ci sono più solo madri o casalinghe. Oggi possiamo interpretare anche le donne in carriera, quelle che studiano, e anche quelle che scelgono che il lavoro conta per loro più della famiglia. Ma protagoniste no. Protagoniste non lo siamo ancora. O raramente. Siamo più spesso le compagne, le madri, le mogli, le figlie e le sorelle di qualcuno che, guarda caso, è un uomo ed è pure il protagonista della storia. Ancora oggi si scrive, infatti, soprattutto di uomini e per gli uomini. Così, chi fa il mio lavoro si trova spesso nella condizione di interpretare ruoli, anche...

13 Febbraio 2017

Alley Oop: una settimana di guestblogger, la nuova sezione video e il primo ebook per festeggiare un anno di vita

scritto da

“Non chiederti cosa i tuoi compagni di squadra possono fare per te. Chiediti cosa tu puoi fare per i tuoi compagni di squadra.” (Magic Johnson)

Indosso questa scritta grazie alle mie compagne di basket e non solo sulla maglietta che metto per gli allenamenti. La indosso ogni giorno, quando parto per una nuova avventura con Alley Oop - L'altra metà del Sole. Succede da 365 giorni ora (anzi 366 considerato che il 2016 era un anno bisestile). E in questi dodici mesi i compagni di squadra sono aumentati, tanto che ora il blog conta circa una cinquantina di autori. C'è chi viene a giocare ogni tanto, chi ha un appuntamento fisso,...

07 Febbraio 2017

Trump invita le donne della CasaBianca a vestirsi da donne e sui social parte la campagna #dresslikeawoman

scritto da

Un'astronauta nella sua tuta arancione iper-tecnologica, una giudice in toga nera, un'atleta in maglietta bianca, una ragazza islamica coperta dal velo, una modella in smoking nero. Su tutte loro campeggia la scritta "Vestiti da Donna" (Dress Like a Woman). Una provocazione. Perché nessuna di loro ricalca l'iconografia tipica dell'abbigliamento femminile: abiti sagomati, tacchi e qualche accennata scollatura. Anzi il messaggio che arriva forte e chiaro dalle foto della campagna è "Sono una donna (in gamba per di più) e non te lo devo dimostrare con i vestiti". E' così che ha preso forma la campagna #DressLikeAWoman partita pochi...

06 Febbraio 2017

Sanremo e tradizione queer. Va ora in onda il festival più amato dall'Italia arcobaleno.

scritto da

“Tutto cambia perchè nulla cambi”. Recita così il Gattopardo e spesso la frase è presa a prestito per descrivere l'Italia. Una frase a cui, in questa settimana di febbraio, potremmo aggiungere tranquillamente: “…perchè Sanremo è Sanremo”. Accostamento azzardato, ma fino a un certo punto, perchè oggettivamente, tra le cose che “non cambiano” nonostante tutto cambi e sia cambiato nel corso dei decenni in questo Paese, c’è proprio il Festival della Canzone Italiana. Giunto alla sua 67esima edizione, Sanremo è il nostro evento pop per antonomasia: mediatico, televisivo, gossipparo, politico (per gli interventi di...

05 Febbraio 2017

Un secondo. Game. Set. Match.

scritto da

La palla da tennis è una sfera di gomma ricoperta di feltro, di solito giallo. Ha in diametro di poco più di 6,5 centimetri. Quante ne hai colpite nella tua carriera? Non ci hai mai pensato, ma diresti miliardi, non milioni. La palla da tennis pesa meno di 60 grammi. Ma quella che hai in mano sembra di diversi quintali. Nessuna palla che hai mai sollevato è mai stata così pesante, ne sei certo. Peccato che nel tennis non esista il pareggio. Ti viene da pensarlo mentre la palla compie il suo arco stretto sopra la tua testa, e mentre la scagli con tutta la forza che puoi verso la linea centrale di Rafa Nadal. Una divinità del...