21 Novembre 2017

Il nostro look ufficio parla di noi: cose da sapere per essere sé stesse ma in meglio

scritto da

    Che la diversità tra uomini e donne passi anche attraverso le complicazioni del vestire sul lavoro non è una novità. Gli uomini aprendo l'armadio hanno già la loro uniforme che li aspetta (possono scegliere tra abiti tutti uguali, camicie tutte uguali, calzature tutte uguali). Il loro look è in pratica già pronto e non è mai messo in discussione. Si vestono da ufficio. Punto. Per le donne affrontare l'armadio e decidere cosa indossare per andare al lavoro è una cosa totalmente diversa, e per molte rappresenta il primo momento critico della giornata. Dipende dal nostro umore, dal tempo a disposizione, dagli impegni...

06 Ottobre 2017

Le donne nomadi della Mongolia non abbassano mai lo sguardo

scritto da

    «Ogni mattina mi alzo verso le 6 per mungere le capre. Poi lascio gli animali liberi di pascolare, preparo il pranzo e rassetto la yurta. Nel pomeriggio raccolgo lo sterco dei cammelli che serve per accendere la stufa e pulisco le yurte degli ospiti»: con queste parole Gerelmaa ci racconta la sua giornata tipo. Nel tono della sua voce si avverte un leggero imbarazzo, ma l’espressione del suo viso è consapevole e risoluta. Nata nel 1974 a Tsogtovoo, città nella regione del Gobi meridionale, Gerelmaa è la prima delle donne nomadi che incontriamo lungo l’itinerario del nostro viaggio in Mongolia. Sono sempre loro ad...

04 Ottobre 2017

Siti porno: chi l'ha detto che non sono per le donne?

scritto da

Non c'è niente di maschilista come il porno, nell'immaginario collettivo. Dalla liberazione sessuale degli anni 60 in poi le donne hanno sempre lottato per la parità fra le lenzuola, ma non hanno mai fatto pubbliche battaglie per rompere il soffitto di cristallo delle produzioni a luci rosse. Eppure, intorno a questi temi anche le donne hanno un vissuto di normalità. E la parità passa anche dal cominciare ad ammetterlo liberamente. Le donne frequentano i siti porno? La prima risposta è sì. E la seconda è che non fanno fatica ad ammetterlo. Pornhub, uno dei colossi del settore, ogni anno traccia l'identikit del suo...

26 Settembre 2017

Moda: le nuove sfide per gli stilisti di domani

scritto da

  L'epoca dello stilista-star intorno a cui tutta l'azienda ruotava, pare ormai un lontano ricordo. Capricci, protagonismi, budget stellari? Puro anacronismo. Il mondo del fashion e del lusso sono profondamente cambiati nell'ultimo decennio. Oggi le sfide del mercato globale, il frenetico avvicendarsi di più collezioni in un anno solare, un pubblico sempre più articolato e meno fidelizzabile, la presenza di grandi investitori che controllano i brand, e la necessità di far fruttare velocemente e al meglio il prodotto creativo, hanno di fatto trasformato il rapporto tra chi "crea" e chi finanzia. Questo spiega, almeno in parte,...

11 Settembre 2017

Millennials&App: Google e Facebook vincono ma l'irrinunciabile è un'altra

scritto da

  Fino a quattro ore al giorno. È il tempo che i Millennials passano consultando il loro smartphone. Fare e ricevere telefonate è diventato però secondario, perché la maggior parte del tempo viene assorbita dalle applicazioni. Per la precisione l'uso di app rappresenta il 57% di tutti i consumi digitali. E la app più diffusa tra i giovani, potrebbe sembrare strano, non è una app di social media. Lo rivela lo studio di ComScore "The 2017 U.S. Mobile App Report" che ha esplorato le abitudini di utilizzo dei proprietari di smartphone negli Stati Uniti e mostra quali sono le app più amate e utilizzate dalla generazione...

29 Agosto 2017

Diana, il makeover sorprendente della Principessa timida

scritto da

    Per il popolo è sempre rimasta la regina di cuori. Un soprannome che dimostra un affetto che non si è dissolto nel tempo e che anzi è cresciuto proprio in questi giorni in cui ricorre l'anniversario dei 20 anni dalla morte della principessa del Galles. Un anniversario doloroso soprattutto per i figli, i principi William e Henry, che di recente hanno ammesso le loro difficoltà a superare il trauma per la morte prematura della madre. Ma ad alimentarne il ricordo è anche la riedizione del libro di Andrew Morton, Diana her true story - In her own words, uscito per la prima volta nel 1992, e che ora torna in libreria...

25 Agosto 2017

Tre cose che ho scoperto passando una settimana su Tinder

scritto da

  Ho appena passato una settimana su Tinder*, ed ecco le tre cose che ho capito. Uno: ci sono tantissimi uomini in giro! Qui sembrano essere "apparecchiati" e disponibili, in attesa di essere "messi a destra" - ossia selezionati. Avendone scansiti qualche centinaio, dalle foto li categorizzerei così: Quelli che si fotografano davanti allo specchio del bagno o dell'ascensore. Quelli che mostrano solo dettagli di sé, a volte anche intimi e infiocchettati. Quelli che preferiscono far vedere i propri mezzi di trasporto. Quelli che mettono foto in cui sono insieme alle mogli e tagliano barbaramente le mogli. Quelli che non si...

18 Agosto 2017

Come mai non sentiamo parlare delle coppette mestruali?

scritto da

    Agosto, sole mare, ma... come si fa se sono "quei giorni" del mese? Intanto sarebbe bello poterle semplicemente chiamare per nome, le mestruazioni. Poterlo dire, che si hanno, o che magari non si hanno più. Farle uscire dall'anonimato, visto che rappresentano il più naturale e vitale dei nostri cicli, e riguardano tutte le donne del mondo. Diamo qualche numero. In Italia le abbiamo in circa 20 milioni. Ognuna di noi per più o meno 30 anni, almeno 12 volte all'anno. Fanno circa 400 volte in una vita: oltre 2.000 giorni di mestruazioni. Sin da bambina, però, ho avvertito che dovevo tenerle nascoste. Non era argomento di...

16 Agosto 2017

In vacanza con la famiglia e senza scarpe! Benvenuto Barefooting

scritto da

    Occupare posizioni manageriali o lavorare a contatto con il pubblico significa molto spesso doversi confrontare con quel famoso dress code che, scritto o non scritto, influenza le scelte mattutine di tutti i lavoratori indecisi tra una camicia a righe e una a tinta unita, tra un tacco 12 e un paio di sneaker. Perché, come dicono i guru della moda, la nostra brand identity passa anche attraverso ciò che indossiamo e ciò che indossiamo, forse, ci fa comportare in modo coerente con quello che vorremmo comunicare attraverso i nostri vestiti da lavoro. Possiamo quindi decidere se indossare una cravatta o se preferiamo una...

10 Agosto 2017

Perché ci piacciono i cattivi?

scritto da

Buoni o cattivi? La scelta non è così facile. Se nella vita (quasi sempre) scegliamo persone che ci piacciono anche dal punto di vista morale ed etico, quando si tratta di fiction il fascino del cattivo prende il sopravvento. Perché il merchandising di Star Wars privilegia Darth Vader? E perché in una serie cult come Breaking Bad inevitabilmente ci ritroviamo a tifare per Walter White? Cosa ci attrae del lato oscuro? Certamente le serie tv degli ultimi anni su questo aspetto hanno molto lavorato, e di personaggi dalla dubbia moralità ne hanno creati molti, tutti di grandissimo successo. E non è un caso, come ci dicono anche le...