Stefania Vadrucci

Laureata in lettere moderne e con un master in editoria, fin da piccola sono sempre stata un’instancabile lettrice e da quindici anni sono riuscita a fare di questa passione una professione: lavoro come redattrice a 24ORE Cultura, dove mi occupo di libri d’arte, architettura, design, fotografia. Con un gruppo di artisti sono socia fondatrice della Sala dei Tanti, un’associazione culturale milanese che realizza spettacoli per bambini mescolando il teatro e la musica dal vivo. Interessata a ogni forma di espressione artistica, adoro in particolare l’arte, il cinema e il teatro. Un giorno di ottobre del 2011, ad Addis Abeba, sono diventata “bimamma” di due splendide bambine di origine etiope.
18 Maggio 2018

L'amore, a volte, non basta: la storia della piccola Sofia

    Ci sono bambini, come Sofia, la cui vita inizia decisamente in salita. Nata con idrocefalo congenito e affetta da spina bifida, è stata abbandonata alla nascita. Ha vissuto i primi tre mesi da sola, in un letto di ospedale, senza una carezza, né il calore di un abbraccio. Ci sono famiglie speciali, accoglienti e amorevoli, che possono fare la differenza per bambini come Sofia, la famiglia di Lucrezia è una di queste. Lei, suo marito Carmelo e suo figlio Giulio hanno donato a Sofia l’amore, il calore, le coccole e le cure che le sono mancate nei suoi primi mesi di vita. L’hanno accolta in affido nella loro vita,...

20 Aprile 2018

Kirghizistan, storia di un'adozione spezzata

    “Ci sono storie che non si vorrebbero ascoltare e che allo stesso tempo è necessario conoscere, che è importante impedire che vengano dimenticate. La storia di Vova e della sua famiglia adottiva è una di queste…” Fabio Selini non ha mai smesso in questi anni di denunciare a gran voce lo scandalo delle adozioni in Kirghizistan di cui lui e sua moglie sono stati vittime nel 2012, insieme ad altre 21 coppie. Non ha mai smesso di chiedere giustizia. Non ha smesso di parlarne, di tenere vivo il ricordo di una brutta vicenda che ha interessato il mondo delle adozioni internazionali. Il racconto di quella vicenda è...

23 Marzo 2018

L’intreccio di presente e futuro nel racconto dell’adozione

    Chi sono io? Ognuno di noi si è trovato nella vita a fare i conti con questa domanda. Il senso di identità si costruisce giorno dopo giorno: siamo il risultato delle vicende che ci sono accadute, degli incontri che abbiamo avuto, nel bene e nel male. Per costruire una solida identità abbiamo bisogno di conoscere la nostra storia. In adolescenza questo processo attraversa una fase particolarmente critica: non più bambini, ma non ancora adulti, i giovani cercano il proprio posto nel mondo. Questo processo risulta più faticoso per i ragazzi adottati, che si trovano spesso a fare i conti con storie frammentate,...

09 Marzo 2018

Alle istituzioni e a tutti voi chiediamo di non lasciarci soli: la storia di Raffaella

    L’abbandono può avere mille forme, ma lascia un segno indelebile, che non tutti hanno la forza di superare, soprattutto se non trovano qualcuno capace di sostenerli sulla loro strada. Potremmo usare mille parole per descrive il senso di smarrimento, la tristezza, la rabbia e la voglia di riscatto che si celano dietro queste storie, ma è difficile trovare le parole giuste, che arrivino dritto al cuore della questione. Le parole di Raffaella sono proprio così, incisive, dirette, vere, ci aiutano a sentire quel “senso dell’abbandono”, e noi la ringraziamo per avere risposto alle nostre domande e averci permesso di...

02 Marzo 2018

Chi sono i neomaggiorenni fuori famiglia? La storia di Elena

    Chi di noi non ha atteso con trepidazione e impazienza il giorno del diciottesimo compleanno? I 18 anni sono indubbiamente un traguardo, anche se poi nella pratica magari poco è cambiato nella nostra quotidianità. Al massimo ci siamo iscritti a scuola guida, abbiamo finalmente conquistato il diritto di tornare più tardi la sera e abbiamo potuto firmare da soli le giustificazioni a scuola. Esistono dei giovani però per i quali il compimento dei 18 anni comporta ineluttabilmente un cambio radicale di vita. E quel giorno viene atteso con paura e preoccupazione. Sono i ragazzi che non hanno alle spalle una famiglia, sono i...

23 Febbraio 2018

“Donare futuro”: difendiamo il diritto dei minori ad avere una famiglia e dei ragazzi a non rimanere soli

    Il 4 gennaio scorso anche il CNOAS (Consiglio Nazionale degli Ordini degli Assistenti Sociali) ha aderito alla Campagna; il 9 gennaio è stata firmata la delibera regionale del Molise che istituisce il Tavolo regionale  sull’affidamento familiare; il 17 gennaio si è insediato a Roma il Tavolo regionale sulla prevenzione degli allontanamenti e il benessere dei minori… Sono solo alcuni degli ultimi passi avanti registrati dalla Campagna “Donare futuro: misure regionali urgenti per il diritto alla famiglia al Centro-Sud”, nata nel 2015 su iniziativa di 12 enti associativi operanti nel terzo settore e nell’affido come...

11 Febbraio 2018

Come sopravvivere a un figlio pre-adolescente. Un vademecum per genitori sull’orlo di una crisi di nervi

    Un vero tsunami, questo è l’età della preadolescenza, che stravolge la vita delle famiglie, entrando in casa con forza e portandosi via, oltre alla pace, prima di tutto quel tenero e dolce bambino che eravamo abituati a conoscere, lasciandoci in casa un figlio che stentiamo a riconoscere, spesso svogliato, immusonito, irritabile, critico su tutto, ribelle, soprattutto nei nostri confronti… La preadolescenza è l’età che coincide all’incirca con le scuole medie, un’età che spesso i genitori letteralmente subiscono, cercando di armarsi di tanta pazienza, sperando che passi più in fretta possibile senza...

29 Dicembre 2017

“Wonder”, quante sfumature può avere la diversità?

"Anche a me capita spesso che le persone mi fissino. E sai io allora cosa faccio? Le fisso anche io e così di solito la smettono!". Questo il commento di mia figlia minore, mentre io e sua sorella le stiamo raccontando il film che abbiamo appena visto al cinema: "Wonder". Un film che affronta il tema della diversità. Lei spesso è quella diversa in mezzo agli altri coetanei: l'unica dalla pelle scura, l'unica con i capelli afro, l'unica adottata. Sa cosa sono gli sguardi curiosi della gente, anche per la strada. Appena uscito nelle sale e magistralmente interpretato da Julia Roberts, Owen Wilson e dal giovane e bravissimo...

01 Dicembre 2017

Adozione di bambini speciali: un'iniziativa per coppie e operatori

    Lo scenario delle adozioni internazionali è cambiato negli ultimi anni: si è alzata l’età media dei minori adottati, ma soprattutto sono aumentati percentualmente i bambini cosiddetti “special needs”, ossia bambini con bisogni speciali (che presentano patologie sanitarie o comportamentali più o meno gravi, bambini maggiori di 7 anni o appartenenti a fratrie numerose). Quando una coppia decide di dare la propria disponibilità all’adozione spesso nulla o ben poco sa di questa realtà e ciò che fino a pochi anni fa poteva essere gestito come un caso sporadico, oggi invece richiede sempre più una preparazione...

17 Novembre 2017

Le adozioni mancate viste con gli occhi di un bambino

    “Mamma, ma lo sai che al reality Il collegio c’era un ragazzo adottato che viene da un istituto di Addis Abeba?” “Davvero?” Rispondo io che ben poco so di reality, ma l’argomento mi interessa. Una parola tira l’altra e in un attimo ci ritroviamo a parlare dell’istituto in cui stavano le mie figlie prima di essere adottate. “Mamma, chissà quanti bambini ci sono adesso lì!”. “Ma, non saprei, sinceramente. E poi, sapete, è una notizia di questi giorni, ma l’Etiopia in questo periodo ha praticamente chiuso le porte alle adozioni internazionali.” Facce interrogative: “Cosa significa?”. È...