Stefania Fornoni

Personal Stylist e Consulente d’Immagine, milanese, unica in Italia con certificazione internazionale AICI FLC/CIC. Dopo 15 anni passati nel campo finanziario e in aziende multinazionali, ho dato una sterzata importante alla mia vita lavorativa per studiare e dedicarmi a ciò che poteva mettere a frutto le mie attitudini e le mie passioni, le mie qualità personali e la mia curiosità su tutto ciò che è comunicazione, moda, stile, costume, tendenza. Nel 2009 ho creato il mio brand, Lookbeautiful Consulenza d’Immagine. La mia missione è quella di valorizzare l'immagine e lo stile di tutti i miei clienti, sia per ragioni personali che professionali. Ho collaborazioni con specialisti del Personal Branding e del Coaching, scrivo per un blog di ambito business, ho una rubrica su un settimanale di moda, tengo docenze nelle Accademie per la formazione dei lookmaker e per primarie aziende cosmetiche, intervengo come relatrice presso Università, Scuole per l’Imprenditoria, prestigiose Associazioni, per sostenere il ruolo dell’immagine come efficace strumento di comunicazione. Perché la nostra immagine se ben gestita, può essere il nostro migliore alleato, in ogni situazione.
26 Settembre 2017

Moda: le nuove sfide per gli stilisti di domani

  L'epoca dello stilista-star intorno a cui tutta l'azienda ruotava, pare ormai un lontano ricordo. Capricci, protagonismi, budget stellari? Puro anacronismo. Il mondo del fashion e del lusso sono profondamente cambiati nell'ultimo decennio. Oggi le sfide del mercato globale, il frenetico avvicendarsi di più collezioni in un anno solare, un pubblico sempre più articolato e meno fidelizzabile, la presenza di grandi investitori che controllano i brand, e la necessità di far fruttare velocemente e al meglio il prodotto creativo, hanno di fatto trasformato il rapporto tra chi "crea" e chi finanzia. Questo spiega, almeno in parte,...

12 Settembre 2017

Il look giusto sui banchi di scuola? Una lezione per il domani

  A Exeter, una città nel sud del Regno Unito, lo scorso mese di giugno decine di ragazzi della Isca Academy si sono visti negare dalla scuola il diritto di indossare i bermuda nonostante il caldo insolito (mentre alle ragazze, che già indossano la gonna, era stato concesso di non mettere le calze). Così, un giorno si sono presentati in massa indossando le gonne in tartan delle loro compagne. Una protesta che ha avuto una certa eco mediatica, tanto da spingere la direzione dell'istituto a valutare una modifica del regolamento. Ma nel Regno Unito c'è anche chi applica i regolamenti con più rigidità, come è avvenuto a...

29 Agosto 2017

Diana, il makeover sorprendente della Principessa timida

    Per il popolo è sempre rimasta la regina di cuori. Un soprannome che dimostra un affetto che non si è dissolto nel tempo e che anzi è cresciuto proprio in questi giorni in cui ricorre l'anniversario dei 20 anni dalla morte della principessa del Galles. Un anniversario doloroso soprattutto per i figli, i principi William e Henry, che di recente hanno ammesso le loro difficoltà a superare il trauma per la morte prematura della madre. Ma ad alimentarne il ricordo è anche la riedizione del libro di Andrew Morton, Diana her true story - In her own words, uscito per la prima volta nel 1992, e che ora torna in libreria...

01 Agosto 2017

Guida semiseria al bon ton in vacanza

    Fontane scambiate per piscine, spiagge invase di mozziconi di sigaretta, aiuole verdi su cui sgommare con la moto, grigliate familiari che inquinano un'intera collina, chioschi bar presi d'assalto come in un Day After. Ma anche appassionati di montagna così appassionati da strappare piante locali per travasarle sul balcone in città, e moto d'acqua che sfrecciano rumorose a pochi metri dai bagnanti Potremmo chiamarli momenti di vacanziera arroganza? O semplicemente di grande superficialità? È vero, la vacanza significa prima di tutto libertà e divertimento dopo mesi di doveri e fatica. Però staccare dal lavoro non...

18 Luglio 2017

Stile e leadership al femminile: un valore aggiunto per le imprese e la politica

    Le donne che governano, hanno uno "stile"?  Dalle piccole aziende alle grandi realtà multinazionali, dalle amministrazioni locali ai contesti politici internazionali, ci sono valori importanti che le donne portano nelle loro professioni: ma quanto riescono a trovare applicazione? E come affrontano (e talvolta vincono) le sfide rappresentate dalle differenze di genere in tema di leadership? È stato proprio lo "Stile" delle donne a fare da fil rouge ai tre giorni di seminari e dibattiti di Expoelette 2017, il Forum Internazionale delle Donne al Governo della Politica e dell’Economia, cui hanno partecipato...

04 Luglio 2017

Shopping detox per essere più felici (nonostante i saldi)

Essere felici senza comprare? Ammettiamolo, è una provocazione bella e buona. Shopping e saldi tendono a scatenare in quasi tutte le donne comportamenti quasi irrazionali. Porre un freno o invitare a non acquistare suonerebbe per molte come una sfida: non importa se quella borsa non mi serve, non importa se di quel capo ho già dieci versioni dimenticate nell'armadio, non importa se quel colore mi spegne l'incarnato, non importa se quel pantalone mette in evidenza quello che invece vorrei nascondere, non importa se quella camicia è assolutamente importabile per via della sua costruzione (e comunque non starà bene con niente di ciò...

20 Giugno 2017

In negozio oppure online? Ecco come sta cambiando lo shopping

Forse perché è una delle location della moda milanese più conosciute, avendo ospitato negli anni '70-'80 l'iconico negozio Fiorucci. Forse perché ad occuparla attualmente è uno dei colossi del fast fashion. Sarà per questo che l'annunciata chiusura dello store H&M di Galleria Passerella a Milano sta facendo parecchio rumore? Probabilmente sì. In fondo non si tratta di un caso isolato se H&M chiuderà nei prossimi mesi anche il negozio di C.so Buenos Aires oltre a quelli di Cremona e Venezia. Tutto previsto nell'ambito di una revisione della rete retail e di una strategia che mira a cercare la "sostenibilità economica dei...

10 Giugno 2017

Jeremy Corbyn, da 50 sfumature di beige a nuova icona di stile

Coccarda rossa ed espressione raggiante. Così appariva il nuovo protagonista della scena politica inglese Jeremy Corbyn, capo del Partito Labourista dal 2015, all'uscita delle urne, dopo aver votato nel suo seggio. Forse già sentiva che il risultato era a portata di mano. Non ha vinto, ma è come se lo avesse fatto: ha rubato voti e scena a Theresa May (e non solo), ed ora celebra la sua personale vittoria, politica ma anche mediatica, poiché il suo nome e la sua foto in elegante abito scuro e cravatta rossa rimbalzano sui giornali di tutto il mondo. E dire che giusto un paio d'anni fa Antonia Kraskowski, fashion editor del Daily...

06 Giugno 2017

No wash movement: quando la moda fa bene all'ambiente (e alla pelle)

Lavarsi o non lavarsi? E quanto? E soprattutto come? Il dubbio non è da poco, se consideriamo il successo sempre più crescente del No Wash Movement. Si tratta, in sostanza, di una nuova tendenza che suggerisce di lavarsi poco, o comunque meno rispetto alle attuali abitudini. Il motivo? Evitare eccessivi consumi di acqua, e limitare la quantità di prodotti detergenti che, se usati troppo spesso, possono essere aggressivi per la nostra pelle. Diverse celebs hanno sposato la causa: alcune per motivazioni salutistiche (come ad esempio Gwineth Paltrow e Adele, particolarmente attente alla salute dei propri capelli, per i quali usano...

23 Maggio 2017

Viaggiare in aereo: ma davvero basta un leggings per rimanere a terra?

Vi è mai successo di arrivare al gate e vedervi rifiutare l'imbarco in aereo perché eravate vestiti in modo "non appropriato"? A due adolescenti americane è capitato davvero. Le giovani stavano per prendere l’aereo all'aeroporto di Denver ma la compagnia aerea United Airlines ha negato loro l'imbarco proprio a causa dei leggings che indossavano. Il divieto pare fosse legato al tipo di biglietto con cui viaggiavano: una speciale tariffa dipendenti che obbliga di fatto chi vola al rispetto del dress code previsto per i dipendenti della compagnia (che esclude infatti i leggings elasticizzati, i jeans strappati, le magliette corte, i...