Silvia Pasqualotto

Scrivo di imprese e startup su L'Impresa e Il Sole 24 Ore. Irrequieta per natura, passo buona parte delle mie giornate a pensare di aver sbagliato coda perché quella di fianco a me va sempre più veloce. Mi sono laureata in filologia moderna, ma ho una cotta per la storia contemporanea e le trasmissioni di cronaca nera. Da qualche anno vivo tra Milano (il lavoro), Padova (la mia campagna) e Roma (il mio cuore) con la valigia sempre di fianco al letto, anche se (in fondo, in fondo) sogno di diventare un animale stanziale con una casa da catalogo Ikea. Ho collaborato con Donna Moderna e Kataweb Consumi.
19 Ottobre 2017

Fattaneh Haj Seyed Javadi: raccontare l'Iran dal punto di vista delle donne

    Ci sono romanzi che pur non parlando di politica o storia, riescono a restituire un'immagine della società ancora più reale di quanto farebbe un saggio. Sono romanzi che raccontano la parte più privata dell'esistenza: quella che si svolge tra le mura domestiche, nei rapporti genitori-figli e anche in quelli tra uomo e donna, prima innamorati e poi non più. La scelta di Sudabeh è uno di questi. Si tratta del primo romanzo della scrittrice iraniana Fattaneh Haj Seyed Javadi, uscito in Iran nel 1998 (e giunto ormai alla 56esima edizione) ma pubblicato in italiano da Francesco Brioschi editore solo quest'anno....

12 Ottobre 2017

Generali Italia: il welfare per le donne? Più smartworking e meno part-time

Capita spesso che le imprese anticipino le leggi. È successo con le licenze matrimoniali per le coppie gay e continua (fortunatamente) ad accadere quando si parla di gender gap. Se pur lentamente stanno infatti aumentando le aziende che introducono norme e piani di welfare per aumentare la presenza femminile all'interno delle organizzazioni e favorirne la crescita professionale. Una di queste è Generali Italia. Il gruppo assicurativo già da alcuni anni si è assunto l'impegno di far aumentare i numeri, ancora troppo bassi, delle dipendenti donne che occupano posizioni di vertice. Se infatti nella branch italiana del gruppo...

04 Ottobre 2017

Biologhe per le vittime di #stupro: la protesta contro il senatore D'Anna

Lui si chiama Vincenzo D’Anna e oltre a essere un senatore della Repubblica italiana, si è anche candidato per il ruolo di presidente dell’ordine nazionale dei biologi (e delle biologhe) italiani. Una scelta che però non è piaciuta a molte colleghe che hanno denunciato attraverso il gruppo Facebook “#FUORIDALLORDINE #IONONCISTO a firma delle Biologhe per le vittime di #stupro” la loro decisa contrarietà a essere rappresentate da D’Anna. A scatenare le ire delle biologhe (che rappresentano più del 70% degli iscritti all’Ordine) sono state, nello specifico, alcune frasi pronunciate da D’Anna a proposito degli...

14 Settembre 2017

Ricordi di scuola positivi per otto italiani su dieci

    Capita almeno una volta all’anno, di solito poco prima di qualche scadenze di lavoro importante. Chiudo gli occhi e mi ritrovo lì: prima fila a destra della cattedra, banco attaccato al muro. Davanti a me ho un foglio bianco e il vuoto nel cervello. So di non avere più 18 anni (ahimè) eppure, per qualche guaio burocratico (tipo smarrimento del diploma di liceo), sono di nuovo un’alunna della III A e devo tradurre quella maledetta versione di greco prima che suoni la campanella. Nessuno può darmi una mano, e io di greco ricordo solo che “kaì” è una congiunzione e che l’aoristo è un tempo verbale del passato....

07 Settembre 2017

Menopausa: se il governo Uk chiede alle aziende di essere più "accoglienti"

  Sono una grande fetta dell’attuale forza lavoro e, a causa delle norme che hanno aumentato l’età pensionabile in quasi tutti i Paesi Ue, diventeranno sempre di più. In Inghilterra, per esempio, le lavoratrici con più di 50 anni sono circa 4,3 milioni, in aumento del 72% rispetto al 1994. Si tratta di numeri importanti che il governo inglese ha deciso di non ignorare, soprattutto per quanto riguarda un aspetto delicato della vita di queste lavoratrici: la menopausa. Per questo motivo, durante lo scorso mese di giugno, ha pubblicato una serie di linee guida per datori di lavoro e aziende per aiutarle a trattare nel modo...

10 Agosto 2017

Onu: obiettivi di sviluppo sostenibile 2030 ancora lontani

  "Realizzare l'uguaglianza di genere e l'empowerment di tutte le donne e le ragazze". Recita così il quinto obiettivo dei Sustainable development goals (SDGs): gli obiettivi di sviluppo sostenibile che tutti i 193 stati membri delle Nazioni Unite dovrebbero raggiungere entro il 2030. Dovrebbero. Sì perché per molti di questi temi (fame e povertà, energia pulita, cambiamento climatico, accesso ai servizi sanitari e all'acqua potabile e molti altri che potete scoprire qui) il traguardo fissato dai SDGs è ancora molto lontano. È questo il caso della disuguaglianza di genere che, come si legge nel report 2017 pubblicato pochi...

27 Luglio 2017

Led By HER: se la violenza si sconfigge facendo impresa

    L'idea di Led By HER è venuta a Chiara Condi - 32 anni, origini italiane e una vita passata a studiare i temi dell'esclusione sociale tra Usa e Francia - mentre lavorava alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo. "All'epoca mi occupavo di valutare l'impatto sociale ed economico dei progetti dedicati alle donne. E nelle mie analisi mi sono resa conto che se si vuole davvero ridurre il gender gap, la chiave su cui bisogna puntare è l'empowerment economico femminile", rivela Condi. Un tema che diventa ancora più importante quando  parla di vittime di violenza. In Francia, secondo le statistiche ufficiali una...

20 Luglio 2017

Maya Reik la stilista israeliana teenager che produce in Italia

  Maya Reik si è innamorata della moda italiana durante un viaggio a Roma, quando aveva solo sei anni anni. "Ricordo di essere rimasta affascinata dal modo di vestire delle donne, così diverso da ciò a cui ero abituata a vedere in Israele. Mi sembrava di essere dentro un vecchio film, e l'unica cosa che desideravo era continuare a farvi parte" racconta ad Alley Oop. Così, mentre la maggior parte dei bambini non riusciva ancora a distinguere il dritto e il rovescio dei pantaloni, lei decideva di diventare una stilista. Attenzione: a dispetto della solennità delle parole, Maya Reik non è una vecchia signora impellicciata...

29 Giugno 2017

L'armadio dei millennials si compra online (meglio se su misura)

Se avete tra i 20 e i 35 anni e anche oggi non avete resistito a un acquisto online, non preoccupatevi (almeno fino a che non guardate l'estratto conto): siete in buona compagnia. Sono infatti proprio i millennials quelli che usano di più internet per fare acquisti. Abbigliamento compreso. Secondo il sondaggio Lanieri Fashion Tech Insights 2017, ben 4 italiani su 10 hanno comprato online nell’ultimo anno abbigliamento e accessori personalizzati o creati su misura. E tra questi il 54% appartiene alla generazione Y. Se infatti fino a qualche anno fa le guardiole dei portieri erano piene solo di pacchi contenenti libri o oggetti...

08 Giugno 2017

Prisca Amori: il primo violino che sfida i pregiudizi e suona Harry Potter

Prisca Amori ha capito che la musica sarebbe stata il suo destino quando aveva solo 3 anni e mezzo. A quell’età però si è ancora troppo piccoli (fisicamente parlando) per poter suonare molti strumenti. Ma non per il violino che può essere fabbricato su misura. “È stato quasi come se lui avesse scelto me”, ricorda la violinista che oggi di anni ne ha qualcuno in più ed è diventata primo violino, collezionando esperienze con grandi orchestre, artisti contemporanei e persino con Ennio Morricone. Eppure raggiungere questo traguardo non è stato semplice. “Chi aspira al ruolo di primo violino deve, di solito, scegliere tra...