Riccarda Zezza

Sono un'imprenditrice, un'ex manager, una formatrice e una mamma. Ho co-fondato Piano C, il primo coworking in Italia ad offrire un cobaby, luogo che oggi è anche un laboratorio di nuovi modelli di incontro tra donne e lavoro. E ho lanciato, insieme ad Andrea Vitullo, "maam - maternity as a master", la soluzione definitiva per smettere di perdere capitale umano ogni volta che una donna ha un figlio. Oggi maam è diventato anche un percorso digitale per donne in congedo di maternità: trasformando questo periodo della vita in un vero e proprio motore di energie e di competenze.
13 Luglio 2018

Chiedimi se mi piace il calcio

  Il confronto tra i sessi prosegue in modo sottile ma visibile sui media, specialmente quando si tratta di calcio. E’ di questa settimana la notizia che la Juventus ha acquistato Ronaldo. Impossibile ignorarla, visto che i principali quotidiani le hanno dedicato mezza prima pagina. Attenzione: non sto parlando della Gazzetta dello Sport, ma dei quotidiani generalisti, quelli che dovrebbero trattare per il 99% altro e un po’ anche lo sport, tutti gli sport, ma che dedicano ogni giorno almeno due pagine al calcio. Mezza prima pagina, però, è un caso eccezionale. Si dedica all’elezione dei presidenti, ai cataclismi...

06 Luglio 2018

Startupper a 50 anni forse non è una cattiva idea visti i risultati

  Ho recentemente reincontrato il mio capo di quando lavoravo in Nokia: un Finlandese di nome Kimmo. Quando gli ho detto “Sono Ashoka Fellow, l’avresti mai detto?”, mi ha guardata con un’impenetrabile espressione finlandese e mi ha chiesto “Sei ancora così giovane da poter essere nominata Ashoka Fellow?”. Ovviamente no: “Non sono diventata più giovane col tempo” gli ho risposto, ma l’età non è una discriminante nel processo di selezione di Ashoka, una delle ONG più influenti del mondo, nata oltre 30 anni fa per supportare gli imprenditori sociali. Da tre a cinque anni: ecco l’età a cui un’azienda può...

29 Giugno 2018

Ho pianto, e non me ne vergogno

      Al recente incontro di Giovani Confindustria Forlì Cesena, dal titolo “Coniugare genitorialità e imprenditoria è possibile? Le storie di chi ci è riuscito”, un’imprenditrice di successo ha iniziato a piangere mentre raccontava come aveva messo insieme tutto lei: la sua azienda, i suoi bambini e una separazione. La sala, già scaldata dal tema del dibattito che invitava a guardare al binomio vita-lavoro in modo diverso, è scoppiata in un applauso affettuoso e l’imprenditrice ha così potuto condividere altre emozioni, insieme ad alcuni importanti insegnamenti su come l’animo umano sia sempre in gioco e...

22 Giugno 2018

Se stiamo insieme ci sarà un perchè

      Purtroppo non stiamo sperimentando appieno l’eccitazione di questi Mondiali. Il calcio mette in gioco una caratteristica rilevante nella specie umana: quella verso la competizione. La nostra capacità di “attaccare o scappare” ci ha consentito di sopravvivere e prosperare nei millenni, e per questo oggi proviamo tanto gusto nel vederlo accadere sul rettangolo verde. D’altronde, come dice la Treccani: “Questo è il tifo. In Italia, soprattutto e da sempre, il tifo per eccellenza è quello calcistico. Metafora di una malattia che, secondo l'etimo remoto (il greco tŷphos), «indicava propriamente ‘fumo,...

15 Giugno 2018

Prima o poi le donne si arrabbiano. O no?

    Forse non è abbastanza chiaro che questo Paese ha un problema di pari opportunità.   Forse i dati non ci hanno convinti che un Paese in cui le donne non partecipano all’economia (l’Italia è 118° – aspettate che lo ripeto: 118°! - su 144 Paesi nel mondo per partecipazione economica delle donne, secondo il Report annuale del World Economic Forum) è un paese zoppo, che sta producendo meno e peggio di quel che potrebbe. Forse non è abbastanza chiaro che questo E’ un tema di genere: si tratta proprio delle donne, 51% della popolazione del Paese, tasso di occupazione tra i più bassi d’Europa, tasso di...

08 Giugno 2018

Startup, a Torino per imparare da imprenditori americani di successo

    Sono stata al SEI Forum, il primo incontro organizzato dalla Scuola di Imprenditoria e Innovazione di John Elkann per “ispirare i founders europei” a fare come e meglio di quelli americani. A questo scopo sono stati invitati a Torino 100 fondatori di startup europee per ascoltare una quindicina di founder giganti che, nelle parole di John Elkann, “ce l’hanno fatta”. Una mattinata intensa in cui io, come probabilmente molti altri, ho portato il mio essere fondatrice di una startup, ma anche blogger per AlleyOop, madre dei miei impegnatissimi figli piccoli, manager di una squadra in evoluzione: insomma chi è più...

01 Giugno 2018

Siamo pieni di pregiudizi? Sì, ma ci servono per sopravvivere

      E’ più simpatica una neo mamma in carriera o un neo papà in carriera? Chi dei due riceve un giudizio più severo dai propri colleghi? L’aula di formazione che ho condotto questa settimana presso una grande banca con 20 manager di entrambi i sessi ha dato una risposta senza appello. Avevamo diviso l’aula in due gruppi di lavoro, invitandoli a “inventare” una persona che corrispondesse a un profilo da noi assegnato, descrivendola minuziosamente e incaricando uno di loro di impersonarla. Nessuno dei due gruppi sapeva quale fosse il profilo assegnato all’altro. Il gruppo A ha così inventato Gisella,...

26 Maggio 2018

Parità di genere: la Danimarca fa autocritica, l'Italia si accontenta

In Danimarca si lamentano per la mancanza di parità di genere. Nessun Paese è perfetto, come hanno tenuto a sottolineare molti dei commenti al mio articolo sul “paragrafo mamme” del contratto di governo. Perché ci lamentiamo e cerchiamo la polemica anche dove ci sono le buone intenzioni? Da qualche parte bisogna pure cominciare… La storia controversa del rapporto tra le donne, la famiglia e il lavoro in Italia è però in corso da molti decenni. Un avanzamento a singhiozzo, così lento da sembrare qualche volta una marcia indietro. Per questo è interessante leggere le autocritiche di un Paese come la Danimarca, che è...

18 Maggio 2018

Un governo che aiuterà le mamme (a restare fuori dal 21° secolo)

    Non so se avremo un governo, ma di sicuro in Italia non mancano i contratti. Ed ecco come l’ultimo contratto, prodotto dall'alleanza Cinque Stelle Lega, tratta il tema “conciliazione vita-lavoro” in Italia. "Occorre introdurre politiche efficaci per la famiglia, per consentire alle donne di conciliare i tempi della famiglia con quelli del lavoro, anche attraverso servizi e sostegni reddituali adeguati. Inoltre, è necessario prevedere: l’innalzamento dell’indennità di maternità, un premio economico a maternità conclusa, per le donne che rientrano al lavoro e sgravi contributivi per le imprese che mantengono al...

11 Maggio 2018

Madri "da aggiustare"... oppure talenti nascosti?

  Si avvicina la “festa della mamma”: un buon momento per parlare della condizione della maternità in Italia. Come ogni anno, a fare il punto sulla condizione della madri in Italia è il rapporto di Save the Children, e non fa sconti. “La maternità in Italia rappresenta ancora una sfida nella quale le madri sono vere e proprie equilibriste tra la vita privata e il mondo lavorativo. Occorre passare da interventi spot e una tantum ad un piano strutturato di sostegno, mettendo finalmente in rete le diverse risorse disponibili, a livello regionale, nazionale ed europeo», osserva Raffaela Milano, direttrice dei programmi...