Monica D'Ascenzo

Indaco, vermiglio, pervinca o lavanda. Cerco colori e sfumature per dipingermi la vita (già variopinta di per sé grazie ai miei due cuccioli) e nel frattempo scrivo: dalla lista della spesa ai bilanci societari, dal blog (Out of the Boot) ai libri di economia, dalle lettera agli amici alle storie per bambini. Le parole restano, comunque, solo un bell’accessorio. A forty something ho imparato a perseguire progetti, alzare la mano, scegliermi la compagnia per il viaggio e dire di no. Dimenticavo, anche a fare gioco di squadra, grazie alle mie compagne di basket che sanno fare un assist per farti andare a canestro o un blocco per liberarti. E prima o poi impareremo anche l’Alley-Oop! Su twitter: @24donne
03 Gennaio 2018

#Tempoperme, quanto te ne concedi?

    "Scusa, non ti ho risposto perché mi ero chiusa in bagno per avere 5 minuti per me". Mi ha risposto così un'amica l'altro giorno. Due figli, un lavoro a tempo pieno, una madre da accudire anche se non a tempo pieno. E per respirare, anche solo un pochino, l'unico buco spazio-temporale che la famiglia concede (ma solo se i figli hanno superato i 4 anni, di solito) è il bagno. E le mamme lo usano come rimedio di emergenza. Come fosse quel tasto rosso che lampeggia per l'espulsione da una navicella spaziale. Cinque minuti per sé, per leggere una pagina di giornale o di libro, per fare il punto della situazione della...

18 Dicembre 2017

A Natale libri per bambini né ribelli né no

    Cosa succede se Babbo Natale sta male? Niente paura, Mamma Natale sa cosa fare per non deludere i bambini. E non si tira indietro di fronte a nulla: costruire i giocattoli, modificare la bicicletta in versione turbo, viaggiare tutta la notte e calarsi dai camini. Una storia come un'altra nel periodo di feste, quella di "Mamma Natale" scritta da Panny Ives. Perché parlarne allora? Perché nell'ultimo anno i libri "contro gli stereotipi di genere" vanno per la maggiore, a cominciare dal successo internazionale "Storie della buonanotte per bambini ribelli". Un libro che, per altro, mio figlio diecenne ha trovato per caso e ha...

11 Dicembre 2017

Quali Paesi preparano meglio i bambini ai lavori del futuro?

    Qualche tempo fa parlavo con un partner di una delle big four della consulenza e mi diceva che dei giovani che arrivano a lui, dopo una lunga e attenta selezione, non ne assumerebbe nessuno. Uno che pretende troppo? Non sembra a dare uno sguardo ai risultati di un paper dell'Hamilton Project, un gruppo di ricerca economica del Think tank americano Brookings Institution. A quanto pare i manager, che si trovano nella posizione di fare assunzioni, lamentano nei neo laureati la carenza sia delle cosiddette hard skills (o altrimenti definite cognitive skills) sia delle soft skills (non-cognitive skills). Nel dettaglio meno del...

14 Novembre 2017

Diva Moriani: "La legge Golfo-Mosca andrebbe reiterata"

    "Il pericolo di tornare indietro c'è, a mio avviso. Per questo sono a favore della proposta di reiterare la legge sulle quote di genere nei consigli di amministrazione delle società quotate e partecipate pubbliche". Diva Moriani, vicepresidente esecutivo IntekGroup, vicepresidente di KME AG, membro del consiglio di sorveglianza di KME Germany Gmbh e membro dei board di ENI, Assicurazioni Generali e Moncler (oltre che dei cda Dynamo Academy, Fondazione Dynamo e Associazione Dynamo Camp onlus), non ha dubbi sulla necessità di prolungare la legge 120/2011, che prevede al secondo e terzo rinnovo dei board dall'entrata in...

11 Ottobre 2017

Ue, donne più vicine agli uomini ma restano meno potenti e più impegnate (Eige)

      Un miglioramento di 4,2 punti in dieci anni. Un nulla, quindi. E' il risultato che emerge dall'analisi del Gender Equality Index 2017 di Eige (European Institute for Gender Equality). L'indice a livello europeo è salito, infatti, a 66,2 punti su 100 nel 2015 contro i 62 punti del 2005, con un'accelerata nell'ultimo triennio. Certo un panorama non particolarmente roseo. Il rapporto, presentato oggi a Bruxelles, conferma i Paesi del Nord Europa alle prime posizioni, con Svezia e Danimarca che svettano. L'Italia, passata dal 26esimo al 14esimo posto in classifica, è stata, però, menzionata come Paese in cui il...

02 Ottobre 2017

Cosa succede in un minuto su internet?

    Se nel 2008 ci avessero detto che Microsoft avrebbe comprato, otto anni più tardi, LinkedIn per 26,2 miliardi di dollari, stabilendo un nuovo record nelle acquisizioni di società, forse ci saremmo fatti una bella risata. E invece, è successo, perché nel 2016 LinkedIn, fondata nel 2002, poteva contare su 430 milioni di utenti nel mondo, in aumento del 19% nell'ultimo anno. Poca cosa, ammettiamolo, se si confrontano con i numeri di Facebook, che ha da poco annunciato di poter contare 2 miliardi di utenti connessi al mese. Vale a dire una persona ogni quattro sulla terra. Il 25%. Un numero spaventoso. I numeri degli utenti...

25 Settembre 2017

Le donne nella scienza? Ancora mosche bianche (ma per poco)

    Due foto a confronto a distanza di 90 anni. La prima (in basso) è stata scattata nel 1927 durante il Congresso di Solvay a Bruxelles e ritrae 28 scienziati uomini e una sola donna, Marie Sklodowska Curie. La seconda (in alto) è stata scattata quest'anno per l'Università di Trento e la Società Italiana di Fisica: nel cortile del Polo scientifico e tecnologico Fabio Ferrari di Trento il fotografo Giovanni Cavulli ha immortalato 28 fisiche italiane e un solo uomo (il professor Guido Tonelli dell'Università di Pisa). Una provocazione più che una fotografia della realtà. Resta, infatti, esiguo il numero delle donne nelle...

20 Settembre 2017

Numeri e sigle non misurano la vita dei bambini in classe

    “Le maestre mi insegnano a leggere e dopo posso leggere da solo Paperinik?”. E’ un soldo di cacio appeso a una cartella enorme dai colori sgargianti. Nel suo primo giorno di scuola sta attaccato alla gonna della mamma davanti al cancello e la guarda da sotto in su in attesa di un sorriso e della risposta, prima del suono della campanella. Ognuno dei quasi nove milioni di bambini e ragazzi, fra i 3 e i 18 anni, che sono tornati sui banchi questo settembre porta con sé le stesse attese, la stessa domanda, la stessa speranza. Varcare il portone d’ingresso, per loro, vuol dire entrare in un mondo altro, che non ha i...

19 Settembre 2017

Le donne in finanza battono gli uomini per performance. Dati alla mano!

    Tutta questione di performance, in finanza. E se è così, stavolta le donne hanno segnato un punto a loro favore: i fondi hedge gestiti da vertici al femminile hanno registrato performance doppie rispetto a quelli gestiti da colleghi uomini. L’indice Hfrx Women, che ha un panel di fondi gestiti da donne, ha registrato nei primi sette mesi dell’anno una performance del 9,95 per cento contro il 4,81 per cento dell’indice Hfri Fund Weightes Composite, che raccoglie tutti i fondi indipendentemente dalla strategia e dal genere del gestore. Non solo, i primi hanno una performance superiore ai secondi anche nell’arco del...

13 Settembre 2017

Ma c'è davvero di che gioire per l'occupazione femminile al 49,1%?

    Il dato sull'occupazione femminile è da record. Eppure c'è poco da festeggiare. "L'occupazione femminile è cresciuta di 1,6 punti percentuali rispetto al 2008. Ma  dobbiamo gioire del fatto che siamo ancora sotto la soglia del al 50% del totale e che abbiamo un gap enorme rispetto ad altri paesi europei?" sottolinea la statista Linda Laura Sabbadini, proseguendo poi: "Dobbiamo guardare i numeri e cercare di capire cosa sta succedendo. Siamo in una fase importante di ripresa, che però si è stabilizzata e ha un'intensità bassa. Il Pil italiano è ancora 6 punti sotto il 2008, mentre il Pil dell'Eurozona è già tornato...