Francesco Dell'Acqua

Vivo a Milano, la mia città. Uso il gel per capelli, convinto che prima o poi tornerà di moda. Partito dalla filosofia ermeneutica, da diversi anni sono autore televisivo, e appena posso gioco con la mia immaginazione. Non ho né fidanzato né figli, tranne quando gioco con la mia immaginazione. Sempre curioso di quello che non conosco, sono un normale equilibrio di difetti incastrati tra loro. E va bene così. Mi batto da quando sono nato perché tutte le diversità abbiano uguali diritti. Compresa la mia. Attivista per le Unioni Civili al fianco di Monica Cirinnà. Non tollero la parola “tolleranza”. Perché si tollerano le zanzare, le persone si rispettano. Su twitter: @fraqqua.
11 Settembre 2017

Milano sempre più arcobaleno: nel 2020 la convention internazionale del turismo LGBT

  Dopo Toronto nel 2018, e New York City nel 2019, nel 2020 sarà probabilmente una città italiana ad ospitare la convention internazionale del turismo LGBT: Milano. La notizia arriva via tweet dall’account ufficiale del Comune: “Milano si candida a ospitare nel 2020 l'incontro dell'International Gay and Lesbian travel association”. Un comunicato stampa spiega meglio di cosa si tratti: organizzato ogni anno dall’ILGTA (International Gay and Lesbian travel association) è un evento con “centinaia di imprese turistiche e istituzioni pubbliche internazionali provenienti da oltre 80 Paesi nel mondo,  per una...

28 Agosto 2017

Estate 2017: un caso di omofobia ogni tre giorni. E se non fosse solo un male?

  Manca meno di un mese alla fine, ma possiamo già affermare che tra le cose per cui verrà ricordata questa estate 2017, c’è anche l’opprimente ondata di omofobia che ha colpito l’Italia al nord come al sud. Il caso mediaticamente più eclatante accade l’ultima settimana di luglio, quando una coppia gay di Napoli si vede rispondere così dal titolare della guest house di Santa Maria (Calabria), dove ha deciso di passare l’estate: “importante e mi scuso se posso sembrare troglodita, ma non affittiamo a gay e animali. Scusi ancora”. La coppia cancella la prenotazione, denuncia l’accaduto all’Arcigay di...

31 Luglio 2017

Come dire a tua figlia di 5 anni che sei gay

  "Gay è quando due persone, due ragazzi o due ragazze, uomini o donne, hanno un forte legame e si amano recirpocamente. Io e la mamma siamo gay". Così Ebony ha spiegato in un video a sua figlia Olivia, 5 anni, non solo il significato di questa parola, ma anche il rapporto che ha con l’altra sua mamma, Denise. “Perchè io e la mamma siamo gay?” “Perchè siete due ragazze”, Olivia dimostra di avere capito immediatamente quello che la mamma le ha detto. Ebony vuole preparare Oliva al mondo che c'è fuori dalla sua casa, ai pregiudizi che inevitabilmente incontrerà verso la sua famiglia. Un'ansia che purtroppo...

17 Luglio 2017

Ecco "Sam": la bambola transgender che spiega ai bambini la disforia di genere

    Vi presento Sam: il primo giocattolo didattico transgender al mondo, creato per spiegare ai bambini (e non solo) cosa sia la disforia di genere attraverso il gioco. Il progetto è della “Gender Creative Kids”, organizzazione canadese che ha lo scopo di sostenere ed affermare nella scuola, in famiglia e nella società i  “Gender Creative Kids”: bambini che identificano ed esprimono il loro genere in modi diversi da quelli che socialmente ci si aspetterebbe. “Speriamo di trasformare il mondo in un luogo sicuro, inclusivo e gioioso per tutti i bambini”, questo lo scopo dell’organizzazione, lo stesso con cui è...

03 Luglio 2017

Rainbow Flag: perchè l'arcobaleno è il simbolo della comunità LGBTI in tutto il mondo

"Rainbow is the new black". Con questa campagna (che si rifà al titolo di una famosissima serie tv) Netflix ha letteralmente colorato Madrid per celebrare il Word Pride 2017. Un claim che ha del vero, considerando che la bandiera arcobaleno è da otre trent’anni il simbolo più conosciuto e rappresentativo della comunità LGBTI mondiale. L’unico in grado di comunicare immediatamente i concetti di orgoglio e rivendicazione dei diritti delle persone omo-bi-trans-intersessuali. Qualche esempio? Ha colorato la Casa Bianca il giorno della storica sentenza con cui la Corte Suprema ha introdotto il matrimonio egualitario negli Stati...

19 Giugno 2017

Gli omofobi nascosti nelle pagine social, i gay in piazza alla luce del sole

Si chiamano Pride Reaction, sono le nuove “reazioni arcobaleno” che Facebook ha messo temporaneamente a disposizione per sostenere e celebrare il mese dell’orgoglio LGBTI. Per vedersi attivata questa reaction bisogna mettere “like” alla pagina LGBTQ@Facebook. In questo modo, al classico “mi piace” e alle altre reazioni standard, si aggiungerà come opzione anche l’arcobaleno, che, se cliccato, comparirà in piccolo sotto post, foto o status. Un modo per manifestare il proprio orgoglio in modo social, sia come approvazione (in aggiunta a qualcosa che si condivide) sia come contestazione (per opporsi con un rainbow ad un...

29 Maggio 2017

Il "first gentleman" tra le "first lady": la parità di genere passa per i matrimoni omosessuali.

Questa foto ha fatto il giro del mondo. Scattata in Belgio, ritrae le “first lady” che hanno accompagnato i loro consorti primi ministri al vertice Nato di Bruxelles. Come si può immediatamente notare, tra queste eleganti signore, spicca, in alto a sinistra, un altrettanto elegante signore, in giacca e cravatta: è Gauthier Destenay, marito di Xavier Bettel, il premier lussemburghese. Sposati dal 2015 (pochi mesi dopo l’entrata in vigore del matrimonio egualitario nel cattolicissimo Lussemburgo), non è la prima volta che il Primo Ministro e il suo consorte partecipano insieme ad un evento ufficiale tra capi di Stato. Era già...

01 Maggio 2017

"Anche io vorrei essere più gay". Perché è giusto trasformare la rabbia in felicità.

"Sai Fra, a volte anche io vorrei essere più gay". E' la frase che Matteo, un giovane tecnico, “eterosessualissimo” nei gusti, modi e linguaggio, mi ha buttato lì, al rientro di una breve pausa passata scherzando, di una comune e faticosa giornata lavorativa. Segue mia faccia basita, a cui segue sua precisazione: "No no aspetta, mi piace sempre la…, però vorrei essere più leggero, capace di scherzare di più, come fate voi, perché io quando lavoro con voi sto benissimo". Preciso. Io ho la fortuna di fare un lavoro creativo, uno di quelli in qui “ciò che sei”, il tuo modo di essere, caratterizza e qualifica anche...

17 Aprile 2017

Cecenia: omosessuali perseguitati, torturati e uccisi. Le petizioni per fermare l'orrore.

Le notizie arrivate in questi ultimi giorni dalla Cecenia sono a dir poco raccapriccianti, e fanno tornare alla mente un passato nemmeno troppo remoto che ha fatto dell’Europa il teatro di orrori e persecuzioni inenarrabili. Tutto inizia dalla denuncia del giornale indipendente russo Novaya Gazeta. Raccogliendo alcune testimonianze di vittime riuscite a fuggire, la giornalista Elena Milashina (collega e amica di Anna Politkovskaja oltre che vincitrice nel 2014 del Women International of Courage Award consegnatole da Michelle Obama) racconta in un articolo come in Cecenia sia in atto una vera e propria persecuzione di uomini...

03 Aprile 2017

Tutti quei cuori fuggiti lontano: ragazzi partiti per avere diritti

Ricordo anni fa uno spettacolo di Moni Ovadia. Raccontava che la differenza tra la mamma ebrea e quella napoletana è che la mamma ebrea dice al figlio “se te ne vai, mi uccido”, mentre quella napoletana “se te ne vai, t'accir!”. Ecco, se questa differenza è vera, mia mamma, napoletana per nascita, con un cuore grande quanto il Vesuvio, è stata sempre un incrocio tra Posillipo e Israele. A vent’anni o giù di lì, primi viaggi in giro per l’Europa e primo viaggio a Berlino, senza cellulare da una cabina a scheda le raccontavo tutti i giorni quello che vedevo: la libertà dei ragazzi che si tenevano per mano per strada,...