Enza Moscaritolo

Mi piace comunicare e creare ponti e relazioni vere, perché credo negli incontri e nelle persone. Sarà forse per questo che faccio questo mestiere per professione e per passione. Ho iniziato occupandomi di volontariato e di associazioni, soprattutto a Sud, per raccontare questa terra che amo. Poi sono passata alla radio, un grande amore che non si può dimenticare. La musica è la mia ispirazione quotidiana. Per questo ho scelto questo nickname Su Twitter: @meamusic
15 Maggio 2018

Migranti, oltre 14mila minori non accompagnati in Italia

    È un lavoro silenzioso, gratuito, impegnativo eppure altamente gratificante. Sono i tutori volontari dei minori stranieri non accompagnati, figura nata circa un anno fa nel nostro ordinamento con la “Legge Zampa” (L. 47 del 7 aprile 2017), dal nome della prima firmataria Sandra Zampa. Dodici mesi sono, dunque, un tempo proficuo per tracciare un primo bilancio di questo intervento e per rilanciare in avanti una sfida che oggi più che mai sollecita le politiche in favore dell’infanzia e dell’adolescenza e provoca le nostre coscienze. La figura del “tutore volontario” è stata proposta e sostenuta...

01 Maggio 2018

Lea Garofalo, simbolo del coraggio delle donne e delle madri

  «Lea Garofalo ha fatto da apripista. Oggi stiamo assistendo ad un fenomeno nuovo e in crescita, le mamme degli ‘ndranghetisti chiedono di salvare i loro figli da un sicuro destino di killer o di vittime e dal loro contesto familiare, chiedendo di mandarli lontano. Il loro coraggio è una rivoluzione copernicana che sta scardinando un sistema dall’interno. Ed è stata Lea Garofalo, con il suo esempio, a dare il là a questo percorso».   Don Andrea Bigalli, coordinatore Libera Toscana, spiega in poche battute il ruolo di Lea Garofalo che ogni anno il 21 marzo viene ricordata nella Giornata della Memoria e dell’Impegno...

22 Aprile 2018

#Liberadiessere, ovvero Nellie Bly la prima reporter sotto copertura d’America

  E’ un mondo in grande trasformazione. Un mondo in crisi, eppure in fermento, in cui si accorciano le distanze. L’innovazione tecnologica compie progressi sempre più rapidi in grado di cambiare la vita delle persone, mentre i grandi flussi migratori provenienti dai paesi più poveri monopolizzano il dibattito nell’opinione pubblica. Non è l’Europa – o l’Italia – del 2018,  ma l’America di fine Ottocento. Non sembra che sia cambiato granché, in fondo, pur essendo trascorso più di un secolo e mezzo. E le donne? Possono aspirare ad un bel matrimonio, certo. Le più temerarie intenzionate a intraprendere la...

17 Aprile 2018

A Taranto si parla della pace e della salute dei bambini e delle madri migranti

  Sempre più spesso quando si parla di Taranto, il pensiero corre ai bambini e alla tutela della loro salute. Questa volta, però, la terza città più grande del Sud costituisce l’occasione, lo spunto per parlare della salute di quei bambini – spesso invisibili – che arrivano da lontano, spesso su barconi malmessi, scappando dalla guerra e mettendo a rischio le loro giovani vite. Dopo Vancouver, Beirut, Coventry e Sidney, fa tappa anche in Italia la Presidential Peacebuilding Conference 2018 per parlare di «La tutela della madre e del minore migrante» i prossimi 27 e 28 aprile, organizzata da tutti i distretti italiani di...

03 Aprile 2018

Promozione in gravidanza? Si può!

  Alzi la mano chi crede che sia possibile – o altamente probabile – ricevere una promozione in gravidanza. Siamo in Italia e purtroppo conosciamo bene le statistiche che ci riportano ben altre vicende, tra cui quelle delle frequenti dimissioni, di cui anche AlleyOop si è occupata qui. Sappiamo bene, infatti, che nella maggior parte dei casi è già tanto riuscire a conservare il posto e le mansioni svolte regolarmente prima del congedo obbligatorio. La storia di Giovanna Vaira, foggiana trapiantata a Trieste per amore, manager in Wartsila Italia, invece, è di quelle che infondono coraggio e speranza. Giovanna ha ricevuto una...

20 Marzo 2018

Sindrome di Down: occorre una nuova comunicazione

    In questi tempi di #hashtag, di cancelletti che aprono e chiudono conversazioni, ho chiesto a Nicoletta Iacobacci, esperta di etica e comunicazione quali potrebbero essere le parole chiave per descrivere la Giornata Mondiale della Sindrome di Down del 21 marzo. La risposta è stata: #Rispetto, #Umanità, #Mettereallaprova, #Autonomia. Quattro pilastri. «A livello di comunicazione sicuramente si può registrare un cambiamento – commenta Jacobacci – rispetto agli anni passati, perché gradualmente è stata data la possibilità alle persone con sindrome di Down di mettersi alla prova, di dimostrare la qualità del...

06 Marzo 2018

#WomeninTech, eccellenze italiane nella tecnologia

    Si fa presto a parlare di parità di genere. Spesso anche con espressioni altisonanti e proclama solenni talvolta tradotti in un nulla di fatto. In effetti, la strada da percorrere è ancora lunga, sia in Italia che nel resto del mondo, come ricorda il World Economic Forum che introdusse per la prima volta nel 2006 il Global Gender Gap Index. Ogni anno il WEF stila un report in cui mette a confronto i percorsi e i progressi (eventuali) di 144 paesi verso la parità di genere attraverso quattro dimensioni tematiche: partecipazione economica e opportunità, risultati scolastici, salute e sopravvivenza e potenziamento politico....

20 Febbraio 2018

#Duedidue: le due vite di Germana Giordano Middleton, avvocata italiana penalista a New York

    Da Bari a New York. Due nazioni cui appartenere. Due lingue da parlare fluentemente, per gli affetti e per lavoro. Due decenni – venti anni in tutto dal 25 gennaio 1998 – appena festeggiati in studio con una cliente, davanti ad un cupcake sormontato da una candelina. La storia di Germana Giordano Middleton si sposa perfettamente con il tema del mese di febbraio di AlleyOop, #Duedidue. In lei convivono e si allineano due vite, celebrate ogni giorno con entusiasmo e la voglia di farcela, come se fosse il primo giorno. La vita di Germana Giordano Middleton scorre, ogni giorno sempre diversa, come le puntate di “Law&Order...

27 Gennaio 2018

#GiornatadellaMemoria: Etty Hillesum e la forza della vita in un campo di prigionia

    «Ma cosa credete? – aveva esclamato Etty – credete che io non veda il filo spinato, non veda il dominio della morte? Li vedo. Ma vedo anche uno spicchio di cielo. E questo spicchio di cielo, ce l’ho nel cuore. E in questo spicchio di cielo che ho nel cuore, io vedo la libertà e la bellezza». Era il 23 maggio 1943. Etty è Etty – Esther - Hillesum, forse la voce più importante che ha provato a raccontare l’Olocausto, dopo quella di Anna Frank. Come quest’ultima, anche la Hillesum scrisse un diario ad Amsterdam, un resoconto dettagliato di eventi, storie e vicende che vanno dal 1941 al 1942 e un...

23 Gennaio 2018

#IOSTOCONPAOLO: l’energia di chi non si arrende alla SLA

    L’energia di Paolo Palumbo, venti anni, il più giovane malato di SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) d’Italia, è contagiosa persino al telefono o via chat. Improvvisamente ci si sente coinvolti, sollecitati, invogliati a fare qualcosa, a telefonare, ad avvisare amici, parenti e conoscenti senza nemmeno saper dare una spiegazione a tale forza inarrestabile che non arriva -  sia chiaro - da una richiesta esplicita, ma dal coraggio dell’esempio di chi si è rimboccato le maniche anche di fronte ad una situazione che possiede tutte le caratteristiche per essere definita drammatica. E’ una potenza inarrestabile che...