Alley Oop


L’altra metà del Sole

20 Gennaio 2018

IRONmamma è possibile: la storia di Claudia Gnudi

scritto da

      "Vedi, nella vita non si ottiene niente senza un po' di sacrificio, non si ottiene niente se non ci metti la faccia, se non ci provi, se ti fermi prima di iniziare, se ti fermi ai primi intoppi, invece devi avere sempre lo sguardo avanti, diritto verso la meta e solo così riuscirai a raggiungerla".   Una mamma prende per mano la sua bimba mentre sta concludendo la sua corsa e le sussurra queste parole. La bimba stringe forte la mano della mamma e sorride mentre insieme corrono gli ultimi metri al traguardo. La mamma è Claudia Gnudi, classe 1975, presidente di una società di triathlon (Inuit Triathlon Abruzzo),...

19 Gennaio 2018

Il segreto del multi-shifting per trovare del #tempoperme

scritto da

    Togliamoci il dubbio una volta per tutte: il multitasking non esiste, non è fisicamente possibile per il nostro cervello. Possiamo dedicare attenzione a una sola cosa alla volta, possiamo farne due solo se l’altra va in automatico, ossia “non richiede attenzione”, e quindi occupa porzioni di cervello differenti dalla corteccia prefrontale. La notizia sembra disastrosa: alla perenne ricerca di tempo extra, la possibilità di fare più cose insieme ci sembrava l’unica strada per la sopravvivenza. Ma è sempre il cervello a darci la soluzione. Le ricerche scientifiche rivelano infatti che, quando cerchiamo di...

19 Gennaio 2018

Un’astronave su strade di luce. L’arte di Lucio Fontana all’Hangar Bicocca

scritto da

      Non solo noi fan di Star Wars subiamo il fascino irresistibile dello spazio, anche uno dei grandi artisti di quello che ormai è il secolo scorso, Lucio Fontana (Rosario 1899 – 1968 Varese), ne era letteralmente stregato, riteneva la sua conquista da parte dell’uomo un punto di svolta e sognava (per citare la storica sigla di Star Trek) “di giungere là dove nessun uomo è mai giunto prima”. Che non sia io irriverente lo può constatare facilmente chi si rechi in zona Bicocca a Milano, in una delle tappe canoniche per gli amanti dell’arte contemporanea, vale a dire all’HangarBicocca, dove è in corso...

18 Gennaio 2018

Troppo umani, quasi alieni. Rick Owens alla Triennale di Milano

scritto da

      L’ingresso alla mostra è scenografico, primordiale. Una fessura gigantesca in un muro bianco, un taglio di buio nella luce che ci lasciamo alle spalle. Per entrare a visitare la retrospettiva dedicata a Rick Owens alla Triennale di Milano, è chiaro fin dall’inizio che bisogna essere disposti a procedere in un luogo nuovo e brutalmente affascinante. Anche non conoscendo nulla di questo artista prestato alla moda, varcata la soglia l'impatto visivo ci trascina immediatamente in un'atmosfera rarefatta, museale, dove gli oggetti da osservare però provengono dal futuro. Lungo il percorso ci accompagna una scultura...

18 Gennaio 2018

Il potere dell'educazione affettiva: la gentilezza come scelta

scritto da

“Quando ti viene data la possibilità di scegliere se avere ragione o essere gentile, scegli di essere gentile”. E’ una frase del Dr Wayne W. Dyer, uno psicoterapeuta americano, che continua a ritornarmi in mente, da quando l’ho sentita recentemente nel film “Wonder” (di cui abbiamo parlato anche qui). Scegli di essere gentile. Ne è convinto anche August, il bambino protagonista, affetto da una grave patologia congenita, costretto a subire decine di operazioni e a convivere con un aspetto fisico considerato “non normale”. La famiglia vive con ansia l’inserimento del proprio figlio al primo anno di scuola media,...

18 Gennaio 2018

Caro Giudice, le mani addosso non sono uno scherzo, sono una molestia

scritto da

    Alla fine di tutti i #metoo, di tutte le campagne, dei vestiti neri ai Golden Globe, della Deneuve e dei suoi fischi, dell’Argento e dei suoi pugni chiusi… alla fine di tutto arriva un giudice del Tribunale di Vicenza che sdogana come goliardata (e dunque non punibile come molestia) la pubblica e ripetuta manata sulle chiappe di un capo alla sua sottoposta. “Maddaii, scherzava, non te la prendere”. Più o meno è questo il messaggio contenuto nella sentenza del magistrato che non tiene conto del fatto che, in generale, le chiappe di un collega non sono la palestra su cui sgranchire le dita al fine di evitare la...

17 Gennaio 2018

The end of f***ing world, anche gli adulti sono adolescenti

scritto da

    The end of f***ing world è una delle più recenti serie tv distribuite da Netflix, amata, odiata, molto chiacchierata. Se ne può leggere un po' dappertutto. La serie è tratta da una graphic novel e racconta le storie che nascono dall'incontro di Alyssa e James, due adolescenti inglesi che, anche se rappresentati come borderline, sono semplici epigoni di generazioni di adolescenti turbati e inquieti. Descritta come una dark novel, un racconto di formazione on the road o una prova di black humor, The end of f***ing world è anche - forse soprattutto - la fotografia di una generazione di adulti in maschera. Assenti o...

17 Gennaio 2018

Flat sharing e social housing: coinquilini a 40 anni

scritto da

    Nel film Poveri ma belli di Dino Risi due personaggi condividono la stessa stanza in un appartamento senza incontrarsi mai. Era il 1956 e in quegli anni le convivenze tra giovani erano un passaggio obbligato dagli spostamenti in città in cerca di lavoro, come oggi si va “fuori sede” per studiare. Con gli anni il flat sharing ha assunto connotazioni sempre più romantiche, legate alla giovinezza, al divertimento, all’amicizia. Chi non ricorda le sit-com Tre cuori in affitto e Friends, che in due momenti storico-economici differenti hanno pennellato due generazioni che della convivenza hanno fatto un rito di...

16 Gennaio 2018

#Tempoperme: mi faccio bella e lo condivido

scritto da

    Trovare il tempo per fare quelle cose che ci fanno sentire più belle. Quelle che spesso vengono considerate degli extra ma che in realtà ci aiutano a vivere meglio con noi stesse e con gli altri. Se per alcune donne prendersi cura di sé fa parte di una routine (i dati Istat ci dicono che in Italia le donne tra i 25 e i 64 anni dedicano al tempo libero il 9,9% delle loro giornate ), per molte altre si tratta di veri e propri momenti di fuga da ritagliarsi con fatica, senza scadenze precise, intrappolate come sono tra mille incombenze quotidiane. Può trattarsi di un giro di shopping, un salto dall'estetista di...

16 Gennaio 2018

Rebel Architette, i volti femminili dell’architettura italiana

scritto da

  Il 2017 è sicuramente un anno da ricordare per le professioniste italiane dell’architettura. Prima per il timbro ufficiale “Architetta” approvato dall’Ordine degli Architetti di Bergamo su richiesta di Silvia Vitali, assieme alle colleghe Francesca Perani e Mariacristina Brembilla, poi per un importante progetto di catalogazione online delle professioniste del settore – RebelArchitette – ideato proprio da Francesca Perani, 45 anni, architetta, docente allo IED di Milano. Da dove nasce quest’idea? “Nel 2010 ero consigliera e vicepresidente dell’Ordine degli Architetti di Bergamo e proprio in quel periodo...