18 Aprile 2018

Lavoro: qual è l'unica abilità di cui avranno bisogno i bambini nel futuro?

scritto da

    Quanto coltiviamo la creatività nei nostri figli? Una domanda non da poco se si guarda al futuro del mercato del lavoro. Il World Economic Forum ha da poco pubblicato il Human Capital Report con il sottotitolo "Preparare le persone per il futuro del lavoro" mettendo in luce le divergenze tra quanto i bambini apprendono a scuola attraverso le materie tradizionali e consolidate dal sistema scolastico e quelle che invece dovrebbero essere sviluppate per mantenere alto e attivo il potenziale creativo di ciascun bambino. Quanti modi conoscete per utilizzare una semplice graffetta? La maggior parte di noi adulti forse conosce...

07 Febbraio 2018

Aziende alla ricerca di competenze filosofiche

scritto da

    Dopo tutti i discorsi pronunciati dai leader del mondo nel World Economic Forum di Davos e tutte le parole scritte a valle del summit, rimangono i numeri che raccontano la situazione reale del pianeta. E non sono numeri incoraggianti. Ne bastano due o tre per farsi un’idea della situazione. La disuguaglianza aumenta: la ricchezza mondiale è in mano all’1% della popolazione, che si arricchisce sempre di più. Secondo l’ultimo rapporto Oxfam, l’82% dell’incremento di ricchezza netto registrato nel mondo tra marzo 2016 e marzo 2017 è finito nelle loro tasche. E sappiamo che denaro significa potere. Non...

31 Gennaio 2018

Quei 63 milioni di donne indiane che mancano all'appello

scritto da

63 milioni sono più o meno gli abitanti dell'Italia. E 63 milioni sono anche le donne che mancano all'appello in India. Secondo il rapporto annuale sullo stato dell'arte dell'economia nazionale del governo di New Delhi, pubblicato lunedì, sta scritto nero su bianco che in India ogni mille uomini ci sono 943 donne soltanto. È come se una popolazione di donne grande quanto l'Italia non avesse mai visto la luce. Colpa degli aborti selettivi, che sono vietati di diritto ma praticati di fatto, dicono le autorità. Talmente preoccupate dal fenomeno che hanno scelto il colore rosa per la copertina del rapporto annuale sull'economia, e...

24 Gennaio 2018

Le buone intenzioni di Davos tradite dai fatti

scritto da

  Christine Lagarde, numero uno del Fondo monetario internazionale, ha commentato il calcio di inizio del Forum di Davos, ieri, con un gioco di parole. «Finally a real panel, not a manel»: finalmente un panel rappresentativo della realtà, non uno fatto di soli uomini. Man-el, appunto. La direttrice del FMI si riferiva al fatto che per la prima volta in 48 anni di storia del meeting, l'edizione 2018 del World Economic Forum di Davos ha scelto solo donne (nella foto) per il proprio comitato di indirizzo. La gender parità ha effettivamente un posto di rilievo nel programma di quest'anno del meeting. E sempre ieri, il primo...

15 Gennaio 2018

Dare a Cesare quel che è di Cesare, è tanto difficile se Cesare è donna?

scritto da

    Per me va bene così, da un punto di vista personale. Se non mi si chiedono pareri mi si fa un favore, ma certo che la questione è intrigante. Questa ricerca evidenzia che le economiste, quando scrivono un nuovo saggio, richiedono l'opinione e i consigli dei colleghi e presentano i loro risultati più spesso, e a più persone, di quanto non facciano gli economisti. Ma pur partecipando ad un maggior numero di network, e offrendo i loro commenti più spesso dei colleghi di sesso maschile, sono, alla prova dei fatti, meno citate e meno ringraziate di loro. Gli economisti non chiedono l'opinione delle colleghe o, se lo fanno,...

05 Gennaio 2018

E' bianca, pacifica e coraggiosa, la rivoluzione che l'Italia non ha

scritto da

    L’Iran è un Paese profondamente diverso dall’Italia: qui dagli anni ’70 le donne hanno perso, insieme a molte altre libertà, anche quella di vestire come vogliono. Dal 2014, la reazione non violenta viene manifestata ogni settimana, nei cosiddetti “mercoledì bianchi” lanciati dal movimento “My Stealthy Freedom”- ovvero “La mia libertà clandestina”, seguito su Facebook da un milione di persone. Ogni mercoledì chi vuole protestare contro l’obbligo del velo islamico può indossare qualcosa di bianco. In qualcosa, però, questo Paese è simile all’Italia: a un livello di istruzione altissimo (il 59%...

06 Dicembre 2017

Quattro profezie sul futuro del lavoro

scritto da

Mi piace pensare che Blade Runner 2049 è - ancora di più dell'originale di Ridley Scott - la proiezione del mondo che verrà. Quello in cui vivranno i miei nipoti, e che forse anche i miei figli potrebbero fare in tempo a vedere. Prima del 2049 però bisogna passare per il 2025, quando l'Unione europea stima che ci serviranno 7 milioni di nuovi lavoratori nel segmento Stem: scienze, tecnologia, ingegneria e matematica. Ma che mondo del lavoro ci aspetta, per questa - o al più tardi per quell'altra - data? Stephane Kasriel, non necessariamente in quest'ordine di importanza, è il padre di quattro figli, il Ceo del sito di...

01 Dicembre 2017

Le donne sono di moda, ma invitarle ai convegni non basta

scritto da

    Le donne sono di moda, e i vari summit, meeting e convegni si attrezzano adeguatamente - quando con più, quando con meno convinzione – per accoglierle a trattarle bene, o quanto meno “alla pari”. Non sempre però ci riescono, e non per cattiva volontà. Il recente Web Summit consentiva alle donne di entrare pagando metà del costo del biglietto – stile discoteca –, aveva un’ampia area dedicata al progetto “Women in Tech” e ha contato con attenzione quante partecipanti (42%) e quante speaker (35%, ma le moderatrici valgono?) è riuscito a mettere insieme. Ciononostante, non è riuscito a impedire che...

17 Novembre 2017

Davos affida l'edizione 2018 a sette donne: servirà a produrre un pensiero davvero diverso?

scritto da

    “Tutti uguali, vestiti uguali, pettinati uguali: in una parola omologati. E come fa una classe dirigente così a innovare?” Si era chiesta davanti a una platea quasi esclusivamente maschile l’allora ministra dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza nel suo intervento al Forum Ambrosetti a Cernobbio nel 2013. Quest’anno la situazione al Forum Ambrosetti non doveva essere molto migliorata, se la commissaria europea Margrethe Vestager ha iniziato il proprio intervento con un: «Ladies, and gentlemen and gentlemen and gentlemen”. Un vizio tutto italiano, quello di avere al tavolo molte donne quando nel convegno si...

03 Novembre 2017

AAA cercasi disperatamente un Ministero per le Pari Opportunità perdute in Italia

scritto da

    Solo Cipro e Malta in Europa fanno peggio di noi: in tutti gli altri Paesi del nostro continente c’è più parità di genere che in Italia. Non foss’altro che per lo spirito di competizione che ci contraddistingue, sarebbe ora di alzare la testa e provare a cambiare il corso delle cose per le Italiane (e gli Italiani). L’Italia ha infatti perso ben 32 posizioni in un anno nel Global Gender Gap Report del World Economic Forum, posizionandosi 82°, soprattutto a causa di una crescente ingiustizia salariale – chiamarla discriminazione non rende l’idea: stiamo parlando infatti dei diritti basilari di tutti i...