07 Agosto 2018

La tendenza che fa alzare il sopracciglio

scritto da

    Prendi un'icona del pop con quasi 90 milioni di follower su Twitter, prendi una delle riviste di moda più prestigiose al mondo, prendi la cover del suo numero di settembre (la 'September Issue', la piu importante dell'anno): è la ricetta di Vogue UK in questi giorni in edicola.     In copertina, con uno styling dal forte impatto cromatico, spicca il primo piano di Rihanna: labbra amaranto, ed un paio di sopracciglia finissime, così alte e arcuate da ricordare inevitabilmente le dive degli anni '30. Un beauty look forse estremo, che vuole stupire e catturare l'attenzione e dove, considerando il magazine che lo...

11 Settembre 2017

Milano sempre più arcobaleno: nel 2020 la convention internazionale del turismo LGBT

scritto da

  Dopo Toronto nel 2018, e New York City nel 2019, nel 2020 sarà probabilmente una città italiana ad ospitare la convention internazionale del turismo LGBT: Milano. La notizia arriva via tweet dall’account ufficiale del Comune: “Milano si candida a ospitare nel 2020 l'incontro dell'International Gay and Lesbian travel association”. Un comunicato stampa spiega meglio di cosa si tratti: organizzato ogni anno dall’ILGTA (International Gay and Lesbian travel association) è un evento con “centinaia di imprese turistiche e istituzioni pubbliche internazionali provenienti da oltre 80 Paesi nel mondo,  per una...

22 Dicembre 2016

Franca Sozzani, perché il successo suscita più invidia che ammirazione?

scritto da

In moltissimi la ammiravano, la imitavano, la ascoltavano. Come dimostra anche il “Blog del direttore di Vogue Italia”, il blog di Franca Sozzani, scomparsa oggi a soli 66 anni dopo un anno in cui la malattia l’aveva consumata, ma che non le ha impedito di lavorare fino al giorno prima di morire e il numero di gennaio del mensile sarà forse il suo vero testamento. In moltissimi la ammiravano, dicevamo. Ma tanti altri la invidiavano e criticavano, raramente in pubblico, secondo un copione tristemente italico. Non a casa era chiamata la zarina della moda italiana, una definizione ambigua, un complimento solo a metà. Perché molti...

20 Dicembre 2016

Gli stilisti americani contro la First Lady?

scritto da

Nemmeno loro l’hanno presa molto bene. Dopo l’inaspettata elezione di Donald Trump e conseguente arrivo di Melania come nuova First Lady, tanti stilisti americani si sono affrettati a dichiarare che non l’avrebbero vestita, cioè non sarebbero stati disponibili a volare alla Casa Bianca o alla Trump Tower a NY per seguirla nel suo guardaroba istituzionale. Tra i primi, la stilista Sophie Theallet, che aveva vestito Michelle Obama in parecchie occasioni negli ultimi anni, e che ha dichiarato pubblicamente che, in coerenza con i propri valori etici e morali, e contro il politicamente scorretto manifestato da Donald Trump nei...