18 Maggio 2017

Tredici: una serie tv per chi vuole capire bullismo e cyberbullismo

scritto da

Mentre in Italia viene finalmente approvata la legge sul cyberbullismo, che consente ai minorenni al di sopra dei 14 anni di chiedere direttamente ai gestori di siti e social network di oscurare, rimuovere o bloccare entro 48 ore un dato contenuto, senza dover ricorrere agli adulti, impazza sui social la discussione su Tredici (“13 Reasons Why” il titolo originale), la serie tv di casa Netflix tratta da un libro di Jay Asher. Uno spunto interessante e senza retorica sull'adolescenza e sul complesso fenomeno del bullismo. Hannah Backer ne è la protagonista. Una cascata di capelli neri, sguardo vivo e intelligente, un lavoretto in...

26 Aprile 2017

Il 25 aprile, una panchina rossa e la lotta alla violenza di genere

scritto da

Ieri si è celebrato il 25 aprile, festa della Liberazione, per ricordare lo stesso giorno di 72 anni fa, quando l'Italia venne liberata dal fascismo e dall'occupazione nazista. Ma c'è anche chi ha arricchito questa ricorrenza di un significato simbolico in più: la lotta di una città, Lucca, unita contro la violenza di genere. Nel centro toscano, l'associazione di volontariato La città delle donne ha infatti lanciato l'iniziativa 'Non la solita panchina' e ha invitato chiunque volesse parlare dell'argomento o intendesse lasciare una testimonianza anche con la sola presenza a recarsi alla panchina rossa di piazza del San...

24 Aprile 2017

Il super-macho di Kadryrov e le fobie sotterranee: quanto fa riflettere il caso ceceno?

scritto da

“Tu con gli occhi tristi non scoraggiarti, ho capito che è difficile prendere coraggio, in un mondo pieno di gente puoi perdere tutto di vista e l'oscurità dentro te può farti sentire così piccolo. Ma io vedo i tuoi colori veri che risplendono dentro te, vedo i tuoi colori veri ed è per questo che ti amo, quindi non avere paura di mostrarli. I tuoi colori veri, I colori veri sono belli come un arcobaleno”. Era il settembre del 1986 quando Cindy Lauper lanciava nelle hit di tutto il mondo True Colors, il famosissimo singolo che diventerà una degli inni più amati dalla comunità LGBT*, una canzone simbolo che sprona a non...

23 Marzo 2017

Sono la madre di un bullo?

scritto da

E’ di una settimana fa la notizia di un agghiacciante episodio di violenza e bullismo che ha visto finire in carcere quattro minorenni tra i 15 e i 16 anni. Le accuse: concorso in violenza sessuale, riduzione in schiavitù, pornografia minorile, violenza privata aggravata. Agghiaccianti, appunto. E se succedesse a me? Quando si diventa genitori o anche quando si supera una certa età o fase di vita, è inevitabile, cambia il punto di vista. E se prima si riusciva a mantenere una certa distanza da fatti raccontati, l’identificazione diventa quasi automatica e la domanda imprescindibile: “Cosa farei se succedesse a me?”. E il...

08 Marzo 2017

L’otto marzo 2017 è diverso dai precedenti

scritto da

Ospitiamo il contributo di Ottavia Voza, responsabile Arcigay Diritti e Politiche Trans: La piattaforma di rivendicazioni elaborata nell’ambito del movimento “Non una di meno” recupera, con lo sciopero internazionale a cui hanno aderito attiviste di 40 Paesi, il valore politico e culturale dei movimenti femministi degli anni settanta, un percorso verso la conquista del diritto all’autodeterminazione che il carattere rituale e melenso della “festa delle mimose” aveva ampiamente depotenziato. Come donne trans, vittime di una discriminazione multipla, non possiamo non condividere l’approccio intersezionale di questa...

01 Marzo 2017

Investire contro la violenza sulle donne conviene: ogni euro ne frutta nove (WeWorld)

scritto da

Investire contro la violenza sulle donne frutta per ogni euro investito un ritorno di nove euro. E si traduce, dunque, con un investimento iniziale di 84 milioni di euro, in un risparmio per lo Stato e in un aumento della qualità della vita delle donne quantificabili in oltre un miliardo di euro. Dopo aver tirato fuori i dati sul costo sociale che nel complesso si affrontano per i danni della violenza di genere (17 miliardi di euro), a fare i conti sulla convenienza dell’investimento nella prevenzione e nel contrasto del fenomeno ci pensa ancora una volta WeWorld Onlus, un’organizzazione non governativa che si occupa di...

15 Febbraio 2017

Lella Costa: cominciamo ad educare all'uguaglianza fin da piccoli

scritto da

Non è facile riassumere le conquiste delle donne degli ultimi decenni. La più grande conquista è l'avere posto, e continuare a porre, l'attenzione sul punto di vista femminile: in qualunque momento e in qualsiasi occasione. Che si tratti di un bilancio comunale o di come investire le risorse o quali priorità avere a cuore. Questo è sia il grande cambiamento che il grande contributo femminile alla società. Ma abbiamo avuto anche delle clamorose sconfitte. Penso al referendum sulla legge 40 (ndr. "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" del 2005). Una grande affermazione è la presa di parola delle donne. In Italia si...

25 Novembre 2016

#25novembre: Metti una sera a lezione di autodifesa

scritto da

È martedì sera. Una di quelle tipiche serate di tardo autunno da Pianura Padana: fredde umide e nebbiose. Insomma, non è certo un invito ad uscire di casa. Combatto la pigrizia e le lusinghe del divano ed esco per incontrare Sandra e le sue ragazze. Siamo a Osio Sotto, comune in provincia di Bergamo. Sandra Poggio, istruttrice di judo, insegna le tecniche di Mga: il Metodo Globale di Autodifesa. Al suo interno sono racchiuse tecniche prese da altre discipline di combattimento come karate, judo o kick-boxing, che sono state elaborate per essere utilizzate da chiunque, indipendentemente dalla forza o la forma fisica. Si parte con il...

28 Ottobre 2016

Le donne in guerra. Una mostra fotografica a Torino

scritto da

La guerra è una faccenda per soli uomini? Sulla linea del fronte il ruolo delle donne è necessariamente passivo, estraneo all’azione? È vero che le donne soffrono due volte rispetto agli uomini: per loro e per il marito e i figli? Sono solo alcune delle domande che mi ronzano in testa, una volta uscito dalla mostra In prima linea. Donne fotoreporter in luoghi di guerra, in corso a Torino (Palazzo Madama) fino al 13 novembre. Nata da un’idea della reporter di origine croata Andreja Restek, fondatrice e direttrice del quotidiano on line APR news, con lo scopo di smentire la convinzione dominante che ritiene il fotogiornalismo...

21 Luglio 2016

Il welfare aziendale è anche un corso di autodifesa

scritto da

E’ facile indignarsi - e arrendersi come se fosse un male necessario - a ogni notizia di violenza contro il genere femminile. Meno facile è agire per cambiare le cose in un paese in cui lo Stato non è in grado di varare un Piano nazionale antiviolenza efficace. Ma c’è chi non aspetta e si mette all’opera. «Ogni volta che sentivo parlare di un tema delicato come quello della violenza sulle donne mi chiedevo cosa poter fare in quanto azienda, in primo luogo perché sono convinta che in generale le imprese non debbano vivere isolate dal contesto sociale in cui sono inserite e, in più, perché siamo un’azienda formata...