12 Aprile 2018

Consigliera di parità, una strada gratuita per le vittime di molestie e discriminazioni

scritto da

    Siete vittime di discriminazioni di genere o molestie nel lavoro? Oltre alla classica via di rivolgervi a un legale per vedere tutelati i vostri diritti c'è un’altra opportunità, meno nota: ricorrere alla consigliera di parità, una figura che ha il compito  di verificare l’attuazione dei principi di uguaglianza e di pari opportunità. La consigliera, che è un pubblico ufficiale, può anche andare in giudizio a supporto di chi ha subito discriminazioni. Si tratta tuttavia di  una strada poco battuta, un istituto gratuito ma poco conosciuto. E, soprattutto, si tratta di una figura, spiegano le consigliere di...

05 Aprile 2018

La paternità non è dei padri, è di tutti

scritto da

  Lo scorso 19 marzo, festa del papà, e nei giorni immediatamente prima e dopo, c'è stata un'ampia fioritura di testimonianze e iniziative a sostegno del "dramma" dei padri separati.  Inutile riportare qui i link alle fonti esterne, basta fare una ricerca con Google. Fra le molte cose che troverà chi avrà voglia di cercare si noterà l'apertura di co-housing a Parma e Ascoli Piceno per padri separati e impoveriti, la nascita di un'associazione a tutela dei loro diritti in Sicilia, un corteo a Genova. Al centro sempre la questione economica, come specifica anche Giorgia Meloni nella sua pagina Facebook.   Il tema è...

30 Marzo 2018

Care ragazze, io “non ce l’ho fatta”, e vi spiego perché

scritto da

    Si sente sempre più parlare di donne: sui media, nei convegni e sui social. L’ondata è quasi travolgente: la questione sembra aver raggiunto la dimensione di “massa critica” e straborda in ogni settore: si contano le donne in politica, si assegnano le prime poltrone “importanti”, ci si annotano le promesse non mantenute, le copertine delle riviste sono piene di role model, fioriscono liste di esperte per ogni materia e professione. Donne intorno ai 40 anni che si sono guadagnate carriere luminose, donne che “ce l’hanno fatta”. Nonostante l’enorme impegno di conquistarla, quella poltrona, e poi di...

23 Marzo 2018

Elena Ferrante dalla parte delle donne, anche quelle... cattive

scritto da

    Da qualche mese, Elena Ferrante (pseudonimo usato da Anita Raja) tiene una rubrica settimanale sul Guardian. Racconta l’Italia, ma anche, e con decisione, il punto di vista femminile. L’ultimo articolo ha ricevuto decine di commenti critici dai lettori britannici, tra cui la domanda: “Forse sarà così in Italia? Non da noi!”. Che cosa ha suscitato tanta indignazione? In cinque brevissimi paragrafi, Ferrante ha scolpito nella pietra la condizione femminile (in Italia? Forse, ma non solo), senza preoccuparsi di smussare gli angoli. Se potessi incontrarla, vorrei dirle che capisco come un linguaggio così netto abbia...

19 Marzo 2018

Perché alle donne importa così poco guadagnare la metà degli uomini?

scritto da

    La conoscenza è potere. O così almeno si crede che possa essere. Per questo l'amministrazione Obama prima e poi il governo britannico hanno messo in atto misure affinché le aziende rendessero note le remunerazione per spaccato di genere. E così si è saputo, ad esempio, che per  ogni sterlina guadagnata da un uomo, una donna in busta paga ci trova 41 centesimi. È questa la proporzione delle remunerazioni nel gruppo bancario internazionale HSBC, che in Gran Bretagna si riscopre campione di disparità salariale fra uomini e donne. Il gruppo ha una differenza media di stipendio del 59% a favore dei dipendenti uomini. Una...

15 Marzo 2018

Quando l'Italia parla di Pari Opportunità all'Onu

scritto da

            Intervento alla 62ma Conferenza internazionale sullo Stato delle Donne presso le Nazioni Unite (CSW62) del 14 marzo a New York Signora Presidente, Signori Relatori, Distinti Delegati, Sono lieta di essere qui oggi a rappresentare la posizione del Governo italiano in merito ad un tema sensibile quale quello della partecipazione e accesso delle donne ai media e alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione come strumento per il progresso e l'emancipazione delle donne. La promozione dell’uguaglianza di genere e l’emancipazione di tutte le donne e le ragazze sono riconosciute,...

15 Marzo 2018

Donne e quote, Marcegaglia promuove la legge Golfo-Mosca: "Si vada avanti"

scritto da

    «A livello internazionale è cambiata la narrativa sull’empowerment femminile. Prima se ne parlava soltanto in una logica di equità, di donne donne vittime. Oggi si parla di uguaglianza tra uomini e donne come miglior modo per scoprire talenti e aumentare la capacità di crescita e di progresso: è un boost fortissimo alla capacità di crescita». Nel giorno del Graduation Day delle studentesse e degli studenti della School of Goverment diretta da Sergio Fabbrini, la presidente della Luiss Emma Marcegaglia - prima e unica donna ad aver ricoperto la carica di presidente di Confindustria dal 2008 al 2012, che dal 2014 ha...

15 Marzo 2018

Abbattere il gender gap è un’opportunità da 28 trilioni di dollari

scritto da

    Il gender gap nelle retribuzioni, lo sappiamo, è uno dei principali ostacoli al raggiungimento della parità di genere. Non si tratta di pochi euro ma di cifre consistenti che portano i salari delle professioniste al di sotto,in media, del 24% rispetto a quelli dei colleghi. Percentuale che raggiunge picchi intorno al 33% nell’Asia Meridionale e del 30% nell’Africa Sub-Sahariana. Si tratta di cifre importanti, che dovrebbero far riflettere. Ma se la dimensione di questa ingiustizia non bastasse a scuotere (quantomeno) le coscienze, ci pensano i numeri sul Pil mondiale perso. L’esclusione delle donne da una parte...

13 Marzo 2018

Quattro consigli alle startupper per attirare più investimenti

scritto da

    Le startup non sono (ancora) un affare per donne. Parlavamo qui della situazione in Italia, dove la Relazione annuale del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, evidenziava come il 79,6% dei soci delle startup sono uomini e solo il 20,4% sono donne. Il tema del gender gap è speculare anche sull'altro fronte, quello degli investitori, se si considera che secondo l'ultimo rapporto IBAN (Italian Business Angel Network) le donne angels sono solo una su quattro. Se si guarda all'estero, anche Oltreoceano, e si valuta la capacità delle donne startupper di attrarre investimenti da parte di venture capitalist e...

13 Marzo 2018

La sfida delle imprenditrici per il 2018

scritto da

    Diciamocelo: alle donne le idee imprenditoriali non mancano, i capitali sì. E' inutile continuare a guardare alle statistiche sull'imrpenditoria al femminile senza tener conto dello svantaggio competittivo con cui le donne devono fare il conto. La frase "per ottenere il finanziamento in banca ho avuto bisognod ella garanzia di mio padre/marito" non è certo una rarità fra coloro che decidono di mettersi in proprio. E se ne avessimo bisogno lo conferma anche uno studio di 99designs su un panel di 3mila imprenditori, fra uomini e donne, a livello globale. La ricerca evidenzia come gli uomini interpellati abbiamo il doppio...