04 Luglio 2018

Wimbledon: a quanto ammonta il premio per i vincitori del torneo?

scritto da

    Come da tradizione, il vincitore del torneo di Wimbledon alzerà al cielo una coppa, la vincitrice un piatto, entrambi riccamente decorati. In termini di montepremi e di prize money, invece, dal 2007 vige perfetta parità tra uomini e donne sull’erba londinese. Il montepremi complessivo del prestigio appuntamento all’All England Lawn Tennis and Croquet Club è di 34 milioni di sterline, circa 38,4 milioni di euro (mai così alto), con un incremento del 7,6% rispetto allo scorso anno. Ai due vincitori del tabellone di singolare, maschile e femminile, andranno poco più di 2,25 milioni di sterline (+2%). L’incremento...

21 Maggio 2018

Internazionali d’Italia: Elina Svitolina fa il bis

scritto da

    Elina Svitolina come Chris Evert, Gabriela Sabatini, Monica Seles, Conchita Martinez, Martina Hingis, Amelie Mauresmo, Jelena Jankovic, Maria Sharapova e Serena Williams. La 23enne ucraina è la decima tennista capace di aggiudicarsi gli Internazionali Bnl d’Italia, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 2.703.000 euro, in due edizioni consecutive. Come lo scorso anno, infatti, l’atto finale del torneo femminile del Foro Italico ha messo di fronte Elina Svitolina e la rumena Simona Halep, attuale n. 1 del classifica mondiale. Però, mentre nel 2017 il match si era rivelato un’autentica battaglia conclusa in...

13 Maggio 2018

Internazionali di tennis: Roberta Vinci non ci ripensa, è l’ultimo atto

scritto da

    La 75esima edizione degli Internazionali Bnl d’Italia rischia di passare alla storia come l’appuntamento degli addii nel torneo femminile. Annunciato quello di Karin Knapp, atteso quello di Francesca Schiavone, è stata però Roberta Vinci la prima ad arrivare in conferenza stampa a e confermare la sua scelta. “E’ giunto il momento, nessun rimpianto e nessun ripensamento” - ha detto la 35enne tarantina – “non c’è un motivo particolare. C’è stanchezza fisica e mentale, difficoltà a trovare nuovi stimoli, questo si, ma soprattutto ho voglia di altro. Il tennis mi ha dato tanto e mi ha anche tolto tanto. Ho...

21 Aprile 2018

Fed Cup: il tennis femminile italiano riparte da Deborah Chiesa

scritto da

    Tutti gli occhi sono puntati su di lei. Dopo il ritiro di Flavia Pennetta, con Francesca Schiavone a mezzo servizio per ovvi limiti di età, l’impegnativa risalita della classifica Wta di Sara Errani, le altalenanti performance di Camila Giorgi e l’annunciato addio di Roberta Vinci ai prossimi Internazionali BNL d’Italia, il tennis femminile italiano si ritrova a fare i conti con un inevitabile cambio generazionale. Sono lontani i tempi in cui l’Italia si è aggiudicata quattro volte la Fed Cup (2006, 2009, 2010 e 2013), ha disputato un’altra finale (2007) e ha raggiunto cinque semifinali (1999, 2002, 2011, 2012 e...

06 Ottobre 2017

Racchette e abitudini: i rituali e le scaramanzie dei campioni di ieri e di oggi

scritto da

    Abitudini legate alla pratica agonistica, al quotidiano o all’ambiente familiare. Le hanno le tenniste e i tennisti professionisti, così come i pongisti e qualunque altro atleta, professionista o no, così come, probabilmente, molti di noi. Alcuni li manifestano, altri le nascondono, alcuni le vivono inconsciamente, altri cercano di soffermarsi su di esse per modificarle. Il giornalista Marco Mazzoni e la psicoterapeuta Marcella Marcone hanno prima raccontato e poi studiato rituali e scaramanzie nei quali, a volte, è facile riconoscersi. Ma cos’è un’abitudine? È quell’automatismo motorio o mentale,...

28 Settembre 2017

Donne arbitri, tra insulti (ancora troppi) e prime volte (troppo poche)

scritto da

  Le storie, i nomi e i volti sono diversi eppure, tutte, continuano a fare notizia. Sia che si tratti di una donna che arbitra un incontro di tennis tra uomini sia che abbia il fischietto in mano in una partita di calcio della massima serie del campionato tedesco maschile. Il comune denominatore è lo stesso: una donna che arbitra una competizione agonistica maschile fa notizia, un uomo che arbitra un incontro tra donne passa sotto silenzio semplicemente perché è normale e nella logica delle manifestazioni sportive. Due nomi sono tornati all’attenzione delle cronache nelle ultime settimane. Il primo è quello di Eva...

17 Luglio 2017

Una donna dietro ai successi di Roger Federer: Mirka Vavrinec, sua moglie

scritto da

    Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Quante volte abbiamo sentito questa frase. Si tratta di un luogo comune o di un modo politically correct per dare anche alle donne - mogli, compagne, figlie o madri che siano - un ruolo di rilievo nel successo di uomo?  Oppure, semplicemente, i traguardi che riesce a raggiungere un uomo sono spesso condivisi con la sua donna e possono considerarsi successi di coppia? In questo caso è, sì, lui, l’esecutore materiale dell’impresa, a guadagnare le copertine e le prime pagine dei giornali ma dietro quell’impresa c’è un lavoro di squadra, una condivisione di...

10 Luglio 2017

Wimbledon, tra Federer e Nadal, spazio alle mamme tenniste

scritto da

“Dopo la maternità ho capito, ancor di più, quanto siamo forti noi donne e quanto lo sono le mamme”. Parole di Victoria Azarenka, la tennista bielorussa che si è qualificata per gli ottavi di finale del torneo di Wimbledon, dopo essere tornata alle competizioni a soli sei mesi dalla nascita del suo primogenito, Leo Alexander. In occasione dell’appuntamento sull’erba londinese, l’ex numero 1 del mondo ha parlato dell’esperienza della maternità per un’atleta professionista. “Non è così tremendo come molti possono pensare ma è certamente una decisione che va ponderata: devi essere disposta a prenderti una pausa e...

12 Giugno 2017

Jelena Ostapenko, dall’Avvenire di Milano alla vittoria del Roland Garros

scritto da

Un sogno diventato realtà. È questo per Jelena Ostapenko il trionfo al Roland Garros. Prima lettone nella storia a conquistare lo Slam parigino, la ventenne di Riga ha battuto in finale la favorita della vigilia, la rumena Simon Halep con il punteggio di 4/6 6/4 6/3. Per lei un assegno da 2,1 milioni di euro spettante alla vincitrice, un balzo nella classifica mondiale Wta dalla posizione n. 47 alla n. 12 e un sogno da proseguire per far sì che non rimanga un successo isolato, imputabile all’attuale vuoto di potere nel circuito femminile con una n. 1, la tedesca Angelique Kerber capace di diventare la prima leader del ranking...

16 Aprile 2017

Francesca Schiavone vince a Bogotà e si regala il Roland Garros

scritto da

Dalla mancata wild card agli Internazionali BNL d’Italia a un posto nel tabellone principale del Roland Garros. Francesca Schiavone , classe 1980, continua a scrivere la storia del tennis italiano, e non solo. A 36 anni e 10 mesi, la milanese vincendo il torneo Wta International di Bogotà, dotato di un montepremi di 250mila dollari, si è garantita un posto nel main draw parigino, quel torneo del Grande Slam che l’ha vista trionfare nel 2010 (prima azzurra capace di farlo in singolare) e poi ancora finalista l’anno successivo. Al Club Los Lagartos, l’azzurra ha battuto in finale la spagnola Lara Arruabarrena, dodici anni più...