19 Aprile 2018

"Draw a scientist": disegneresti un uomo o una donna?

scritto da

In inglese i nomi generalmente non si declinano al maschile o al femminile. Ci sono alcune eccezioni, come actor e actress o prince e princess ma nei casi di professioni si usa normalmente doctor, per esempio, sia per un dottore che per una dottoressa, o scientist. Se quindi chiedi a un bambino "to draw a scientist", stai chiedendo di disegnare uno scienziato o una scienziata, senza differenza. Deciderà lui o lei. Il "Draw a scientist test" (Dast) è un test che è stato utilizzato a valutare la percezione dei bambini e delle bambine rispetto alla figura dello scienziato e della scienziata nel corso degli anni. In uno...

11 Aprile 2018

Noi genitori sappiamo parlare delle opportunità della rete ai figli?

scritto da

Non vorrei sembrare troppo scollegata dalla realtà, in questi giorni in cui lo scandalo Cambridge Analytics sta affondando Facebook e dissotterra parecchi lati oscuri del Web. Ma giovedì scorso ho avuto la fortuna di partecipare a una tavola rotonda divertente, dedicata al gender gap nella rivoluzione digitale, che mi ha fatto parecchio riflettere. Divertente perché organizzata dai trentenni per altri trentenni, e questa cosa di per sé è abbastanza per rendere la conversazione frizzante e portare sul tavolo punti di vista inediti. L’hanno organizzata i Global Shapers di Milano, un gruppo di giovani volontari che vi suggerisco...

27 Marzo 2018

Sara Cabitza, la donna che progetta le monoposto della Formula 1

scritto da

Il campionato di Formula 1 è appena iniziato. Il gran premio di Melbourne ha inaugurato la nuova stagione. La prima senza le «ombrelline» e le grid girls, le bellissime ragazze che in pista reggevano il cartello con la posizione in griglia del pilota e lo riparavano dalla pioggia o dal sole con un ombrello. Liberty Media, società che ha acquisito il Circus iridato delle corse, ha dichiarato a fine gennaio che le modelle presenti prima dell’inizio della gara nelle aree adiacenti alla linea di partenza erano parte di «una tradizione chiaramente in contrasto con i valori della odierna società moderna» si legge nel comunicato...

22 Marzo 2018

Nadia Governo (Ntt Data): il segreto della carriera? Role model e consapevolezza

scritto da

    Sono brave. Molto brave. Eppure, il più delle volte, restano nelle retrovie, combattute tra lavoro e famiglia. E soprattutto frenate dal timore di non essere abbastanza perfette per candidarsi a quel ruolo. Per contrastare questi pregiudizi e aiutare le donne a farsi spazio anche in ambienti di lavoro tipicamente maschili, NTT Data Italia, branch italiana della multinazionale IT giapponese, ha avviato qualche anno fa il progetto NTTDonna, mettendo a capo dell'iniziativa, come executive sponsor, la senior vice president Nadia Governo. Come è nato il progetto? Il progetto è nato a fine 2016 per un'intuizione...

15 Marzo 2018

Quando l'Italia parla di Pari Opportunità all'Onu

scritto da

            Intervento alla 62ma Conferenza internazionale sullo Stato delle Donne presso le Nazioni Unite (CSW62) del 14 marzo a New York Signora Presidente, Signori Relatori, Distinti Delegati, Sono lieta di essere qui oggi a rappresentare la posizione del Governo italiano in merito ad un tema sensibile quale quello della partecipazione e accesso delle donne ai media e alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione come strumento per il progresso e l'emancipazione delle donne. La promozione dell’uguaglianza di genere e l’emancipazione di tutte le donne e le ragazze sono riconosciute,...

27 Febbraio 2018

Born2Code: giovani talenti e una start up fondata. Ecco l’Academy di Coding

scritto da

    Corsi e iniziative in tema coding stanno proliferando, di pari passo con la crescita dell’interesse e la voglia di essere al passo con i tempi con quelle che sono attualmente le crescenti richieste del mercato. Le stesse ricerche effettuate su Google in Italia per la parola “coding”, sono aumentate sensibilmente negli ultimi due anni, di circa il doppio rispetto alla media degli anni passati. Altri argomenti di interesse sono linguaggi di programmazione particolarmente usati nei laboratori di coding come Scratch, temi come “scienza computazionale” e indicazioni circa il ruolo degli insegnanti e della scuola in...

20 Febbraio 2018

Il premio Roche per 8 ricercatori indipendenti under 40

scritto da

    L’innovazione è la risposta alle domande urgenti che poniamo quando un problema minaccia lo status quo o la nostra evoluzione. Non c’è innovazione se non c’è un problema da risolvere. La ricerca scientifica e tecnologica è solo una delle facce di questa poliedrica medaglia, ma attualmente si trova sotto minaccia: dal biennale rapporto OCSE 2016 risulta che le spese dei governi in ricerca e sviluppo sono crollate per la prima volta dal 1981, anno a partire dal quale sono stati raccolti i dati. In Italia sappiamo che la questione è annosa e il precariato e la mancanza di fondi sono la causa per cui i ricercatori...

13 Febbraio 2018

Il diritto di contare. Donne e scienze, un binomio vincente

scritto da

    Katherine è una brillante matematica, con eccellenti doti di calcolo in geometria analitica; Dorothy è affascinata dai primi sistemi operativi e studia la programmazione del computer IBM; Mary è un’aspirante ingegnere. Tre fantastiche eccezioni, nel 1960, quando la scienza era considerata prerogativa degli uomini. E proprio per questo vengono reclutate dalla NASA. Katherine. in particolare, riusce a risolvere equazioni matematiche complesse, conquista il rispetto e l’ammirazione dei colleghi e contribuisce alla creazione di una elaborato calcolo per le coordinate della traiettoria di rientro della capsula spaziale...

12 Febbraio 2018

Apicoltori-supereroi: I Buoni che fanno ricerca senza fondi

scritto da

    Oggi è il 12 febbraio e si festeggia l’International Darwin Day. Tutti conoscono l’importanza di Darwin per la scienza, ma in pochi sanno che quando partì per la spedizione durante la quale concepì la sua rivoluzionaria teoria sull’origine della specie, la prospettiva era di un viaggio senza limiti temporali e senza alcuna retribuzione. Il problema dei finanziamenti alla ricerca arriva dunque da lontano. Qualche dato italiano: i nostri ricercatori, oltre ad avere situazioni contrattuali instabili e dipendenti da fattori spesso esterni ai risultati del loro lavoro, guadagnano mediamente meno dei loro colleghi...

31 Gennaio 2018

Tre giovani donne, tra le tante, da tenere d'occhio nel 2018

scritto da

      Il 14 maggio di quest’anno compirà quarant’anni il soffitto di cristallo, l’espressione usata per indicare le barriere invisibili che impediscono alle donne (e alle minoranze) di raggiungere i piani alti del potere. Quarant’anni è un compleanno importante, un buon momento per tirare le somme. In molti pensano che il 2018 sarà l’anno delle donne, dopo che il caso Weinstein e il movimento #metoo hanno smosso le fondamenta del sistema. Non si è trattato semplicemente di denunciare la molestia subita su un tram affollato, ma di cambiare le lenti agli occhiali: dal paternalistico scherzo della pacca sul...