12 Novembre 2017

Roberta: "In Catalogna scendono in piazza non per l'indipendenza ma per la democrazia"

scritto da

    Cara Alley, Vivo in un paesino sulla costa catalana con cinquemila abitanti registrati all’anagrafe e massimo una decina registrati di passaggio sulla strada principale, in un pomeriggio d’inverno. È un posto particolare, a cominciare dal fatto che c’è solo un albergo, un grande albergo con una ventina stanze, tutte affacciate sul mare. Un paese di pescatori in cui non ha importanza se arrivi dall’America del Sud o dal paese accanto, sei comunque straniero. Ma se vai in panetteria ed è già passato tuo marito, ti evitano lo stesso di comprare il pane due volte. Perché il paese sa sempre tutto, perfino quanto...

09 Marzo 2017

Eva contro Eva: donne penalizzate se ad esaminarle è un’altra donna

scritto da

D’accordo di concorsi pubblici in giro ormai se ne vedono pochi. Però nel caso, care amiche ricercatrici, dovesse capitarvi di vedere in un bando l’occasione che aspettate da tutta la vita, assicuratevi che a giudicarvi non siano altre donne. Perché? Perché secondo uno studio condotto da Mauro Sylos Labini del dipartimento di scienze politiche dell’Università di Pisa insieme a Manuel Bagues e Natalia Zinovyeva dell'Università Aalto di Helsinki, che sarà pubblicato ad aprile su The American Economic Review, la presenza femminile nelle commissioni giudicatrici non aiuta a promuovere le donne, anzi rischia di penalizzarle. Per...

02 Gennaio 2017

Cosa ha portato Babbo Natale ai vostri figli? Audi ha un suggerimento per voi (in tema di giocattoli)

scritto da

Cosa avete comprato per i vogli figli a Natale? E ai figli degli amici? Sicuri di non aver ceduto a qualche cliché? Bambola per lei e automobilina per lui? Lo chiedo perché mi sono trovata nell'imbarazzo di scegliere un regalo per la figlia di sei anni di un'amica. Nel negozio di giocattoli le corsie erano divise a prevalenza rosa da una parte e a prevalenza blu dall'altra. Come fare una scelta non stereotipata? Mi sono trovata in difficoltà. Poi mi sono imbattuta in questo spot dell'Audi, che su youtube in dieci giorni è stata vista da quasi un milione e 400mila persone. https://www.youtube.com/watch?v=V-siux-rWQM Lo spot è...

28 Dicembre 2016

Cinque conquiste delle donne all'estero nel 2016 che vorrei vedere in Italia nel 2017

scritto da

Cinquantatrè post, dal lancio di Alley Oop a oggi. E con questo fanno 54. Nessuno potrà dirmi che ho battuto la fiacca. Li scorro tutti su e giù col mouse. Ci sono Paesi, nel mondo, dove le donne nel 2016 hanno raggiunto traguardi importanti. Traguardi che vorrei raggiungessimo anche noi italiane nel 2017. Ecco cinque cose che vorrei esportare in Italia: 1) Dall'Islanda: l'uguaglianza. La piccola isola al largo del Mar Artico nel 2016 si è aggiudicata il primo posto nella classifica del Global Gender Gap Index. Recuperare il primato islandese in un anno soltanto è praticamente impossibile, ma nel 2017 noi italiane possiamo pur...

17 Aprile 2016

Fed Cup: l’Italia di capitan Barazzutti retrocede in serie B

scritto da

“Lo sport è fatto così, ti mette davanti a sfide difficili ogni giorno e non ci sono solo i momenti bellissimi ma anche quelli di difficoltà”. A Lleida, in Catalogna, l’Italia del tennis ha perso lo spareggio di Fed Cup valido per la permanenza nel World Group contro la Spagna, con un secco 3-0, ed è retrocessa in serie B, per la prima volta in 18 anni. “Il nostro era un incontro di play off che poteva essere anche una finale”, prosegue il capitano Corrado Barazzutti, “Le nostre ragazze non devono dimostrare niente a nessuno. Si cresce anche attraverso momenti difficili come questo, si superano e si va avanti”. Sulla...