26 Febbraio 2018

Quella volta che ho incontrato un fascista sui banchi di scuola

scritto da

    Stanno girando in questi giorni delle foto degli ultimi bombardamenti in Siria. Sono foto atroci. Un trapano nello sterno, guardarle. Ce n'è una scattata in un ospedale, nel reparto maternità, con le incubatrici divelte e i neonati per terra. Piccoli uomini che lottavano come leoni per sopravvivere, uccisi dalla banalità del male. Le prime volte che prendevo in braccio mio figlio ricordo che pensavo spesso a quelle madri. Io dovevo proteggere il mio da una corrente d’aria, loro dall’eplosione di una bomba. Io mi sentivo in ansia quando a 5 giorni di vita lo portavo sulla 90 affollata del mattino. Poi pensavo a loro,...

11 Gennaio 2018

Otto italiani su cento in povertà assoluta. Ci vorrebbe il Che?

scritto da

«Abbiamo sentito la necessità di sederci con una certa regolarità attorno a un tavolo per ricordarci chi siamo e sfidarci nel costruire narrazioni, storie di uomini che parlano ad altri uomini, sempre attuali perché universali, attraverso mostre innovative e itineranti. Per questo abbiamo creato Simmetrico Cultura». Ormai disabituati ad ascoltare il pensiero liberarsi e librarsi al di sopra dei temi più prosaici, le parole di Daniele Zambelli, ceo di Simmetrico Network, possono sembrare naif.     Eppure, la qualità della narrazione, il rigore scientifico della ricostruzione storica e il livello d’innovazione...

27 Novembre 2017

“Ogni bambino è il mio bambino”, storie di felicità contro la guerra

scritto da

      Non c’è niente di più vero: “Ogni bambino è il mio bambino”.  Ed è ancora più vero quando quel bambino è in difficoltà, soffre, ha bisogno di aiuto. Quante volte ci accade di pensarlo nella quotidianità, ma l’esigenza deve essere ancora più forte quando accade a chilometri di distanza, in luoghi di guerra. Una parola che può sembrarci lontana ma è ancora più vicina quando tocca i bambini. Da una di queste storie, precisamente dal 4 aprile del 2017 quando in Siria, a Khan Shaykhun, nella provincia di Idlib, un raid chimico ha provocato una strage nella popolazione con troppi bambini tra le vittime,...

09 Aprile 2017

Un secondo. Io sono buono, loro sono morti

scritto da

Io sono buono, sono un padre, ho dei figli, mia moglie mi aspetta a casa, mia figlia mi aspetta a casa, manco da tanto, e loro mancano a me. Io sono buono, credo nel mio dio, lo prego, gli chiedo di proteggere la mia famiglia, mia figlia, di darmi la forza di fare la cosa giusta. Io sono buono, faccio quello che il mio Paese mi chiede, che il mio generale mi chiede, io sono un soldato, guido gli aerei. Mia figlia, il mio dio, il mio paese sono tutti con me mentre chiudo gli occhi e spingo il pulsante sorvolando un villaggio di cui a mala pena so il nome. Io sono buono, le bombe cadono. Io sono buono. E loro sono morti. Anche io sono...

24 Febbraio 2017

L'omicidio dell'ambasciatore russo in Turchia è la foto del 2017. Assegnato il World Press Photo (WPP)

scritto da

Un uomo impeccabilmente vestito ci si para davanti, domina il nostro campo visivo, mentre con un gesto plastico alza l’indice della mano sinistra verso l’alto e il suo completo nero spicca sui muri bianchi alle sue spalle, su cui sono appese delle fotografie. Ma quel corpo disteso sul pavimento lì accanto? E la pistola nella mano destra? Che cosa stiamo vedendo? È la foto dell’anno; il suo autore, il reporter turco Burhan Ozbilici, fotografo affiliato a una delle più prestigiose agenzie fotografiche internazionali, l’Associated Press, si è aggiudicato con questa immagine il World Press Photo (WPP) del 2017, vale a dire...

03 Gennaio 2017

Siria, Satispay lancia una raccolta fondi per Save the children

scritto da

12 mila euro nei primi quattro giornate. È quanto è stato raccolto dalla campagna lanciata da Satispay – con il supporto di 1Caffè Onlus - di raccolta fondi a sostegno di Save the Children con l’obiettivo di contribuire a far fronte all’emergenza Siria.  “Nel corso di questi ultimi mesi, abbiamo avuto purtroppo diverse occasioni per lanciare campagne di raccolta fondi a sostegno dei più sfortunati e abbiamo sempre assistito a una straordinaria partecipazione da parte della nostra community. Oggi, certi che il senso di impotenza e orrore che colpisce tutti noi in Satispay guardando a quanto accade in Siria ormai da...

31 Dicembre 2016

Le 5 foto memorabili del 2016 scelte da Alley Oop

scritto da

Scorrono i titoli di coda sul 2106, un anno difficile che tanti non vedono l’ora finisca, per me invece un anno importante, nell’ultima parte del quale – anzi, posso dire come a scuola: nell’ultimo quadrimestre – ho avuto la possibilità di condividere l’avventura di Alley Oop. Se penso a quel che questa esperienza mi sta dando è davvero molto: mi permette di recuperare la mia passione per la scrittura e di utilizzarla per riflettere sulla fotografia e le arti visive, con le quali quotidianamente lavoro. Colgo l’occasione dell’ultimo post del 2016 per stilare la mia personale classifica delle 5 foto...

09 Agosto 2016

Yusra Mardini, dal naufragio nel Mediterraneo alla piscina olimpica di Rio

scritto da

Mercoledì 10 agosto alle 18,03 (ora italiana) tornerà in vasca per la sua seconda e ultima gara ai Giochi olimpici di Rio. Lei è Yusra Mardini, la 18enne nata a Damasco e rappresentante di quel Team dei Rifugiati fortemente voluto, per la prima volta, dal Cio. Dopo aver partecipato alla gara d'esordio del programma del nuoto nell’Acquatic Stadium, vincendo la sua batteria dei 100 metri farfalla anche se il tempo ottenuto di 1’09”21 non le ha permesso di qualificarsi per le semifinali, la siriana proverà a fare ancora meglio nella prima batteria dei 100 metri stile libero. Con lei nel Team dei Rifugiati ci sono altri nove...