12 Marzo 2018

Hiroshige, uno sguardo sul Giappone dell’Ottocento alle Scuderie del Quirinale

scritto da

    L’Oriente, il Giappone in particolare, è sempre apparso come un mondo lontano. Ancora di più nell’Ottocento. Eppure quel mondo così apparentemente distante ha avuto una grande influenza sugli artisti del XIX secolo in Europa, soprattutto impressionisti e post-impressionisti. A far conoscere il Paese del sol levante sono stati per lo più gli artisti ukiyoe, i maestri dell’arte del Mondo Fluttuante. A uno di loro, Utagawa Hiroshige (1797-1858) è dedicata una mostra monografica alle Scuderie del Quirinale di Roma fino al 29 giugno. "Hiroshige. Visioni dal Giappone". curata da Rossella Menegazzo con Sarah E....

26 Gennaio 2018

Arte: le 10 mostre da non perdere nel 2018

scritto da

    Da Aosta a Palermo. L’anno appena iniziato si presenta ricco di esposizioni da non mancare. Noi ne abbiamo selezionate dieci per voi, appuntamenti da segnare in agenda per gli amanti dell’arte:   “La Strage degli innocenti. Manifesto del Raffaellismo di Guido Reni” al Museo Archeologico di Aosta fino al 18 febbraio 2018. La mostra-dossier dedicata a uno dei maggiori artisti del Seicento bolognese e alla pala d’altare datata 1611, proveniente dalla Pinacoteca nazionale di Bologna, permette di studiare nei minimi dettagli uno dei capolavori della storia dell’arte, anche attraverso una serie di apparati...

22 Settembre 2017

Picasso: alle Scuderie del Quirinale l’ultima mostra dedicata al Gran Tour dell’artista in Italia

scritto da

  Ci sono quei viaggi che, con i loro incontri e le loro visioni, rimangono dentro per il resto della vita. È accaduto anche a Pablo Picasso (1881-1973). Anzi, all’artista spagnolo è accaduto proprio nel corso del suo viaggio in Italia. Il 17 febbraio 1917, in piena Prima Guerra mondiale, Picasso lascia infatti Parigi per raggiungere, per la prima volta, il Bel Paese dove si trattiene fino alla fine di aprile. Insieme a lui c’è Jean Cocteau che vuole produrre un balletto a tema circense che incorpori il quotidiano per creare un linguaggio visivo moderno, Parade. Quel viaggio ha influenzato tanto la sua arte – in Italia si...

20 Gennaio 2017

Il Museo Universale, una mostra che narra il ritorno in Italia delle spoliazioni napoleoniche

scritto da

È storia di circa duecento anni fa quella che racconta la mostra Il Museo Universale. Dal sogno di Napoleone a Canova, in programma alle Scuderie del Quirinale a Roma fino al 12 marzo 2017. Il percorso espositivo, curata da Valter Curzi, Carolina Brook e Claudio Parisi Presicce, narra infatti il recupero dei capolavori italiani dalla Francia dopo la sconfitta di Napoleone Bonaparte. Tra il 1796 e il 1814, durante le campagne militari francesi, molte delle più importanti opere delle collezioni italiane furono infatti portate da Napoleone verso il nascente Museo del Louvre che, secondo il codice redatto nel 1813, doveva diventare “un...

07 Agosto 2016

Estate romana con i capolavori della scultura buddhista giapponese: un nuovo modo per rinsaldare i rapporti, anche culturali, tra Italia e Giappone

scritto da

Dopo la prima rassegna fotografica fuori dai confini nipponici del maestro del realismo Domon Ken al Museo dell’Ara Pacis, proseguono le iniziative culturali in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario del primo Trattato di Amicizia e Commercio, firmato il 15agosto 1866, tra Italia e Giappone, che diede inizio ai rapporti diplomatici tra i due Paesi. Fino al 4 settembre 2016, alle Scuderie del Quirinale, saranno infatti in mostra i Capolavori della scultura buddhista giapponese, 21 opere dal periodo Asuka al periodo Kamakura (VIII-XIV secolo). La scultura buddhista, insieme alla scrittura e agli insegnamenti buddhisti, è...

12 Marzo 2016

Le donne di Correggio e di Parmigianino. L’arte a Parma nel Cinquecento alle Scuderie del Quirinale

scritto da

Sono loro, le figure femminili, le grandi protagoniste della mostra Correggio e Parmigianino. Arte a Parma nel Cinquecento che apre oggi alle Scuderie del Quirinale a Roma fino al 26 giugno 2016. L’esposizione, curata da David Ekserdjian, presenta circa cento opere tra dipinti e disegni provenienti dai più importanti musei del mondo. Il percorso espositivo dimostra come l’arte parmense del primo Cinquecento vada considerata, a pieno diritto, una fonte privilegiata del periodo rinascimentale, insieme ai grandi centri di Firenze, Venezia e Roma. Questo grazie ai due protagonisti locali, Antonio Allegri detto il Correggio (1489-1534) e...