16 Maggio 2018

Roberta Vinci, omaggio alla carriera da parte di “Donne di Sport” di Alley Oop – Il Sole 24 Ore

scritto da

    Emozioni, sorrisi e complimenti. L’omaggio di una delegazione delle “Donne di Sport” di Alley Oop – Il Sole 24 Ore  a Roberta Vinci, alla 75esima edizione degli Internazionali Bnl d’Italia, è stato un mix di emozioni. La consegna della targa ricordo avvenuta per mano della fiorettista Elisa Di Francisca, della karateka Sara Cardin, dell’arbitra di rugby Maria Beatrice Benvenuti e della pesista Alessandra Pagliaro insieme al presidente del Coni Giovanni Malagò è avvenuta al Lea, Lounge extende area, il nuovo spazio business corporate creato all’interno del Parco del Foro Italico. “Roberta è un...

06 Aprile 2018

Donne di sport, quando il linguaggio del corpo racconta chi sei

scritto da

    Atti come sorridere, saltare, aggrottare la fronte, correre, piegarsi, curvarsi e, in generale, cambiare la nostra postura possono avere un impatto fortissimo sull’umore o sui pensieri che ci balenano nella mente. Ce lo dicono gli studi più recenti nell’ambito della psicologia cognitiva che stanno dimostrando come tutto il nostro modo di considerare noi stessi e la vita possa essere modificato da minuscole variazioni che avvengono nel corpo. Del resto, basta fare l’esperimento di curvarsi con le spalle contratte e lo sguardo verso il basso per due minuti: il nostro tono e la nostra vitalità ne risentono...

05 Aprile 2018

Sara Cardin, la karateka italiana che punta a una medaglia a Tokyo 2020

scritto da

    Centro preolimpico Matteo Pellicone, a Ostia, sul litorale romano a due passi dal mare. Qui ha sede il centro federale della Fijlkam, la Federazione Italiana Judo, Lotta, Karate, Arti Marziali. Un palazzetto dello sport che, dall’adiacente fermata di Castelfusano della linea Roma-Lido, sembra una navicella spaziale appena atterrata sul nostro pianeta, tutto intorno un grande parcheggio, il centro medico e poi palestre, foresteria, area ristorazione e uffici insieme a spazi culturali con il primo museo degli sport di combattimento. A farci da guida all’interno è Sara Cardin, campionessa azzurra di karate, grandi occhi...

28 Marzo 2018

"Donne di Sport": la festa dello sport femminile italiano di Alley Oop - L'altra metà del Sole

scritto da

    Una grande festa dello sport femminile italiano. La presentazione dell’ebook “Donne di Sport” di Alley Oop, in un Auditorium del Museo delle Culture (MUDEC) gremito, si è trasformata in un omaggio alle tante affermazioni che le atlete azzurre hanno saputo regalare allo sport nazionale e internazionale. Un evento unico nel suo genere che ha visto dialogare insieme atlete di discipline differenti, molte delle quali non si erano mai conosciute prima. Maria Beatrice Benvenuti (arbitra di rugby), Monica Boggioni (nuoto paralimpico), Sara Cardin (karate), Elisa Di Francisca (fioretto), Sara Gama (calcio) e Cecilia...

26 Marzo 2018

#DonnediSport: ecco chi sono le protagoniste dell’ebook di Alley Oop e cosa hanno vinto

scritto da

    Sono vincenti. Sono dodici atlete che hanno saputo conquistare il podio ed entrare nella memoria collettiva. Sono dodici italiane che si sono rese protagoniste di imprese epiche. E ci hanno portato con loro. Perché sì, la passione, i muscoli, i pensieri di acciaio che si intravedono in un traguardo sportivo trasformano anche chi guarda. Assistere a un’impresa atletica ci fa sentire tutte un po’ sportive. E in questo ultimo periodo con i risultati delle atlete azzurre alle Olimpiadi invernali, la motivazione, almeno a guardarlo lo sport femminile, è cresciuta. L'idea di lavorare a un ebook dedicato alle donne dello...

20 Marzo 2018

Sofia Goggia: la lezione di una campionessa di dieci anni

scritto da

    “Il sogno della mia carriera agonistica è: vincere le olimpiadi di discesa libera”.   Quando, a poco meno di dieci anni, ti viene richiesto dal tuo allenatore di compilare una scheda di autovalutazione e tu scrivi una frase del genere, gli adulti che ti circondano possono reagire in due modi: farti un buffetto affettuoso, oppure guardare lontano, nel tempo e nello spazio, fino al 2018, fino e Pyeongchang, per vederti salire davvero su quel podio a stringere la tua medaglia. La bambina in questione è in effetti Sofia Goggia, che pochi giorni dopo aver vinto l’oro che sognava da bambina, ha pubblicato in un tweet...