12 Ottobre 2017

Generali Italia: il welfare per le donne? Più smartworking e meno part-time

scritto da

Capita spesso che le imprese anticipino le leggi. È successo con le licenze matrimoniali per le coppie gay e continua (fortunatamente) ad accadere quando si parla di gender gap. Se pur lentamente stanno infatti aumentando le aziende che introducono norme e piani di welfare per aumentare la presenza femminile all'interno delle organizzazioni e favorirne la crescita professionale. Una di queste è Generali Italia. Il gruppo assicurativo già da alcuni anni si è assunto l'impegno di far aumentare i numeri, ancora troppo bassi, delle dipendenti donne che occupano posizioni di vertice. Se infatti nella branch italiana del gruppo...

11 Luglio 2016

In Francia l'80% dei part time è al femminile, siamo certi sia un buon modello?

scritto da

Nell'ultimo decennio la Francia è stato il modello, a noi più vicino, maggiormente citato in fatto di conciliazione lavoro famiglia, natalità, politiche per la famiglia e cosi via. Ora artiva un dato: il part time é notevolmente cresciuto dall'8% del 1975 al 19,4% del 2014. L'80% dei contratti part time, però, è delle donne. Una donna su tre lavora part time (31% contro la media europe del 32,2%), mentre solo il 7% degli uomini occupati non è full time. I dati sono stati commissionati dal ministero del Lavoro francese all'ente di statistica Dares. Fra le evidenze della ricerca anche il fatto che meno si è qualificati e più...