22 Marzo 2018

Nadia Governo (Ntt Data): il segreto della carriera? Role model e consapevolezza

scritto da

    Sono brave. Molto brave. Eppure, il più delle volte, restano nelle retrovie, combattute tra lavoro e famiglia. E soprattutto frenate dal timore di non essere abbastanza perfette per candidarsi a quel ruolo. Per contrastare questi pregiudizi e aiutare le donne a farsi spazio anche in ambienti di lavoro tipicamente maschili, NTT Data Italia, branch italiana della multinazionale IT giapponese, ha avviato qualche anno fa il progetto NTTDonna, mettendo a capo dell'iniziativa, come executive sponsor, la senior vice president Nadia Governo. Come è nato il progetto? Il progetto è nato a fine 2016 per un'intuizione...

19 Marzo 2018

Diritti civili: battaglia popolare o questione d’élite?

scritto da

    Una delle analisi più ripetute dopo l’esito delle elezioni politiche del 4 marzo, sostiene che in Italia la sinistra si sia trasformata da partito popolare, a partito di élite, votata dai ceti più abbienti del centro storico, e quasi ignorata nelle periferie. Tra le argomentazioni usate per sostenere questo mutamento, quella che più colpisce riguarda principalmente il Partito Democratico, che ha governato l’ultima legislatura. Secondo alcuni avrebbe smesso di occuparsi dei problemi dei cittadini più in difficoltà, (specialmente al sud), per fare invece battaglie più “fighette” e da salotto bene, come i...

15 Marzo 2018

Donne e quote, Marcegaglia promuove la legge Golfo-Mosca: "Si vada avanti"

scritto da

    «A livello internazionale è cambiata la narrativa sull’empowerment femminile. Prima se ne parlava soltanto in una logica di equità, di donne donne vittime. Oggi si parla di uguaglianza tra uomini e donne come miglior modo per scoprire talenti e aumentare la capacità di crescita e di progresso: è un boost fortissimo alla capacità di crescita». Nel giorno del Graduation Day delle studentesse e degli studenti della School of Goverment diretta da Sergio Fabbrini, la presidente della Luiss Emma Marcegaglia - prima e unica donna ad aver ricoperto la carica di presidente di Confindustria dal 2008 al 2012, che dal 2014 ha...

08 Marzo 2018

Costruire insieme un Paese per donne e uomini, ogni giorno

scritto da

    Quest’anno la Giornata internazionale della donna cade tra la fine di una legislatura e l’inizio di un’altra. E, perché sia davvero “otto marzo tutto l’anno”, come si diceva una volta per esprimere l’ampiezza e insieme l’urgenza dei temi posti dai movimenti delle donne, vorrei provare a ragionare su cosa ci lascia la legislatura che si è appena chiusa, non solo per quanto riguarda gli obiettivi raggiunti e quelli ancora da raggiungere, ma soprattutto in termini di senso, di significato. Per le donne, la XVII legislatura si era aperta con la ratifica della Convenzione di Istanbul, a mio avviso lo...

08 Febbraio 2018

Vuoi entrare in un board? Al via le selezioni del nuovo corso "In the boardroom"

scritto da

      Le montagne, si sa, si scalano un passo alla volta. Si arriva fino a dove l'occhio vede, dandosi un obiettivo minimo e poi si prosegue, forti della strada messa dietro alle spalle fino a quel punto. Lo stesso avviene per molte faccende che con le piccozze e gli scarponi. Un passo alla volta. È, per esempio, un'espressione che andrebbe bene anche per descrivere il percorso fatto finora dalle donne nei consigli di amministrazione italiani. Il loro numero dal 2012 – anno di entrata in vigore della legge Golfo Mosca – è triplicato, passando da 242 a 751. Alle donne spettano però nella maggior parte dei casi...

08 Gennaio 2018

La piccola Islanda ha preso il toro per le corna

scritto da

    La piccola Islanda ha preso di petto l’annosa questione della disparità retributiva tra uomini e donne imponendo per legge, alle imprese pubbliche e private con più di 25 dipendenti, la certificazione della parità di trattamento, puntando così alla eliminazione della discriminazione salariale di genere. Si noti che l’obiettivo della legge appena promulgata dal Parlamento islandese non è quello di vietare la discriminazione di genere, poiché quest’ultima è già vietata fin dal secolo scorso in Islanda come in ogni altro Paese europeo (cfr. la direttiva 75/117/EEC1 che sancisce la parità di retribuzione per...

13 Dicembre 2017

Donne e politica: l'Italia come Ecuador, Algeria e Camerun

scritto da

   C'è una curva, quella del Global gender gap political empowerment index - l'indice che misura il tasso di partecipazione politica delle donne nel mondo - che tra il 2006 e il 2016 faticosamente sì, ma cresce. Poi, all'improvviso, la stessa curva bruscamente si arresta e guarda verso il basso. E questo avviene proprio in corrispondenza del 2017: un anno dal magro bottino, per le donne in politica. La media calcolata dall'ultima edizione di Women in Politics dice che nel mondo solo il 23,3% dei leader politici mondiali sono donne. Virtualmente, una ogni quattro. Detto questo, le differenze sono abissali. Primi in...

08 Novembre 2017

Dalla Lettonia alla Nuova Zelanda, chi offre più chance alle ricercatrici

scritto da

Due giorni fa, inaugurando il 155esimo anno accademico del Politecnico di Milano, il suo rettore Ferruccio Resta ha ricordato che le donne rappresentano solo un terzo dei ricercatori dell'ateneo. Milano è dunque poco più su della media mondiale: secondo i dati dell'Istituto di Statistica dell'Unesco, la quota rosa della ricerca è ferma da tempo al 29%. Ci sono però alcuni Paesi dove le donne sono riuscite non solo a fare meglio, ma addirittura a raggiungere la parità. Non sempre questi Paesi corrispondono ai più avanzati dal punto di vista dei diritti delle donne, e nemmeno lo sono dal punto di vista della ricerca tout court. Di...

04 Ottobre 2017

Siti porno: chi l'ha detto che non sono per le donne?

scritto da

Non c'è niente di maschilista come il porno, nell'immaginario collettivo. Dalla liberazione sessuale degli anni 60 in poi le donne hanno sempre lottato per la parità fra le lenzuola, ma non hanno mai fatto pubbliche battaglie per rompere il soffitto di cristallo delle produzioni a luci rosse. Eppure, intorno a questi temi anche le donne hanno un vissuto di normalità. E la parità passa anche dal cominciare ad ammetterlo liberamente. Le donne frequentano i siti porno? La prima risposta è sì. E la seconda è che non fanno fatica ad ammetterlo. Pornhub, uno dei colossi del settore, ogni anno traccia l'identikit del suo...

21 Settembre 2017

Bambine e denaro: l'educazione finanziaria da re-inventare a cominciare dalla famiglia

scritto da

  La crisi economica che ha investito i nostri mercati a partire dal 2007, unita alla dematerializzazione della moneta, impone oggi nuove riflessioni sul tema del denaro e una revisione dei percorsi di educazione finanziaria. Diventa dunque prioritario offrire a tutti, fin dall’infanzia, gli strumenti per poter comprendere il valore del denaro e per poterlo gestire, prevenendo e andando a correggere quelle pericolose disparità di competenze tra uomini e donne, da più parti evidenziate (ne avevamo parlato anche qui su Alley Oop). Come nascono e quando hanno inizio queste diseguaglianze? Le ricerche sui temi...