09 Ottobre 2017

I viaggi organizzati dagli Usa per i leader di domani, perché hanno un senso

scritto da

    Mahmoud è un ragazzo, o forse sarebbe meglio dire un uomo, silenzioso. Professore all’Università di Assuan, una città egiziana di circa 200mila abitanti sulla riva est del Nilo, è impegnato da anni nella promozione di diritti civili nel suo paese. Proprio per questo lo scorso settembre, come me, è stato uno dei 20 partecipanti all’International Visitor Leadership Program (in breve IVLP) dedicato alla ONG. Lanciato nel 1940 e organizzato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, Bureau Educational and Cultural Affairs, l’IVLP è un programma di scambio volto a consentire ai visitatori – più di 4.500...

19 Maggio 2017

Migranti e politica: il ruolo scomodo delle Ong

scritto da

La polemica innescata da alcuni esponenti del ceto politico italiano sul rapporto ONG-migranti ha due dimensioni, una giuridica e una politica. La prima sarà affrontata dai magistrati, se le illazioni diventeranno accuse reali e se le prove sostituiranno le ipotesi. La seconda, meno evidente, si manifesta quando si chiede alle ONG che salvano i migranti di fermare le loro navi al limite meridionale dell’isola di Malta. Quando le ONG, in sostanza, vengono accusate di essere dei “taxi del mare” e di fornire un’assistenza non prevista dagli accordi europei, garantendo de facto un corridoio umanitario verso l’Italia. La mia...

04 Maggio 2017

G8 di Genova, Regeni, Del Grande: Alessandra Ballerini, l'avvocata di persone e ideali

scritto da

Consolare una madre non è un compito facile. E lo è ancora meno se quella madre attende da mesi alla finestra l’arrivo di un figlio che si è perso in mare, o è rinchiuso in chissà quale prigione in mezzo al deserto. Eppure Alessandra Ballerini fa proprio questo: consola e difende gli "ultimi”. Da anni, come avvocata civilista, si occupa di diritti umani e immigrazione, anche presso varie associazioni, Ong e sindacati. La ragione? “Un modo – spiega lei - per sentirsi meno soli. Perché far valere i diritti di chi conta poco o niente è una lotta impari che ti fa sentire sempre fuori posto”. È necessario quindi legarsi,...

26 Gennaio 2017

Flavia Bustreo si ferma nella corsa per la guida dell’OMS

scritto da

La notizia si è fatta attendere. Solo in tarda serata, ieri, al termine di una lunga audizione dei cinque candidati rimasti in corsa per la direzione generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, è stata annunciata la short-list da cui il 27 maggio l’Assemblea Generale - a cui aderiscono tutti i 194 paesi membri - sceglierà il successore di Margaret Chan, in carica da ben 10 anni. Flavia Bustreo, la candidata del Governo italiana, purtroppo non ce l’ha fatta, come neppure il francese Philippe Douste-Blazy. Rimangono in gara l'etiope Tedros Adhanom Ghebreyesus, l'inglese David Nabarro e la pakistana Sania Nishtar. Le...

08 Settembre 2016

Oltre il velo: come lo skate è diventato uno sport popolare tra le bambine in Afghanistan

scritto da

Vestiti tradizionali e hijab sotto. Caschetto e protezioni sopra. Così le bambine afghane imparano un nuovo sport: lo skate. In Afghanistan, dove poche donne guidano un'auto, andare in bicicletta è ancora un tabù culturale, giocare a calcio o fare volare un aquilone sono "attività da maschi", lo skateboard fa divertire le bambine che sfrecciano sugli halfpipe e imparano a fare gli ollie. Senza paura, come solo i bambini sanno fare. E' tutto merito di Skateistan, organizzazione no profit nata nel 2007. Nove anni fa lo skateboarder australiano Oliver Percovich è arrivato a Kabul. Nella sua vita ha viaggiato in oltre 50 paesi del...