25 Luglio 2017

Il Pd lancia il Dipartimento mamme: oltre alla polemica social c'è di più

scritto da

    "Una bieca operazione di marketing politico", affermano le detrattrici. Come la bersaniana Chiara Geloni di Articolo1-Mdp, che punge: "Perché non un responsabile babbi?". Ma dietro il lancio del Dipartimento mamme da parte del Pd e le polemiche social che ne sono seguite c'è di più, come è emerso ieri al convegno "Maternità libera scelta? Un Paese per donne e uomini" promosso alla Camera proprio dalla responsabile del neodipartimento, la deputata dem Titti Di Salvo, un passato da sindacalista e in Sel. Che giura: "Il nostro obiettivo è quello di rendere la maternità e la paternità una libera scelta, mettendo al...

12 Luglio 2017

La class action dei papà

scritto da

Si chiama Derek Rotondo, lavora in JP Morgan Chase e potrebbe essere la Rosa Parks, diquella "paternità moderna" che si agita sotto le ceneri delle nostre consuetudini. Derek, alla nascita del secondo figlio, decide di chiedere un congedo parentale di sedici settimane, quello previsto dal suo contratto per i primary caregiver, per il genitore di cura, ma se la vede rifiutare perché è un uomo, un padre, e a lui, secondary per definizione, spettano solo due settimane. Derek allora fa quello che da secoli si richiede agli uomini: impugna il coraggio e l'iniziativa e intenta causa alla sua azienda per discriminazione. Trova sponda...

10 Luglio 2017

Wimbledon, tra Federer e Nadal, spazio alle mamme tenniste

scritto da

“Dopo la maternità ho capito, ancor di più, quanto siamo forti noi donne e quanto lo sono le mamme”. Parole di Victoria Azarenka, la tennista bielorussa che si è qualificata per gli ottavi di finale del torneo di Wimbledon, dopo essere tornata alle competizioni a soli sei mesi dalla nascita del suo primogenito, Leo Alexander. In occasione dell’appuntamento sull’erba londinese, l’ex numero 1 del mondo ha parlato dell’esperienza della maternità per un’atleta professionista. “Non è così tremendo come molti possono pensare ma è certamente una decisione che va ponderata: devi essere disposta a prenderti una pausa e...

06 Luglio 2017

Il doppio dividendo dall'avere più donne al lavoro

scritto da

  “Non c’è una ricetta, basta lasciare che le cose facciano il loro corso. In Italia siamo maschilisti, è vero. Però siamo capitalisti, viviamo nel mercato. E il mercato richiede meritocrazia. E se guardiamo dentro le scuole, dove le ragazze sono le più brave…”   La riposta di Aldo Cazzullo alla domanda se esiste una ricetta per superare il gap italiano in termini di pari opportunità in un’intervista di Giusy Arena, rilasciata lo scorso autunno in occasione dell’uscita del suo libro “Le donne erediteranno la terra”, è vera fino a un certo punto. Come, del resto, non è convincente il titolo dell’opera, come...

30 Giugno 2017

Le mamme non sono meglio, ma non sono neanche peggio

scritto da

  “Si va bé, tralasciando tutte le assenze dal lavoro perché il bambino ha febbre/mal di pancia/male a un'unghia/c'è sciopero a scuola ecc ecc, tralasciando tutte le richieste di orari agevolati perché il bambino esce da scuola/dall'asilo/devo portarlo a calcio/nuoto/danza ecc ecc, con la gioia dei colleghi che devono lavorare il doppio..”.   E' uno dei commenti che trovate sotto a un video che racconta la storia di MAAM - maternity as a master (il programma che ho fondato e punta a trasformare la maternità in un'occasione di sviluppo di competenze lavorative). Video che ha scatenato la diatriba tra mamme e non mamme....

29 Giugno 2017

Lavoro: cercasi estetista non grassa e senza problemi di famiglia (!)

scritto da

"Sarebbe interessante sapere quale fantastico stipendio venga offerto, a questa donna 30enne che dovrà essere anoressica, orfana, nubile e senza figli e senza zii e nipoti, disposta a mettersi a disposizione dall'alba al tramonto. Magari le proporranno qualche voucher di nuovo conio". La Cgil commenta così l'annuncio affisso alle vetrine di un centro estetico di Asti (di cui riporto qui accanto la foto, cancellandone il numero di telefono per evitare eventuali azioni di protesta). Il fatto: un centro estetico di Asti cerca un'estetista "senza problemi di famiglia, non in sovrappeso, di oltre 30 anni, senza...

28 Giugno 2017

Perché abbiamo bisogno di un vero congedo di paternità

scritto da

“Quel tempo che non passi oggi con i tuoi figli, è lo stesso che desidererai un giorno se ci dovessimo separare”. Lo scriveva pochi giorni fa una persona cara, facendo riferimento al marito, e colpiva al centro del rapporto che divide le madri dai padri. Perché sarebbe il caso di ammetterlo, la distinzione fra “tempo di qualità e tempo di quantità”, cavallo di battaglia di molti padri, è una giustificazione delle assenze. Gli uomini sono ancora fortemente votati a un ruolo suppletivo e ludico, sono i breadwinner e si curano dei figli prevalentemente lavorando. D’altra parte è così che si ritiene debba funzionare. Le...

17 Maggio 2017

Le migliori aziende dove lavorare se sei un papà

scritto da

Dove manca il congedo di paternità riconosciuto dallo Stato, le aziende si fanno carico di riconoscere diritti ai padri. È il caso degli STati Uniti, dove Il welfare pubblico è piuttosto limitato e i datoir di lavoro si fanno supplenti per attrarre o trattenere i talenti migliori sul mercato. In questo contesto Fatherly, forse la più importante testata statunitense che tratta i temi della paternità, da tre anni pubblica un ampio report sulle facilitazioni che le imprese forniscono ai nuovi padri e una classifica delle 50 migliori aziende dove lavorare se si è papà. Negli ultimi tre anni va detto che, per competizione ed...

14 Maggio 2017

Di chi è davvero la festa della mamma?

scritto da

Al netto dell'acquisto di azalee o di eventuali altri esemplari florovivaistici per finanziare la ricerca scientifica, io la festa della mamma non me la sono mai spiegata. D’altra parte, se avessi pensato che essere mamma fosse solo qualcosa da festeggiare, forse ci avrei pensato prima, molto prima dei miei primi quarant’anni, ad avere Francesco. Ma da ragazza l’unica idea di maternità che concepivo era quella di figlia, cioè mi è sempre andato bene essere quella che comprava i fiori, li portava alla sua mamma e, insomma, finanziava la ricerca con la paghetta (l’autonomia finanziaria era di là da venire). Perché? Che cosa...

12 Maggio 2017

Tre motivi per cui le Mamme di Renzi non hanno funzionato

scritto da

Non si può dire che abbia avuto fortuna la prima uscita “al femminile” di Matteo Renzi neo segretario. Ed è stato un vero peccato, visto che invece ce n’era un gran bisogno, e la cosa mancava proprio. Parliamo infatti di un partito che non ha ritenuto necessario creare un ministero per le Pari opportunità, perché tanto “la parità è nei fatti, nel numero di ministri donne”, come disse una volta Renzi stesso – come se questo bastasse a far risalire all’Italia la china nella classifica mondiale della parità di genere. E così, è stato interessante che la terza parola chiave del neo eletto segretario generale del PD sia...