08 Febbraio 2018

Bambini svogliati e distratti? Provate a vestirli da Batman

scritto da

Bambini costantemente distratti? Genitori nervosi e stanchi dei vani tentativi fatti per cercare di coinvolgerli in un'attività che duri più di 10 minuti? Mamme e papà preoccupati per la mancanza di concentrazione dei piccoli in vista dell'inizio della scuola elementare? Provate con un costume di Batman. Sta qui, la soluzione, secondo una ricerca pubblicata nella rivista Child Development dal titolo "Batman effect". Lo studio è stato realizzato su bambini dai 4 ai 6 anni di età e ha mostrato che i bambini vestiti col costume del supereroe hanno raggiunto maggiori livelli di concentrazione rispetto agli altri. Nel...

24 Gennaio 2018

#tempoperme: l'agenda incantata per genitori sopraffatti

scritto da

    Un proverbio africano dice che per crescere un bambino serve un intero villaggio. Quando però il villaggio non condivide le stesse idee sulla genitorialità, la situazione che si genera non è così idilliaca. Nella nostra società oggi non esiste un modo o un metodo per essere genitori. Ne esistono un’infinità, ciascuno propugnato come verità scientificamente provata. E anche senza prove scientifiche, all’urlo “si è sempre fatto così e non è morto nessuno” tutti sono certi di possedere i segreti più reconditi della neurofisiologia del bambino. Dal sonno all’alimentazione, dall’educazione...

22 Gennaio 2018

Donne, Sud e impresa: la sfida anti-pregiudizi di Macnil e della Murgia Valley

scritto da

    A Gravina di Puglia c'è un'azienda che sfata tutti i pregiudizi: è nata, cresciuta e rimasta al Sud, ha il 70% di dipendenti laureati e il 50% di donne. Cinque team leader, tutte donne. Fondata da due coniugi - direttore tecnico lei, Ceo lui - in 17 anni di attività ha visto nascere 11 bambini, il dodicesimo è in arrivo. "Si può fare", ripete come un mantra la cofondatrice Mariarita Costanza, classe 1971. Si può laurearsi in ingegneria elettronica al Politecnico di Bari e avviare un'impresa informatica nel cuore del "distretto del mobile imbottito" partendo da un investimento iniziale di 30 milioni di lire trovato...

03 Gennaio 2018

Una spilla da balia per gli uomini del 2018

scritto da

    Qualche settimana fa Mark Rice-Oxley ha pubblicato su The Guardian un'inchiesta impietosa sullo stato attuale della mascolinità e l'ha intitolata The masculine mystique, parafrasando il celebre saggio di Betty Friedan, The Feminine Mystique. Nel 1963 quel testo ha contribuito alla seconda ondata storica del femminismo, raccontando la frustrazione delle donne schiacciate nei canoni della casalinga, della madre e dell'angelo del focolare. Eserciti di donne infelici allora affollavano i sobborghi residenziali degli Stati Uniti d'America, senza saper riconoscere che alcune di loro avrebbero voluto lavorare, essere prese sul...

14 Dicembre 2017

Quando il part-time dura 8 ore...

scritto da

    "In genere sono in ufficio dalle 8 alle 16-16.30, quando riesco a fare una pausa mangio un panino in una mezz'oretta". "Ah, quindi fai una specie di part-time?" "...No, veramente lavoro 8 ore al giorno, ma preferisco iniziare presto al mattino così posso vedere i miei figli dopo la scuola". "Mah, da noi prima delle 19,30 nessuno esce, neanche le mamme, non c'è differenza con gli uomini". "..." Un colloquio come un altro. Ma di quelli che fanno riflettere. Lo ha riportato una mamma che lavora, in un gruppo Facebook per genitori. Ha ricevuto centinaia di "like" e di commenti, per lo più di solidarietà da...

13 Dicembre 2017

Raddoppiato in 50 anni il tempo passato con i figli, ma forse non è una buona notizia

scritto da

    Qualche settimana fa ho conosciuto un'alta dirigente di un gruppo finanziario italiano che mi ha amabilmente sfottuto perché le confidato le mie aspettative di conciliazione fra lavoro e cura di mia figlia. Dicevo che il tempo dei genitori è una un tessuto a strappi variabili. Può iniziare la mattina con il tragitto che separa casa e scuola e finire tardi o presto, ma con l'auspicio di una cena consumata assieme e di qualche decina di minuti prima del sonno. Oppure può essere quello che abbiamo detto e una visita dal pediatra, oppure una riunione a scuola, cose così, fatte di quella flessibilità invocata dai datori...

12 Dicembre 2017

Bellissime, ovvero l’altra faccia del mondo di baby miss e giovani modelli

scritto da

    Non è facile leggere l’ultimo libro della scrittrice pugliese Flavia Piccinni e restare indifferenti, sia per chi non è ancora genitore, sia per chi già lo è. “Bellissime – baby miss, giovani modelli e aspiranti lolite” (Fandango, 2017) è un’inchiesta sul mondo delle sfilate di quartiere e dei casting di bambini e bambine per la moda, da Nord a Sud. In prima battuta, non sembrerebbe niente di particolarmente rilevante soprattutto per due motivi: il primo è la sensazione, condivisa dall’opinione comune, che si tratti di un fenomeno di nicchia, che nulla ha a che vedere con le (s)proporzioni di ciò che...

24 Novembre 2017

L'università in Germania è a misura di mamma (e papà)

scritto da

    Hanna ha 30 anni, un bimbo di 3 ed è una studentessa universitaria. Di fronte all’aula in cui si terrà il seminario, Hanna aspetta paziente che il compagno arrivi a prendere il figlio per consentirle di seguire la lezione in tranquillità. Ma il papà tarda ad arrivare e ormai gli altri studenti stanno prendendo posto ai banchi. Anziché rimanere fuori ad attendere, mamma e figlio si accomodano in aula su invito del professore, che si procura una manciata di pennarelli colorati per il bimbo e stabilisce che oggi utilizzerà soltanto metà della lavagna per le sue spiegazioni. L’altra metà sarà per il giovane ospite,...

22 Novembre 2017

Quando la separazione è lo scivolo verso la povertà

scritto da

    Complici gli episodi di cronaca che periodicamente si rincorrono sui mezzi di informazione, l'ultimo di qualche settimana fa, la separazione di coppie con figli è sempre più associata alla povertà. La povertà dei padri, però. Si racconta degli uomini che, vessati dalle ex compagne, perdono tutto: casa, soldi, status, dignità. Questa immagine, restituita decine di volte, è ciò che si potrebbe definire una narrazione tossica perché descrive una parte sola del tutto. E' vera, ma parziale. Falsa eppure verisimile. Conviene fare chiarezza, non solo per amore di cronaca, ma anche per onore di paternità, anche se...

19 Novembre 2017

"Mamme sull'orlo di una crisi di nervi": elogio alle madri imperfette

scritto da

    Tre buongiorno, due grazie, zero sorrisi. È quanto riesce a racimolare Caroline in un giorno qualunque della sua vita da mamma single. A volte si sente sola e quando ha bisogno di calmarsi osserva il bucato che girà nell'oblò della lavatrice. Passatempo che pare piacere anche a Malo, il figlio di tre anni e mezzo. Le sue disavventure e quelle di altre donne sono raccontate in “Mamme sull'orlo di una crisi di nervi”, graphic novel di Gwendoline Raisson e Magali Le Huche, uscito in Italia per Edizioni Clichy. Per far fronte alle difficoltà della sua vita personale e professionale Caroline inizia a frequentare...