18 Giugno 2018

Fontana e il cubismo della famiglia non tradizionale

scritto da

    Quando Henri Matisse nel 1908 vide l’opera Estaque, esposta da Georges Braque al Salone d’Autonme nel 1908, le giudicò negativamente definendola come composta da “piccoli cubi”. L’anno dopo il critico Louis Vauxcelles utilizzò l’espressione “bizzarrie cubiste” per definire, con intento o dispregiativo, l’aspetto frammentato e sfaccettato di alcuni quadri di Picasso e dello stesso Braque. Nonostante ciò il cubismo è considerato, ad oggi, una delle correnti artistiche più importanti e rappresentative del primo ‘900 e, lo stesso Picasso, uno degli autori più quotati al mondo. Le sue prime manifestazioni,...

13 Giugno 2018

LGBTQI e salute: quando rivolgersi a un medico può voler dire essere discriminati

scritto da

    Bullizzato e preso in giro dal chirurgo riguardo l’uso dei suoi genitali solo perchè omosessuale. La denuncia risale al gennaio del 2018 e proviene da un ragazzo napoletano che ha vissuto questa esperienza di omofobia presso l’ospedale di Cotugno, Napoli. Non si tratta purtroppo di un caso isolato. Che non tutto il personale medico e sanitario italiano sia adeguatamente formato e preparato per affrontare e rispettare i pazienti LGBTQI è un dato di fatto.  Diversi enti e associazioni, tra cui l'Agenzia per i Diritti Fondamentali dell'Unione Europea, hanno messo in luce come le persone LGBTQI, rivolgendosi a...

23 Aprile 2018

Fanny e Stella: i ragazzi vestiti da ragazze che l’Inghilterra voleva condannare

scritto da

    Ogni rivendicazione provoca un’opposizione. Quasi come se fosse la terza legge della dinamica, o quantomeno della dinamica storica: le minoranze - o maggioranze - a cui sono negati libertà, uguaglianza e diritti, affermandosi innescano - e dunque palesano - l’opposizione alla loro rivendicazione. Anzi, si potrebbe dire che la prima ed essenziale tappa di ogni rivendicazione, sia proprio quella di rendere visibili - costringendoli ad uscire allo scoperto - i propri oppositori. Oppositori che, per paradosso, spesso contribuiscono così a rafforzare e costituire la rivendicazione stessa. Parlando di diritti lgbt, in...

09 Aprile 2018

Mamma guarda, quel ragazzo porta il rossetto!

scritto da

    “Perché mai, Pannykis, la gente dice sempre verità approssimative, come se la verità non risiedesse soprattutto nei singoli dettagli?”. Sono parole che in La Morte della Pizia (Adelphi, 1988) Friedrich Durrenmatt fa pronunciare a Tiresia, celebre indovino della mitologia greca, mentre chiacchiera con una sacerdotessa di Apollo (appunto una delle Pizie) nel Santuario di Delfi. Una riflessione, che mi è venuta alla mente quando mi sono imbattuto, nel corso del mio bighellonare web, in un’interessante lettera pubblicata dal noto sito Buzzfed.com.  In questa lettera Jacob Tobia, che si definisce una persona gender non...

26 Marzo 2018

Cuori, baci e conigli gay

scritto da

    Riapre il Parlamento e il mural che rappresenta il bacio appassionato Salvini-Di Maio, così come improvvisamente apparso su tutti i quotidiani nazionali, scompare a Roma da via del Collegio Capranica, a metà strada tra Montecitorio e palazzo Madama. Il grande cuore rosso che coronava l’indomita passione tra i due protagonisti indiscussi del palcoscenico politico italiano, è già tramontato. Eppure le grigie e bieche pennellate degli addetti ai lavori non possono cancellare l’immagine che ci ha voluto regalare Tvboy, artista italiano esponente della Pop Art Urbana; un’immagine che conserveremo, per un po’, nei...

19 Marzo 2018

Diritti civili: battaglia popolare o questione d’élite?

scritto da

    Una delle analisi più ripetute dopo l’esito delle elezioni politiche del 4 marzo, sostiene che in Italia la sinistra si sia trasformata da partito popolare, a partito di élite, votata dai ceti più abbienti del centro storico, e quasi ignorata nelle periferie. Tra le argomentazioni usate per sostenere questo mutamento, quella che più colpisce riguarda principalmente il Partito Democratico, che ha governato l’ultima legislatura. Secondo alcuni avrebbe smesso di occuparsi dei problemi dei cittadini più in difficoltà, (specialmente al sud), per fare invece battaglie più “fighette” e da salotto bene, come i...

05 Marzo 2018

Al nuovo governo, sei proposte da inserire fra le cose da fare

scritto da

    Dai risultati usciti dalle urne si dovrà ora capire quale sarà la composizione del prossimo governo per l'Italia. Chiunque vada a Palazzo Chigi, però, ha alcuni temi che dovrebbe tenere a mente a giudizio degli autori di Alley Oop. Così abbiamo pensato di scrivere un piccolo promemoria, un po' come una To do list da mettere come segna libro nelle agende di questa legislatura. VIOLENZA SULLE DONNE La violenza sulle donne in Italia non è un'emergenza, ma un problema strutturale e va affrontato come tale. Si deve partire da qui per analizzare i numeri, il fenomeno e le forze in campo. Le donne che hanno subito...

26 Febbraio 2018

Il caso SuitSupply ovvero quando l'abito non fa (virile) il monaco

scritto da

  Essere il testimone dello sposo a un matrimonio genera un certo grado di ansia. Se poi si tratta del matrimonio del tuo migliore amico, e sai che a un certo punto scoppierai a piangere come un bambino, quell'ansia non può che salire alle stelle. Lo shopping con lo sposo, l’incontro con il parroco, l’eventuale discorso durante la cena, ecc. Per questo due anni fa, tra le mille cose da fare, mi sono completamente dimenticato del mio outfit. Convinto di poter indossare l’Armani carta da zucchero acquistato per il matrimonio della mia migliore amica (lo so non si fa, ma per ammortizzare la spesa mi ero ripromesso di usarlo per...

14 Febbraio 2018

Questo matrimonio s'ha da fare. A modo nostro

scritto da

  Era una notte buia e tempestosa. O forse non tempestosa. Ma sicuramente faceva parecchio freddo a Londra a dicembre del 2016. “O mi sposi o ci lasciamo” “Va bene, sposiamoci” Non era la prima volta che parlavamo di matrimonio. Ma è la prima volta che mi strappa un sì convinto. Ci aveva già provato almeno tre volte. A Vancouver proponendomi un matrimonio sulla spiaggia in scarpe da ginnastica e giacca di pelle con due sconosciuti raccattati dalla strada a farci da testimoni. A Milano mentre facevamo colazione e leggevamo il giornale sedute sugli scomodi sgabelli della nostra minuscola cucina. A Palermo dove i...

22 Gennaio 2018

La storia di Giorgio e Greta: il diritto di essere gemelli

scritto da

    Giorgio e Greta sono due gemelli nati dagli ovuli della stessa donatrice e venuti alla luce grazie a un'altra donna, in un ospedale Californiano. Il giorno della loro nascita sono stati registrati come gemelli perché per la legge di quello Stato, lo erano e lo sono, essendo figli degli stessi genitori. Giorgio e Greta (in tutto l’articolo vengono usati nomi di fantasia per salvaguardare la riservatezza della famiglia) hanno soltanto una particolarità, i loro genitori sono una coppia omosessuale che ha deciso di percorrere la strada della GPA, ossia della Gestazione Per Altri. Hanno quindi fornito il seme per la...