27 Marzo 2017

Adulti ma non troppo: la maturità oggi si conquista a 40 anni

scritto da

40 anni. Oggi ad un ragazzo di 20 anni ne servono altri 18 per diventare adulto e costruirsi una vita autonoma. E con i capelli bianchi inizierebbero a spuntare anche le prime sicurezze. Andrà peggio nel 2030 quando lo stesso ragazzo ventenne di anni ne impiegherà addirittura 28. Per fare un paragone: nel 2004 l'indipendenza si conquistava intorno ai 30 anni. Questo dato emerge dal rapporto “Il Divario generazionale tra conflitti e solidarietà. Generazioni al confronto” presentato dalla Fondazione Bruno Visentini il 22 marzo a Roma. Ma cosa significa "diventare adulti"? Nel linguaggio corrente un giovane diventa adulto quando...

27 Marzo 2017

Donne e lavoro? Se non hanno pane, che mangino brioches

scritto da

“Da un mercato del lavoro largamente basato su contratti da dipendente a stipendi fissi dobbiamo immaginare un mercato in cui c’è ampia condivisione dei risultati raggiunti: in entrambe le direzioni, condividendo quindi il rischio di impresa e i successi di impresa”. Così Luca Foresti, in un suo post su Econopoly, scrivendo di imprenditorialità, mi fa riflettere e mi porta a ripercorrerne il contenuto con sguardo di genere. Mi domando se questo cambiamento, per molti aspetti auspicabile, avrebbe lo stesso impatto sulla componente maschile e su quella femminile dell’occupazione. I dati sull’occupazione per posizione nella...

24 Marzo 2017

E se capita che il sessismo sia donna?

scritto da

Miki Agrawal ha creato in America una startup innovativa che si chiama Thinx. Thinx produce biancheria intima che elimina la necessità di usare tamponi, assorbenti e coppette mestruali – queste ultime in America e nel nord Europa sono di uso comune e in Italia sono semi-sconosciute. I prodotti della Thinx potrebbero aprire la via a una rivoluzione nella gestione del ciclo mestruale: se si diffonde un abbigliamento intimo simile è destinato a far fuori un mercato che si alimenta del fatto che ogni donna in età fertile spenda obbligatoriamente circa 4 euro al mese per 12 mesi all’anno. Solo in Italia, 48 euro per 15 milioni di donne...

23 Marzo 2017

9,3 milioni di nuovi posti di lavoro da qui al 2025. Quali le professioni di domani?

scritto da

L’automazione, l’immigrazione, le fabbriche che chiudono, gli ingegneri “made in China” e “made in India” e noi – italiani – che ancora fatichiamo a dare istruzioni in inglese ai turisti in vacanza nelle nostre città. Quando uno ha figli  – giovani e piccoli – un brivido corre lungo la schiena. Come sarà il loro mercato del lavoro in Italia e in Europa, magari tra 10 anni? Un dato è emerso al World Economic Forum, l’anno scorso, e  ha fatto il giro del mondo: il 65% dei bambini che iniziano ad andare a scuola in questi anni, quando termineranno il ciclo di studi, faranno un lavoro che ora non esiste. E giù...

22 Marzo 2017

Zia, giochiamo a stiliste? Sì, ma in cinese

scritto da

Sarà che la mia personale storia professionale è stata guidata dall'intuizione e dalla fortunata sorte più che che dalla fredda determinazione, ma mi ha sempre molto affascinato il tema della 'vocazione'. Anche se forse sono fin troppo ‘adulta’ per pormi adesso il problema. Che cosa siamo adatti a fare? Occupiamo davvero nel lavoro il ruolo per cui siamo ‘naturalmente’ predisposti? Su quali requisiti dobbiamo far leva? Me lo chiedo spesso e di recente me lo sono chiesto ancora più frequentemente a seguito di due episodi in cui ho avuto modo di interagire su questi temi con i miei nipoti. Ogni tanto li osservo, per provare ad...

21 Marzo 2017

Ragazzi, welcome on board! Quando le aziende diventano social per attrarre giovani talenti

scritto da

Le aspettative professionali della Generazione Z, che comprende 1,4 milioni di ragazze e ragazzi dai 16 ai 22 anni in Italia, sono quelle di trovare un lavoro appassionante, di responsabilità e ricco di valori. Possibilmente non in una grande azienda ma in una startup. Questi ragazzi sono, infatti, alla ricerca di nuovi stimoli imprenditoriali e curiosi di scoprire e viaggiare anche all’interno del mondo professionale. Le aziende hanno iniziato a progettare nuovi modi per accogliere i giovani, integrarli con il resto dell’organizzazione e farli crescere a vantaggio del benessere di tutti i dipendenti. Dare il “welcome on...

14 Marzo 2017

Le startup sono terra di conquista per i millennials

scritto da

Andrea Lippolis[/caption] Andrea Lippolis, leccese di 24 anni, nel maggio del 2016 lancia Featfood: una startup di consegna a domicilio di piatti salutari. Si accede al sito, si sceglie tra i menù la linea preferita - depurativa, energizzante, dimagrante e vegana - e da lì a poco un fattorino consegnerà a casa un pasto dal corretto apporto calorico studiato in collaborazione con medici nutrizionisti. Oggi la sua impresa innovativa è incubata presso il programma di accelerazione Impact Hub di Milano. Andrea ha iniziato a pensare alla sua impresa a 21 anni, a 24 riveste il ruolo di ceo. Cosa l'ha spinto a fondare un'azienda...

09 Marzo 2017

Donne e lavoro: chi ha il coraggio di dire la verità

scritto da

Passato e onorato l’8 marzo, vale la pena di affrontare a testa alta la realtà e trovare il coraggio di raccontare davvero come stanno le cose. Al di là dei numeri, dietro i numeri, a corredo dei numeri, perché se non partiamo da una visione autentica di ciò che succede nel mercato del lavoro, sarà difficile fare un salto di qualità. Quello che ci serve, per mettere le basi di un vero rinnovamento, è un’operazione di trasparenza da parte di chi è testimone, ma anche attore, di quanto succede nelle aziende, negli studi professionali, nelle università, nei centri di ricerca, nel mondo dell’arte, nella pubblica...

07 Marzo 2017

Generazione Z @Work

scritto da

Come si può immaginare la Generazione Z al lavoro? C’è chi l’ha studiata e l’ha interrogata. E chi, come noi , la osserva tutti i giorni, a casa, a scuola e su YouTube. No, non la si può immaginare al lavoro, perché al lavoro, come lo intendiamo noi, non ci vuole andare. Magari esistesse un identikit perfetto di una generazione che comprende ragazze e ragazzi dai 16 ai 22 anni. Eppure alcune ricerche hanno provato a disegnarlo. E l’identikit ha evidenziato 3 tratti peculiari: Il 47% di questa generazione desidera fondare una propria start up ed è abbastanza indifferente alle grandi organizzazioni L’84,5%...

06 Marzo 2017

Italiani post-Brexit: pragmatici, combattivi o disillusi?

scritto da

Come, dopo Brexit, qualcosa si sia incrinato tra gli italiani in Uk, ho cercato già di spiegarlo. Mi è stato obiettato che la mia esperienza non era necessariamente condividibile, e che non per tutti i trentenni italiani all’estero la prospettiva di un ritorno era diventata più appetibile post-referendum. Ho pensato, quindi, di fare una sorta di sondaggio informale tra conoscenti e amici expats italiani come me qui in UK. Ovviamente il mio campione è poco rappresentativo, perchè sono privilegiati, con un’istruzione universitaria e un buon lavoro, Bocconiani finiti in finanza, brillanti accademici che insegnano a Oxbridge,...