22 Febbraio 2017

Non è che per stanchezza con i figli ripetiamo i cliché dei nostri genitori?

scritto da

Io sono dalla parte dei figli. Sono uno di quelli che ancora stenta a fidarsi di chi ha più di trent'anni. Che sente il peso dello slogan "i genitori sono i nostri primi oppressori". Altri mondi, altri tempi, parabole non sempre edificanti, ma il punto c'è. Cosa è la famiglia, quale il ruolo dei genitori? Quando ero un figlio - non che non lo sia adesso, chi la sente mia madre poi! - ho imparato a detestare alcune espressioni come "è questo il modo di rivolgersi a tuo padre", "con tutti i sacrifici che ho fatto per te", "quando sarai genitore anche tu, lo capirai". Eppure sono diventato genitore e non l'ho capito. Quello che...

22 Febbraio 2017

Per mio figlio sono "solo" una mamma?

scritto da

Sigma via Getty Images[/caption] "Mi sono resa conto che i miei figli mi vedono solo come la loro madre, ma io ho un diploma di francese, ho studiato legge, ho superato il concorso di avvocato. Non sono così stupida! Mi sono iscritta di nuovo all'università per studiare Shakespeare, per tornare a lavorare e pensare di nuovo". A parlare è Penelope Clarke Fillon, la 60enne riservata moglie gallese del  candidato di destra alle presidenziali francesi e madre di 5 figli. La signora Fillon è finita al centro di uno scandalo che ha travolto suo marito, fino a poche settimane fa dato per favorito. Fillon avrebbe fatto figurare sua...

16 Febbraio 2017

La genitorialità condivisa conviene a tutti. Perché non facciamo il primo passo?

scritto da

Succede ogni volta che viaggio: c’è sempre qualcuno che si sente in dovere di chiedermi ‘dove hai lasciato tua figlia?’. Di solito quel qualcuno è un uomo e spesso ha figli anche lui, ma nessuno gli ha posto la stessa domanda. Quando lo faccio io, ridacchia. La norma, in fondo, è questa: la donna sta a casa con i figli, il marito è in giro a lavorare. La donna abbandona o rallenta la carriera, l’uomo - di contro - la potenzia per mantenere la famiglia. Quando è anche la donna a farlo, deve dare delle spiegazioni. Deve giustificarsi. Deve viverlo male, indossando i sensi di colpa che la società ha cucito per lei. Deve...

10 Febbraio 2017

Quando la vita irrompe all’improvviso… Le riflessioni di una (bis)mamma

scritto da

Succede che una coppia sogni di formare una famiglia con due figli. Succede che quei figli, però, non arrivino. Succede che la coppia decida di adottare. Succede che arrivi poi una meravigliosa bambina da lontano, con la pelle liscia color dell’ebano. Succede che anni dopo la coppia decida di ricominciare l’iter adottivo per completare la famiglia e il proprio progetto d’amore. Succede che dopo anni a immaginare da quale parte del mondo arriverà il nuovo membro della famiglia, una mattina come tante la vita irrompa a rimescolare le carte con la sua imprevedibilità. Proprio quando l’età è un po’ avanzata e tutto ci si...

10 Febbraio 2017

Sei incinta? Torna quando avrai risolto il problema

scritto da

Migliaia di condivisioni sui social, decine di migliaia di like, riprese dai giornali di tutta Italia, la prima pagina di un quotidiano nazionale... per la notizia che una piccola azienda di Mestre ha assunto una donna al nono mese di gravidanza. Che cosa ha colpito così tanto l'immaginario del nostro paese? Intanto Martina è definita "coraggiosa". Ma coraggiosa perché? Perchè fa il secondo figlio in un paese in cui ci fermiamo tutte a uno? Perchè fa il secondo figlio e pensa di riuscire a continuare a lavorare? Perchè fa il secondo figlio e pensa addirittura di poter, allo stesso tempo, scegliere un lavoro che le piace di più…...

09 Febbraio 2017

Mamma, che vergogna. Quando la disabilità dei figli viene vissuta come una colpa

scritto da

‘Signori io non vi ho mentito, avete visto coi vostri stessi occhi i mostri viventi del nostro serraglio. Voi ne avete riso o provato ribrezzo, tuttavia se lo avesse voluto la natura beffarda, anche voi potreste essere come loro. Non hanno chiesto loro di venire a questo mondo, eppure sono qui tra noi. Si riconoscono in un codice che nessuno ha mai scritto. Offendetene uno, e si sentiranno offesi tutti quanti.’ Freaks, 1932, regia di Tod Browning. Quando si affronta la disabilità da genitore emerge spesso il tema della vergogna, la vergogna di aver partorito un figlio fuori norma, la vergogna della diagnosi, la vergogna...

07 Febbraio 2017

#SaferInternetDay : le sfide perché la rete diventi un luogo sicuro per bambini e adolescenti

scritto da

Cyberbullismo, tutela dei dati personali e della propria identità digitale, hate speech, web reputation e affidabilità delle informazioni nella rete. Queste e molte altre sono le questioni che ci troviamo davanti, per far sì che l’ambiente digitale in cui bambini e adolescenti sono sempre più immersi sia sicuro e funzionale al loro sviluppo. Sfide che si giocano su più tavoli, da quello dell’educazione in famiglia, a quello legislativo e istituzionale, al centro del Safer Internet Day, la giornata mondiale sulla sicurezza nella rete che si celebra oggi (qui il link internazionale e qui quello italiano) e che coinvolge oltre 100...

03 Febbraio 2017

Strategie di adattamento per genitori e figli

scritto da

I nostri figli si trovano a scontrarsi con piccole e grandi difficoltà. Man mano che crescono, le problematiche con cui si confrontano diventano più complesse e richiedono loro strategie più raffinate. È un momento di passaggio e di crisi su cui molto si è scritto, ma anche di piacevole euforia e sperimentazione. E noi genitori? C’è poco da raccontarcela: è un momento di passaggio e di crisi anche per noi. Le dinamiche che hanno funzionato fino a quel momento improvvisamente non sono più adatte. Soprattutto alla soglia dell’adolescenza, non più bambini ma non ancora ragazzi, i nostri figli iniziano ad assaporare...

02 Febbraio 2017

Mamme con troppi pensieri? Relazione a rischio con i loro figli

scritto da

Pensare troppo fa male. Ditelo a una mamma con un bimbo piccolo, presa da mille pensieri sulla quotidianità, sulla gestione della casa, sul lavoro, sulla salute del bambino… “Come sarà il rientro a lavoro dopo la maternità? Come gestire il poco tempo tra cura del bambino e impegni di lavoro? Come fanno le altre mamme ad essere così brave ed efficienti e perché io sono così inadeguata?”. Se da un lato è assolutamente normale per una neomamma alle prese con una vita nuova e stravolta porsi domande di questo tipo, la troppa preoccupazione potrebbe arrivare a minare proprio la relazione madre-figlio. Uno studio recente...

01 Febbraio 2017

La maestra di mia figlia si chiama Fabrizio

scritto da

La precarietà, le supplenze, il corpo docenti mai completo. Abbiamo imparato a conoscere una scuola così, ahinoi. Nella scuola dell'infanzia la carenza di personale è ancora più sentita perché è un mestiere dove la componente di cura è prevalente e dove esiste una figura fiabesca e ambita, la doa, fra le maestre un unicorno. La doa è una dotazione organica aggiuntiva nel lessico spoetizzante della burocrazia. Un'educatrice a disposizione della scuola per coprire assenze, malattie, garantire servizi di pre e post scuola e tante altre cose utili e utilissime. Dopo un lungo purgatorio finalmente anche la scuola di mia figlia ha...