09 Aprile 2018

Mamma guarda, quel ragazzo porta il rossetto!

scritto da

    “Perché mai, Pannykis, la gente dice sempre verità approssimative, come se la verità non risiedesse soprattutto nei singoli dettagli?”. Sono parole che in La Morte della Pizia (Adelphi, 1988) Friedrich Durrenmatt fa pronunciare a Tiresia, celebre indovino della mitologia greca, mentre chiacchiera con una sacerdotessa di Apollo (appunto una delle Pizie) nel Santuario di Delfi. Una riflessione, che mi è venuta alla mente quando mi sono imbattuto, nel corso del mio bighellonare web, in un’interessante lettera pubblicata dal noto sito Buzzfed.com.  In questa lettera Jacob Tobia, che si definisce una persona gender non...

03 Aprile 2018

Promozione in gravidanza? Si può!

scritto da

  Alzi la mano chi crede che sia possibile – o altamente probabile – ricevere una promozione in gravidanza. Siamo in Italia e purtroppo conosciamo bene le statistiche che ci riportano ben altre vicende, tra cui quelle delle frequenti dimissioni, di cui anche AlleyOop si è occupata qui. Sappiamo bene, infatti, che nella maggior parte dei casi è già tanto riuscire a conservare il posto e le mansioni svolte regolarmente prima del congedo obbligatorio. La storia di Giovanna Vaira, foggiana trapiantata a Trieste per amore, manager in Wartsila Italia, invece, è di quelle che infondono coraggio e speranza. Giovanna ha ricevuto una...

29 Marzo 2018

Genitori-bancomat? No, grazie. Educazione finanziaria tra dono, relazione e mente

scritto da

    Di questi tempi si parla molto di denaro e trappole mentali, come nel bel libro di John Searle e Maurizio Ferraris “Il denaro e i suoi inganni” da poco pubblicato. Si parla un po’ meno di behavioral economics applicata all’educazione finanziaria di bambini e adolescenti. Per molti genitori il tema è carico di preoccupazioni: le difficoltà a provvedere al necessario, l'ardua gestione delle pressioni esterne – dalla pubblicità ai coetanei - sull’insorgere dei primi desideri di acquisto, il complesso avvicinamento all’online e alla moneta dematerializzata, la sfiducia verso il futuro. Anche quando non sia...

28 Marzo 2018

Volete la parità? Restate single

scritto da

    Dirò una cosa impopolare. Dirò una cosa che divide le donne, lo so. Una di quelle cose che ci mettono l’una contro l’altra e ci impediscono di fare squadra come fanno gli uomini, che sanno portare a casa meglio di noi il risultato. Ma quando ci si imbatte in certi dati fare lo struzzo non aiuta. Meglio prenderne atto e confrontarsi con la realtà, naturalmente con l’obiettivo di migliorarla. Il dato è questo: l’Università di Princeton ha paragonato gli stipendi di uomini e donne dividendo tra donne-con e donne-senza figli, e si è accorta che quello che comunemente chiamiamo gender gap in realtà è un...

23 Marzo 2018

L’intreccio di presente e futuro nel racconto dell’adozione

scritto da

    Chi sono io? Ognuno di noi si è trovato nella vita a fare i conti con questa domanda. Il senso di identità si costruisce giorno dopo giorno: siamo il risultato delle vicende che ci sono accadute, degli incontri che abbiamo avuto, nel bene e nel male. Per costruire una solida identità abbiamo bisogno di conoscere la nostra storia. In adolescenza questo processo attraversa una fase particolarmente critica: non più bambini, ma non ancora adulti, i giovani cercano il proprio posto nel mondo. Questo processo risulta più faticoso per i ragazzi adottati, che si trovano spesso a fare i conti con storie frammentate,...

21 Marzo 2018

Oltre la festa, papà che reggono il gioco

scritto da

    Passata la festa, gabbato lo santo, si dice. Forse uno dei migliori adagi per descrivere una certa italianità. Scanzonati, cinici ma di cuore. Anche quando affrontiamo la festa del papà, che serve da decenni a vendere cioccolatini e cravatte e altre cose di poco conto. Anche Wikipedia non sa tanto come giustificarla. La festa del papà è una celebrazione laica che frulla dovere e dedizione. Da una parte l'ala dura degli asili che pretende la presenza maschile - una volta all'anno, con inusuale dedizione e con commesse pronte ad accogliere i padri come se fossero da poco emancipati dal pannolino - dall'altra...

14 Marzo 2018

Milano Digital Week, 400 eventi e una città in fermento. Qual è l'evento per te?

scritto da

    Domani parte la prima edizione della Milano Digital Week, che si traduce in 400 appuntamenti che connetteranno l'intera città attraverso il digitale. Quattro giorni di dibattiti, mostre, curiosità, seminari, performance, spettacoli, workshop, corsi di formazione e laboratori per scoprire gli aspetti più innovativi, e a volte inaspettati, del digital. Tutti i settori, nessuno escluso: dalle arti all'educazione, dalla mobilità al business, alla comunicazione, dalla manifattura alla sanità, fino alla sicurezza. Condivisione di conoscenza e nuove visioni per gli adulti, senza dimenticare i più piccoli che potranno...

09 Marzo 2018

Alle istituzioni e a tutti voi chiediamo di non lasciarci soli: la storia di Raffaella

scritto da

    L’abbandono può avere mille forme, ma lascia un segno indelebile, che non tutti hanno la forza di superare, soprattutto se non trovano qualcuno capace di sostenerli sulla loro strada. Potremmo usare mille parole per descrive il senso di smarrimento, la tristezza, la rabbia e la voglia di riscatto che si celano dietro queste storie, ma è difficile trovare le parole giuste, che arrivino dritto al cuore della questione. Le parole di Raffaella sono proprio così, incisive, dirette, vere, ci aiutano a sentire quel “senso dell’abbandono”, e noi la ringraziamo per avere risposto alle nostre domande e averci permesso di...

09 Marzo 2018

Vogliamo essere tutti uguali. Sì, ma uguali a chi?

scritto da

    L’Università di Georgetown ha appena rilasciato un rapporto che si intitola: “Le donne non possono vincere”. Ma vincere cosa? La gara contro gli uomini, contro sé stesse oppure contro il sistema? Il rapporto parla del persistere del divario salariale, che negli Stati Uniti resta del 9% anche in condizioni di perfetta parità educativa e di profilo professionale. E aggiunge che le donne: 1. tendono a scegliere lavori remunerati meno; 2. hanno un maggiore carico familiare da gestire; 3. devono dimostrare di avere maggiori qualifiche per ottenere lo stesso livello reddituale degli uomini. Insomma, gli anni passano e...

07 Marzo 2018

Piemonte, 400 euro alle mamme se il papà resta a casa

scritto da

    Si chiama RIENTRO, l'acronimo sghembo di un bel concetto "rimanere entrambi responsabili e occupati", è un intervento sperimentale della giunta della Regione Piemonte  per agevolare il rientro al lavoro delle donne e diffondere presso gli uomini una cultura di genitorialità condivisa e di cura. Voluto dall'assessora Monica Cerutti e finanziato con risorse regionali ed europee, il provvedimento ha un meccanismo curioso. I contributi previsti sono di 400 euro per ogni mese di congedo parentale volontario fruito dai papà, ma la titolarità dell'incentivo è delle mamme. Forse macchinoso, ma con l'obiettivo di scardinare...