13 Febbraio 2018

Ni una menos, lo sciopero femminista dell’8 marzo in Spagna

scritto da

    Si replica. L’anno scorso allo sciopero femminista dell’8 marzo aderirono circa 70 Paesi, Italia compresa. In Spagna ebbe più che altro una valenza simbolica: le donne si fermarono per un’ora o per mezz’ora, a seconda della comunità. E rimasero con il sapore sulle labbra. Così sin dal mese di aprile dello scorso anno iniziarono a organizzarsi in vista del 2018, con riunioni sparse sul territorio ogni 8 del mese, per decidere come mobilitarsi e fare le cose in grande. Uno sciopero di ventiquattro ore che coinvolga ogni settore del lavoro femminile, compreso quello domestico e le studentesse. “Huelga laboral,...

16 Marzo 2017

Benetton: la sfida della sostenibilità passa per ambiente, diritti sul lavoro e welfare

scritto da

Conciliare sostenibilità, etica e affari, è una sfida che coinvolge sempre di più le imprese di tutti i settori industriali. Moda compresa. Alle aziende del settore tessile i consumatori chiedono, infatti, sempre più spesso di produrre vestiti “buoni” oltre che belli. Una consapevolezza che, unita all’attenzione dell’opinione pubblica mondiale verso il tema del crescente impatto sociale e ambientale di questo business, ha spinto molte aziende a iniziare a fare qualcosa di concreto. In quest'ambito si sta muovendo anche Benetton. L’azienda di Ponzano Veneto - che ha circa 8000 dipendenti in tutto il mondo, di cui 2500 in...

08 Marzo 2017

#8marzo - L’Italia fra il primato dell’Islanda e la maglia nera dell’Egitto

scritto da

La legge Golfo-Mosca sulle quote rosa ha regalato all’Italia un primato: insieme a Francia, Svezia e Finlandia, siamo il Paese europeo con la percentuale più alta di donne (il 30%) sedute nei Cda. Peccato che ci fermiamo qui. Al di fuori dei consigli d’amministrazione, ricorda Eurostat, in Italia le manager sono solo il 22% del totale. Siamo lontani dal primato della Lettonia, l’unico Paese della Ue dove la quota delle donne - con il 53% - supera quella degli uomini fra il management. Le dirigenti meglio pagate d’Europa, invece, sono quelle rumene: la differenza di stipendio rispetto ai colleghi maschi, per loro, è solo del...

07 Marzo 2017

8 marzo: e se a scioperare fossero gli uomini?

scritto da

Domani, per la festa dell'8 marzo, è stato indetto uno sciopero globale delle donne contro le violenze e le discriminazioni di genere. L'idea è stata lanciata dal movimento americano Women's march (quello della marcia delle donne contro Trump); in Italia, il testimone è stato raccolto dalla rete Non una di meno, che ha incassato l'adesione di parecchie sigle sindacali tra cui la Cgil. Un'idea nobile. Ma non sarebbe stato meglio se, contro le violenze di genere, a scioperare fossero stati solo gli uomini? Le donne sono quelle che guadagnano di meno. Sono quelle che le violenze le subiscono. E poi? Non basta il danno, arriva...

07 Marzo 2017

'Se le nostre vite non valgono noi ci fermiamo’: lo sciopero dell’8 marzo contro la violenza sulle donne

scritto da

La festa internazionale della donna dell’8 marzo è stata istituita per ricordare le conquiste fatte attraverso i secoli, e anche per ricordare le violenze e le discriminazioni subite. Ma la violenza, purtroppo, è un tema ancora attuale. Per questo l’8 marzo è stato indetto uno sciopero globale delle donne che in Italia sarà soprattutto, anche se non solo, contro la violenza di genere. A lanciare l’iniziativa è stata la rete Non una di meno. Ma hanno aderito in tanti, organizzazioni, associazioni e sindacati. Uniti dallo slogan: ‘Se le nostre vite non valgono noi ci fermiamo’. La protesta riguarda soprattutto le donne, ma...

03 Marzo 2017

Calendario al femminile dal 3 al 12 marzo

scritto da

Gli eventi al femminile segnalati alla redazione: 3-12 marzo: #nellemiemaniOra campagna fotografica che ritrae i volti di donne foodora (rider, manager, clienti) in mostra presso la sede di IED, via Sciesa 4 – Milano. Foodora e IED hanno lanciato una campagna a sostengo de I Sei Petali, cooperativa sociale per l’inserimento lavorativo di donne che escono da percorsi di violenza. L'iniziativa prevede anche una campagna social a cui si pu partecipare postando sui social la propria foto con l'oggetto che più rappresenta la propria vita con l’hashtag #nellemiemaniORA. Inoltre sarà possibile fare una donazione a I Sei Petali...