08 Febbraio 2017

Usa: bloccare gli immigrati è un autogol per la Silicon Valley (e non solo)

scritto da

Sono all’aeroporto internazionale di San Francisco. La zona degli arrivi è stata invasa da migliaia di protestanti. Da ore fanno sentire la loro voce contro l’ultimo, ennessimo irreale atto di Trump: bandire l’ingresso negli Stati Uniti a qualunque cittadino di uno dei sette paesi che secondo il neopresidente, senza dati alla mano, non sono amici degli Stati Uniti e sono invece potenziali importatori di terroristi. Non importa se hanno il visto, la green card, se sono rifugiati o tentano di immigrare illegalmente. E’ sufficiente che siano cittadini di uno dei sette paesi della lista nera di Trump e non possono piu’ entrare...

07 Febbraio 2017

#SaferInternetDay : le sfide perché la rete diventi un luogo sicuro per bambini e adolescenti

scritto da

Cyberbullismo, tutela dei dati personali e della propria identità digitale, hate speech, web reputation e affidabilità delle informazioni nella rete. Queste e molte altre sono le questioni che ci troviamo davanti, per far sì che l’ambiente digitale in cui bambini e adolescenti sono sempre più immersi sia sicuro e funzionale al loro sviluppo. Sfide che si giocano su più tavoli, da quello dell’educazione in famiglia, a quello legislativo e istituzionale, al centro del Safer Internet Day, la giornata mondiale sulla sicurezza nella rete che si celebra oggi (qui il link internazionale e qui quello italiano) e che coinvolge oltre 100...

06 Febbraio 2017

#SuperBowl: Audi gioca la carta "equal pay", ma la rete non ci sta

scritto da

114 milioni di spettatori, in media, per la partita più importante dell'anno negli States. Proprio per questo il Super Bowl è molto di più di un evento sportivo. Diventa, soprattutto per le aziende che riescono a conquistare uno spazio pubblicitario, una vetrina di dimensioni inimmaginabili. Una vetrina che costa 5 milioni di dollari ogni 30 secondi. Nell'edizione di quest'anno Audi ha investito per dar spazio a uno spot affatto scontato. Dopo la pubblicità di dicembre, realizzata in Spagna, che vedeva una bambola scegliere un'Audi al posto della classica carrozza tutta rosa, la casa automobilistica torna a scegliere la parità di...

26 Dicembre 2016

Odio sul Web: il ministro Orlando convoca le associazioni, ma ancora nessuna legge contro l'omofobia.

scritto da

Il web è sempre di più il luogo dove l’odio e la discriminazione provenienti da ogni parte, riescono a coagularsi organizzarsi e rafforzarsi per poi diffondersi in modo virale. Per contrastare questo pericoloso fenomeno sotto gli occhi di tutti, il 22 dicembre scorso il Ministro della Giustizia Orlando ha organizzato insieme all’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) la prima riunione contro le campagne d’odio che si diffondono attraverso la rete. L’evento ha visto sedersi attorno a un tavolo le più importanti associazioni che sul territorio nazionale si battono contro ogni tipo di discriminazione: Amnesty...

12 Dicembre 2016

Quando a riconoscere la paternità sono le aziende

scritto da

Due settimane di paternità. La proposta di legge, a firma Titti Di Salvo alla Camera e Valeria Fedeli al Senato, è arenata, mentre in altri paesi europei, come l'Irlanda, è già realtà. Con la legge di Stabilità il singolo giorno di paternità raddoppierà nel 2017, che diventeranno poi quattro, sempre obbligatori, nel 2018 (più uno facoltativo). Ma mentre la normativa segue il suo lento corso, le aziende, sopratttutto le multinazionali, anticipano i tempi e alcune già da anni riconoscono ai neo padri un congedo pagato spesso al 100%. A livello internazionale gli esempi non mancano e vanno da esempi di eccellenza come Netflix,...

21 Novembre 2016

"I’m a transgender”: Jeydon Wale, giovane YouTuber, dopo nove anni si confessa in un video.

scritto da

“Ciao mi chiamo Jeydon Wale e sono un transgender, da ragazza a ragazzo. Io sono sempre stato un ragazzo, anche se il mio corpo ha detto il contrario, fin dalla nascita.” Inizia così I’m a transgender, il video che Jeydon Wale ha pubblicato il 12 novebre in occasione del nono anniversario del suo canale Youtube. Ma chi è Jeydon Wale? Canadese, 25 anni, diafano, è uno degli YouTuber più seguiti oltreoceano. Lineamenti alla Twilight, scrive anche canzoni (che è possibile ascoltare su Spotify). Spesso porta un cappello di lana infilato in testa e ha vistosi piercing alle labbra, che fanno un po’ da contrasto ad un viso...

17 Novembre 2016

Se il "parenting" diventa "sharenting"

scritto da

I minori vanno educati all’uso della Rete, ma da chi? Senza dubbio, in primo luogo, dai genitori. Ma i genitori quanto sono effettivamente loro stessi educati ad un uso consapevole di internet? Pensiamo ad esempio allo sharenting, creativa parola nata dalla combinazione di parenting e sharing  che indica quella diffusissima tendenza dei genitori a condividere sul web tutto ciò che riguarda i figli: dal momento della nascita alla prima poppata, dal primo sorriso alle prime parole, dai primi passi al primo compleanno e via dicendo. Sicuramente esiste un tema di sovraesposizione dei bambini online: secondo uno studio...

25 Luglio 2016

Ecco perché se vedete inciampare qualcuno col telefonino, probabilmente è un uomo

scritto da

Quattro su cento sono inciampati alla fermata del treno. Diciotto su cento sono stati più fortunati, sono inciampati e basta. Mentre due su tre hanno preso almeno una capocciata contro un passante che andava nell'altra direzione di marcia. Ormai hanno un nome, si chiamano gli smartphone walkers, il popolo dei camminatori con gli occhi al telefonino invece che alla strada. Mentirei, se dicessi che non è capitato anche a me. Ma una cosa mi consola: la maggior parte delle volte, capita agli uomini. Lo ha stabilito un'indagine di Found!: il 58% dei distratti tecnologici sono uomini. Non donne. Sul perché i ricercatori non si...

12 Maggio 2016

La startup che vi convincerà a viaggiare leggeri

scritto da

Quattro universitarie - Chiara, Claudia, Marina e Serena - alle prese con la laurea specialistica al Politecnico di Milano e un’idea, pensata per superare l’esame che richiedeva di progettare una startup. Poi la laurea, e una settimana dopo ognuna per la sua strada: chi ha trovato uno stage, chi un contratto di lavoro vero e proprio, chi ha preso la strada dell’estero. E ogni tanto un pensiero: peccato per quell’idea di impresa, destinata a rimanere in un cassetto.

Accadeva tre anni fa. Ventiquattro mesi dopo, c’è stato chi ha detto: ora o mai più. E ha portato quell’idea nell’edizione primavera di H-Camp, il...

03 Maggio 2016

Vuoi andare in diretta sui social? Istruzioni per l'uso

scritto da

Non solo testi e immagini: i video sui social network stanno acquisendo sempre più spazio e attenzione. Secondo uno studio di Cisco, nel 2015 il 55% del traffico mobile era costituito da video, mentre secondo una stima nel 2020 raggiungeremo perfino il 75%.

Ma esattamente dove abbiamo utilizzato il 55% del traffico mobile globale guardando video? Video per eccellenza: YOUTUBE

La piattaforma per eccellenza dedicata ai video è sicuramente YouTube, il secondo sito più visitato al mondo: al primo posto, neanche a dirlo, Google, e subito dopo di lui in terza posizione Facebook. Online dal 2005, è sicuramente il posto giusto per...