19 Ottobre 2017

#Ioleggoperché: il viaggio nei libri inizia da bambini

scritto da

Gli alunni sono seduti, disposti in cerchio. Gli occhi attenti e curiosi. La maestra estrae un libro dal piccolo scaffale che è stato creato per accogliere la libreria di classe. Silenzio, respiro, la storia sta per cominciare… E’ un momento che ha il sapore di una magia, quello dedicato alla lettura: aprire un libro e raccontare ai bambini ciò che vi è scritto significa condivisione di un’esperienza, di emozioni e fantasie. Significa aprire la porta su infiniti mondi possibili, reali o immaginari. Significa iniziare insieme un viaggio, fatto di parole nuove, di luoghi fatati, di personaggi incantevoli in cui...

18 Ottobre 2017

Orienteering: imparare a non perdersi nel bosco e nella vita. Fin da piccoli

scritto da

      Lo sport della Corsa d’Orientamento, spesso noto col nome internazionale di Orienteering, è un’attività sportiva che ha trovato, negli ultimi anni, ampio spazio anche all’interno della Scuola come strumento didattico ed educativo. Non è solo sport, non è solo corsa, non è solo gioco - guai a chiamarla caccia al tesoro! La ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli in occasione dei mondiali di orienteering ha sottolineato che “È uno sport molto adatto alle scuole perché riunisce in sé diverse, importanti caratteristiche: si pratica all'aria aperta, spesso immersi natura; richiede l'impiego di facoltà sia...

13 Ottobre 2017

Basta: "Genitori adottivi? Che bravi!"

scritto da

      Qualche giorno fa mi ferma per strada l’ennesima signora: “Ma le ha adottate? Uh, che bella cosa. Ma che bravi che siete stati!”. Sorriso di circostanza, e ci riprovo ancora una volta: “Signora, quelle brave sono le mie figlie. Hanno fatto loro la fatica più grande”. Ma lei imperterrita: “Sì, ma siete stati bravi, avete fatto proprio una bella cosa”. Lo so che la signora di turno è mossa da buone intenzioni, me lo ripeto ogni volta come un mantra, ed è per questo che continuo a rispondere educatamente, ma la verità è che non ne posso più di questa visione distorta e semplicistica...

06 Ottobre 2017

Quel giorno di sole in cui sono andata a dare le dimissioni

scritto da

    Io lo ricordo, il giorno in cui sono andata a dare le dimissioni all’ispettorato del lavoro. Era maggio: il giorno prima mio figlio Luca aveva compiuto un anno. C’era il sole, e insieme agli avvocati della mia società, che mi “scortavano”, abbiamo deciso di fare una bella passeggiata. Lasciavo un lavoro che avevo amato, un’azienda di cui mi ero sentita parte – come è sempre stato, in ogni azienda in cui ho lavorato. Lasciavo con il sollievo di chi ha risolto, di chi non ha visto alternative, ma anche di chi ha in testa e nel cuore dei progetti che disegnano già un futuro. Ma lasciavo anche con la tranquillità...

05 Ottobre 2017

Insegnare, il patto che si stringe col futuro

scritto da

“Da grande vorrei diventare una maestra. Come te.” Martina, cinque anni, mi guarda seria, ha già le idee chiare. Io la osservo e sorrido, perché ricorda me, da bambina. Avevo poco meno della sua età, quando ho cominciato a giocare “a far finta di” essere maestra e, con gli anni, il mio gioco si è trasformato in realtà. Non sapevo cosa significasse davvero insegnare, pensavo fosse una specie di vocazione, fino a quando, non mi sono ritrovata in una classe di bambini di tre anni, nella mia prima esperienza in assoluto. Ero in piedi e mi guardavo intorno, avevo una cinquantina di occhi che mi scrutavano e pensai: “E...

02 Ottobre 2017

Cara babysitter…ma quanto mi costi?

scritto da

    Babysitter, tata, nanny o un più desueto bambinaia sono tutti sinonimi di una figura familiare che sempre più spesso rappresenta l’alter ego e la fidata alleata di mamme e papà. C’è chi la cerca sportiva, chi la vorrebbe materna, chi più Mary Poppins e chi invece un po' più Signorina Rottermeier. Tutte hanno un denominatore comune: dal 2017 costano di più. L’ultimo rapporto annuale sull’analisi delle tariffe delle babysitter in Italia pubblicato dal sito Yoopies.it evidenzia infatti un aumento vertiginoso rispetto agli anni precedenti. La tariffa media oraria richiesta in Italia dalle babysitter è 8,34...

28 Settembre 2017

“Perché devo andare a scuola?”: una domanda semplice per una sfida complessa

scritto da

A settembre si sono riaperti i cancelli di centinaia di istituti scolastici italiani, gli alunni sono tornati tra i banchi ed è iniziato un nuovo anno scolastico. Per moltissimi bambini e ragazzi si tratta davvero di un nuovo inizio: il primo giorno in un nuovo grado di scuola suscita sempre emozioni forti e contrastanti. Il timore di entrare in un ambiente ancora poco familiare si sovrappone all'eccitazione che comporta l’avventura di diventare “grandi”, con nuovi compagni, insegnanti e nuove cose da imparare. E poi c’è un inizio che è “più inizio” di tutti gli altri: quello dei bambini di tre anni che si...

22 Settembre 2017

Valentina: "La vita è il regalo più prezioso". #forzaaurora

scritto da

Il team di Alley Oop appoggia la campagna di Andrea e Valentina, i genitori di Lorenzo e Aurora.Per questo abbiamo deciso di pubblicare la loro storia e il link alla raccolta  "Sostieni la ricerca per guarire un bambino in più" E' un modo per far sapere loro che ci siamo, che non sono soli in questa battaglia per la vita. Siamo Andrea, Valentina, Lorenzo e Aurora. Nel febbraio 2016, ad appena 17 mesi, per la piccola di casa arriva la diagnosi: Leucemia Linfoblastica Acuta. Una malattia fino a quel momento a noi quasi sconosciuta. Una malattia che fa paura. Una malattia con la quale tutta la nostra famiglia ha imparato a...

20 Settembre 2017

Lavoriamo per una scuola più digitale e inclusiva

scritto da

  In questi giorni le scuole italiane hanno ricominciato le loro attività e le aule si stanno ripopolando di bambine e bambini, ragazze e ragazzi che riprendono il loro corso di studi dopo la pausa estiva o che lo iniziano per la prima volta nella vita. Eppure è come se dietro ai banchi ci tornassimo tutte e tutti noi che componiamo la comunità educante e che abbiamo il compito di guidare le nuove generazioni nel loro percorso di crescita. Ogni nuovo inizio è una sfida e un investimento, una responsabilità. Quando ho assunto l’incarico di Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ho avuto da subito...

14 Settembre 2017

La didattica attiva e l’apprendimento cooperativo: insieme si impara meglio!

scritto da

Innovare, cercare nuove strade, riflettere sulla didattica e le pratiche d’insegnamento appaiono come compiti affascinanti, eppure difficoltosi. Il ritardo storico, accumulato nella preparazione universitaria degli insegnanti, ha fatto sì d’avere docenti eruditi nei diversi ambiti disciplinari, con un fardello, però, di difficoltà quando si tratta di approcci innovativi. E’ importante creare condizioni facilitanti e orientate a formare, docente per docente, le conoscenze necessarie per trasferire in classe nuove attività d’insegnamento approfondite. Un esempio di innovazione in ambito scolastico è la Didattica Attiva e...