22 Dicembre 2016

In Italia le donne ai vertici delle imprese migliorano ricavi aziendali e salari

scritto da

Le donne sanno valorizzare meglio degli uomini le altre donne. E, cosa altrettanto rilevante, ciò fa sì che la produttività di un’azienda ne benefici e in maniera considerevole. Lo dice una recente ricerca condotta da quattro economisti italiani, dei quali tre operativi in altrettante facoltà americane (Luca Flabbi, Mario Macis, Andrea Moro) e uno, Fabiano Schivardi, docente alla Bocconi, sfatando di fatto un preconcetto “ancestrale” secondo cui le donne non sono solidali tra loro, anzi. I valori, sui quali è stata realizzata l’analisi, sono piuttosto datati, l’arco temporale di riferimento va dal 1981 al 1997, tuttavia...

08 Dicembre 2016

I colossi Usa in campo per promuovere la carriera dei talenti (femminili)

scritto da

Banche, industria e tecnologia sotto lo stesso ombrello per un fine comune: dare impulso alla carriera delle donne all'interno delle aziende. Più di una dozzina di aziende, da  Bank of America a LinkedIn, da Newmont Mining ad Accenture, hanno siglato un impegno formale, “Paradigm for Parity,”, che guiderà il management nel mettere in atto un programma per raggiungere la parità di genere ai piani alti delle corporate americane entro il 2030. Nessuna quota, nessuna azione positiva che imponga la promozione delle donne. D'altra parte gli Stati Uniti non hanno adottato questa misura neanche per la rappresentanza nei board,...

07 Dicembre 2016

Studi legali: poche socie e tante contraddizioni

scritto da

Sono più della metà dei praticanti e degli stagisti che entrano negli studi legali (il 51,31%, secondo i dati dell'Associazione degli studi legali associati) eppure al ruolo di partner arrivano in poche. Il 16,84% per essere precisi. La cifra è il risultato dell'analisi di un campione di 60 studi legali d'affari italiani e internazionali fatta da Legalcommunity.it. Confrontando il numero dei soci e delle socie è, infatti, emerso che la governance delle law firm continua a essere quasi del tutto maschile. Diventare socia di uno studio legale è perciò ancora una strada in salita, come dimostrano le risposte delle oltre 400...

21 Novembre 2016

Prepararsi per diventare un Ceo si può. Parola di Adena Friedman

scritto da

Nuovo ceo per il listino tecnologico americano, con una novità. Per la prima voltaricoprirà il ruolo una donna. Si tratta di Adena Friedman. La nomina è stata salutata negli states come un nuovo 'soffitto di cristallo' finalmente infranto. Friedman sostituisce Bob Greifeld che lascia l'incarico dopo 14 anni e diventa presidente del board dell'operatore di Borsa americano. La nomina rende Friedman una delle poche donne al comando di un listino internazionale: su 60 numeri uno di società di Borsa, le donne si contano infatti sulle dita di una mano. Fra queste Nicky-Newton King del Johannesburg Stock Exchange, Deirdre Somers...

14 Novembre 2016

Le donne nei board più esperte in tech rispetto agli uomini. Parola di Accenture

scritto da

La probabilità che le donne che siedono nei consigli di amministrazione abbiano un’esperienza tecnologica professionale sono quasi il doppio rispetto a quelle dei loro colleghi maschi. Sorpresi? Eppure è l'evidenza che emerge dallo studio di Accenture,"Tech experience: Women’s stepping stone to the corporate boardroom?". Certo, c'è da dire che in generale le competenze tecnologiche non sono proprio il punto di forza dei consiglieri di amministrazione: solo il 10% dei membri di tutti i board possiede un’esperienza tecnologica professionale. Su queste percentuali, comunque, prevalgono le donne con competenze tech rispetto agli...

26 Ottobre 2016

Ornella Barra: "Walgreens Boots Alliance punta a crescere anche attraverso acquisizioni"

scritto da

  Acquisizioni, partnership, accordi commerciali negli Stati Uniti, ma non solo. Anche in Asia e America Latina. Questa la strategia di crescita del colosso della distribuzione, retail e wholesale, della farmaceutica Walgreens Boots Alliance, che ieri ha archiviato l’esercizio fiscale 2015-2016 con risultati oltre le stime degli analisti. «L'esercizio fiscale si chiude in modo positivo in un contesto di cambi valutari poco favorevole. Il gruppo continua ad operare nella direzione della ricerca di efficienze industriali, di controllo dei costi e di una politica salutare della gestione della cassa, che ci ha portato ad un cash...

26 Settembre 2016

Who is Who dei Cda italiani. La mappa del potere (di genere)

scritto da

La panoramica elaborata da Il Sole 24 Ore sulla presenza delle donne nei consigli di amministrazione delle società quotate, a quattro anni dall’efficacia della legge Golfo-Mosca sulle quote di genere, mostra come l’obiettivo sia stato centrato. O meglio, le disposizioni normative sono state applicate alla virgola. Il che ha permesso di rendere certamente più bilanciato rispetto al passato il rapporto tra uomini e donne nei board aziendali. Attualmente il 29,75% dei membri dei cda è donna, secondo i dati elaborati dall'AMF (Analisi Mercati Finanziari) supporto della prima tesi ci sarebbero le percentuali riguardanti i capi...

12 Settembre 2016

Più donne nelle stanze dei bottoni: il corso che fa il tutto esaurito

scritto da

In aula il 30 settembre, giorno del diploma il primo dicembre 2016. Allora le iscritte al corso di formazione al ruolo di consigliere di amministrazione - avvocate o notaie, commercialiste o imprenditrici, e in generale chiunque voglia migliorare le proprie competenze - concluderanno il corso organizzato a Bolzano. Presentato al pubblico il 29 luglio, scadenza ipotizzata il 23 settembre, ma non è stato necessario attendere: il 2 agosto è arrivata la comunicazione che era al completo. Per la Commissione provinciale per le pari opportunità, un chiaro segnale di essere riusciti a identificare un’esigenza sentita da molte...

10 Settembre 2016

Barra e Berlusconi, le due italiane fra le donne più potenti al mondo

scritto da

Due italiane nella classifica Fortune delle donne più influenti al mondo, esclusi gli Stati Uniti. Veterana della classifica di Fortune è Ornella Barra, dal 2010 sempre nelle prime 15 posizioni. Dopo la recente nomina a co-chief operating officer di Walgreens Boots Alliance, Ornella Barra si posiziona quest’anno in decima posizione nella nuova classifica «Most Powerful Women International». Nell’edizione 2015 della classifica, dedicata solo all’area EMEA, la manager compariva al quinto posto. Per la rivista Fortune, la nazionalità attribuita a Barra è quella inglese, nonostante il gruppo in cui lavora abbia sede negli States....

05 Agosto 2016

"Mancano donne ai vertici? Non è un problema". E fu così che il ceo-dinosauro perse il posto.

scritto da

“Non credo che l’assenza di donne in posizioni di leadership sia un problema. Non me ne preoccupo, semplicemente, perché le donne sono molto felici, hanno successo e stanno facendo un magnifico lavoro. Non posso parlare di discriminazione sessuale perché, grazie a Dio, noi non abbiamo mai avuto questo problema”. Ha detto Kevin Roberts, CEO di Saatchi and Saatchi e noto guru della comunicazione, rispondendo alla domanda di Business Insider relativa al fatto che dei 6 CEO del Gruppo Publicis nessuno fosse donna. Il Gruppo Publicis lo ha subito smentito, sospendendolo dal ruolo di CEO. Ma perché? In fondo la sua affermazione è...