18 Agosto 2017

Integrare architettura, arte e design. Conversazione con Nanda Vigo

scritto da

Sognare l’America, riuscire ad andarci, rimanerne delusi e tornare a casa. Nanda Vigo, artista, architetta e designer milanese nata a Milano nel 1936. Racconta: “avevo circa 7 anni, era l’ultimo anno di guerra ed eravamo sfollati sul lago di Como. Ogni tanto ci recavamo in città per fare acquisti e in una di queste uscite sono capitata davanti alla casa del Fascio di Terragni. Sono rimasta fulminata, in quel momento ho scoperto la bellezza; la luce che entrava all'interno del vetrocemento della facciata si scomponeva in miriadi di piccoli arcobaleni e continuava a mutare, perché basta un minimo di spostamento del sole,...

11 Agosto 2017

Labirinti del cuore: la mostra che esplora le stagioni del sentimento nel Cinquecento, tra Venezia e Roma

scritto da

    Giuditta, per Salvatore Settis è un’amante crudele dell’artista. La zingara della Tempesta, per alcuni critici, sarebbe Eva, la prima donna. Laura, il ritratto di donna che rappresenterebbe un’allegoria delle nozze. La Venere dormiente, il simbolo di una bellezza femminile colta in un’immobilità di spazio e tempo. Sono solo alcuni esempi delle opere più famose di Giorgione (Castelfranco Veneto 1477 – Venezia 1510) che testimoniano il suo interesse per l’esplorazione dei sentimenti. D’altronde siamo in un particolare clima culturale che, a Venezia, vede un rinnovato interesse per la poetica di Petrarca...

07 Agosto 2017

Tullio Pericoli: letture, riletture e visioni per l'estate

scritto da

  «Abbiamo tutti a disposizione una doppia coppia di occhi: due sulla fronte e due nella mente. Se ci si allena a spalancarli entrambi, l’incanto è lì, a portata di mano». Viaggiare è sempre un’ottima occasione per perdersi, andare altrove e ritrovarsi. Approfittando del balsamico cambio di ritmo e abitudini delle vacanze, l’estate è il momento ideale per incontrare Tullio Pericoli e farsi guidare in un’esplorazione così insolita da non mettere confini fra paesaggio esterno e interiore, fra quel che si vede e quel che si sente. Si può partire subito, o persino stare a casa, visto che l’immaginazione non fa...

04 Agosto 2017

La terra inquieta. Le odissee di oggi in una grande mostra in Triennale

scritto da

    La terra è inquieta e gli uomini su di essa si muovono freneticamente: alcuni migrano in cerca di posti migliori in cui vivere, come uccelli assediati dall’inverno, e altri, che abitano i luoghi reputati migliori, ora accolgono ora respingono i primi, con ritmo alterno. È la grande questione dei nostri giorni e costituisce l’asse portante della coraggiosa mostra in Triennale La terra inquieta, ideata da Massimiliano Gioni in collaborazione con Fondazione La Triennale e Fondazione Nicola Trussardi. Interrogandosi “sul ruolo dell’artista come testimone di eventi storici e drammatici e sulla capacità...

28 Luglio 2017

Intrecciare connessioni fra arte e design. Conversazione con Nina Yashar

scritto da

    “Nina Yashar è la Peggy Guggenheim del design”, questo l’appellativo dato dal direttore della fiera Design Miami alla fondatrice di Nilufar, galleria in Via della Spiga a Milano e meta imperdibile per collezionisti e appassionati da tutto il mondo. Un titolo importante che le cade decisamente a pennello. Sono nata a Teheran, in Iran, nel 1958. Avevo solo 5 anni quando i miei genitori si trasferirono a Milano. Mio padre lavorava nel negozio di tessuti di famiglia e viaggiava moltissimo in Europa alla ricerca di novità; scelse l’Italia per trasferirsi perché era il paese che più lo accomunava alla cultura...

26 Luglio 2017

Una donna libera e anticonvenzionale: Anna Magnani in mostra al Vittoriano

scritto da

    La sua fama esplose nel dopoguerra e i suoi personaggi più famosi sono pietre miliari del neorealismo. A lei, Anna Magnani, una che non ha "mai fatto il minimo sforzo per sembrare un'altra", è dedicata la mostra al Vittoriano nell'ambito del ciclo dedicato ai personaggi della storia contemporanea. Lei, Anna, testarda, determinata, libera e anticonvenzionale così come ci viene restituita dalle foto, è stata scelta come simbolo del racconto della liberazione dal fascismo e della lotta per la modernità. "Le bestie - dice Anna, e la frase  è tra quelle riportate alla mostra, - vivono secondo natura e non sbagliano quasi...

21 Luglio 2017

Sentire la pittura con le mani: Caravaggio, Raffaello e Correggio in un’esperienza tattile

scritto da

    Vi siete mai chiesti come fanno i non vedenti a immaginare un’opera d’arte pittorica? Le dimensioni, le forme e, soprattutto, i colori. Al piano terra del Museo di Roma a Palazzo Braschi, fino al 1 ottobre 2017 tutti possono provare a “toccare” quattro capolavori dell’arte italiana: il Compianto sul Cristo morto di Correggio (Parma, Galleria Nazionale), il Profeta Isaia di Raffaello (affresco nella chiesa di S. Agostino a Roma), la Maddalena penitente di Caravaggio (Roma, Galleria Doria Pamphilj) e la Madonna dei pellegrini sempre di Caravaggio (Roma, chiesa di S. Agostino). È la mostra CONTATTO. Sentire la...

15 Luglio 2017

Da Giorgio Armani: Beats e Vanities si mostrano nelle immagini di Larry Fink

scritto da

  Luce e movimento, e il ritmo sfuggente, indefinibile che scorre attraverso i momenti della nostra vita, accompagnandoli come una musica, un jazz: sono queste le sensazioni che avverto sotto i polpastrelli, mentre sono alla tastiera per raccontarvi la duplice, intrigante mostra fotografica che Giorgio Armani ospita nel suo Silos: The Beats and the Vanities del grande fotografo americano Larry Fink. Armani ha scelto il nome silos per il suo spazio di via Bergognone, richiamando così la destinazione originaria dell’edificio negli anni ’50, quella di deposito di granaglie, ma non si tratta solo della volontà di tramandare...

07 Luglio 2017

Crescere respirando design e diventare imprenditrice di un marchio proprio. Conversazione con Adele Cassina

scritto da

Cassina. Un cognome celebre nel panorama del design italiano. Ma anche un’eredità non sempre facile da portare, soprattutto se si nasce donna nella Brianza degli anni Trenta. “Sono nata a Meda nel marzo del 1939. Ho perso la mamma a quattro anni, e da quel momento papà Cesare si è sempre preso cura di me” racconta Adele, 78 anni, unica figlia di Cesare Cassina, imprenditore illuminato che co-fondò non solo il marchio Cassina ma anche i celebri Flos e C&B (ora B&B). “Papà Cesare all’epoca lavorava insieme allo zio Umberto nell’azienda di famiglia. Un’azienda che ho sempre vissuto nascostamente… La mentalità...

05 Luglio 2017

La Sicilia "chiave" del viaggio di sei artisti tra arte e vino

scritto da

    "L’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto”.   La frase è una delle più famose sull'isola, probabilmente anche una delle più abusate. Appartiene a Wolfang Goethe ed è contenuta nel suo ‘Viaggio in Italia’, un’opera che l’autore tedesco scrisse tra il 1813 e il 1816. Da allora sono passati due secoli, ma ancora oggi probabilmente il viaggio in Sicilia, isola al centro dei nuovi flussi immigratori, è chiave di comprensione della nostra attualità.   Ce lo ricorda una giovane artista palermitana, Gabriella Ciancimino, che dopo una...