Una donna dietro ai successi di Roger Federer: Mirka Vavrinec, sua moglie

scritto da il 17 Luglio 2017

 

federer-family-www-wimbledon-org

 

Dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Quante volte abbiamo sentito questa frase. Si tratta di un luogo comune o di un modo politically correct per dare anche alle donne – mogli, compagne, figlie o madri che siano – un ruolo di rilievo nel successo di uomo?  Oppure, semplicemente, i traguardi che riesce a raggiungere un uomo sono spesso condivisi con la sua donna e possono considerarsi successi di coppia? In questo caso è, sì, lui, l’esecutore materiale dell’impresa, a guadagnare le copertine e le prime pagine dei giornali ma dietro quell’impresa c’è un lavoro di squadra, una condivisione di obiettivi, di traguardi e, anche, di scelte di vita e di sacrifici. È il caso della coppia formata da Roger Federer e Mirka Vavrinec, sua moglie, la madre dei suoi quattro figli, due coppie di gemelli. Durante il torneo di Wimbledon, che lo ha visto trionfare per l’ottava volta sull’erba londinese (record assoluto), il suo diciannovesimo titolo del Grande Slam (mai nessuno come lui), e nel corso della premiazione lo svizzero ha reso omaggio proprio a lei, alla sua metà.

mirka-federer-wedding“Senza di lei non potrei fare niente. Se mi dicesse ‘non posso viaggiare più’, direi ‘ok, la mia carriera finisce qui’. Semplice. Lei è la chiave di tante cose. E’ la migliore, è stata un supporto incredibile in tutti questi anni. Sono contento che mi permetta di inseguire quelli che sono i nostri sogni. Uso il plurale perché anche se lei si impegna in un altro versante, l’impegno e la dedizione che mette per fare in modo che io possa perseguire certi traguardi è uguale a quello che metto io”, ha dichiarato Federer in una conferenza stampa nel corso del torneo.

Domenica, dopo essersi aggiudicato la finale battendo il croato Marin Cilic con il punteggio di 6/3 6/1 6/4, lo svizzero si è seduto in attesa della premiazione e ha dato sfogo alle lacrime quando ha visto comparire nel player box la famiglia al completo, un esordio per i due gemelli più piccoli, i maschietti Leo e Lenny, accanto alle sorelline maggiori, Myla Rose e Charlene Riva. “Per i bimbi questo è solo un grande prato verde dove giocare. Per ora. È davvero speciale averli qui. Adesso le bimbe sono più grandi e si divertono un po’ di più a vedermi giocare. Tutto questo è per noi, grazie alla mia famiglia”, ha detto un commosso Federer al termine della premiazione che a 35 anni e 342 giorni lo ha visto diventare il più anziano tennista dell’era open a vincere a Wimbledon. Le due primogenite avevano infatti già visto il papà trionfare, lo scorso mese di gennaio all’Australian Open, mentre per i più piccoli a Wimbledon è stata la prima volta.

federerMa chi è la signora Federer? Alcune fan di King Roger non perdono occasione di criticarla per il suo modo molto semplice nel vestire in tutte le occasioni o per il suo fisico non propriamente da modella. Miroslava “Mirka” Vavrinec è nata a Bojnice, in Slovacchia, nel 1978 ed è quindi tre anni più grande del marito. Quando aveva solo due anni, la famiglia si è trasferita in Svizzera (il papà è titolare di una gioielleria) ed è qui che, a nove anni, ha iniziato a prendere in mano una racchetta. La giovane Miroslava trasforma un gioco da bambina in una vera e propria passione e diventa una buona tennista professionista (n. 76 del mondo il suo best ranking) tanto che nel 2000 partecipa ai Giochi olimpici di Sydney. Non salirà sul podio e non porterà a casa una medaglia ma è proprio in quella occasione che conosce Roger Federer. “Non capivo perché mi parlasse così tanto ma alla fine del torneo mi ha baciata”, ha raccontato Mirka Federer in una delle rare interviste rilasciate. Da allora i due sono inseparabili. Mirka ha concluso la sua carriera nel  2002 a causa di un infortunio a un piede e ha iniziato a seguire il fidanzato in giro per i tornei: gli fa da assistente, da manager, da compagna. Una presenza fissa, secondo alcuni, nemmeno tanto discreta. I due si sposano nel 2009 e nello stesso anno nascono le prime gemelline, Myla Rose e Charlene Riva, a cui si aggiungeranno, cinque anni dopo, altri due fratelli gemelli, Leo e Lenny.

Tutti insieme, dal players box del Centre Court di Church Road, hanno applaudito papà Roger, i più piccoli meno consapevoli, le più grandi di più, per un grande successo di famiglia che vedrà Federer tornare, da lunedì, n. 3 del ranking Atp. Riconquistare la vetta della classifica mondiale entro la fine dell’anno sarà un altro obiettivo della famiglia Federer?