Alley Oop


L’altra metà del Sole

31 Luglio 2017

Come dire a tua figlia di 5 anni che sei gay

scritto da

  "Gay è quando due persone, due ragazzi o due ragazze, uomini o donne, hanno un forte legame e si amano recirpocamente. Io e la mamma siamo gay". Così Ebony ha spiegato in un video a sua figlia Olivia, 5 anni, non solo il significato di questa parola, ma anche il rapporto che ha con l’altra sua mamma, Denise. “Perchè io e la mamma siamo gay?” “Perchè siete due ragazze”, Olivia dimostra di avere capito immediatamente quello che la mamma le ha detto. Ebony vuole preparare Oliva al mondo che c'è fuori dalla sua casa, ai pregiudizi che inevitabilmente incontrerà verso la sua famiglia. Un'ansia che purtroppo...

31 Luglio 2017

Prossima fermata: Amsterdam, la capitale dei Millennials

scritto da

    Prendere e partire. Realizzare i propri sogni altrove. Ogni anno, studenti e giovani professionisti di tutto il mondo scelgono di lasciare il proprio paese e trasferirsi all'estero. Ma quale città nel mondo offre le maggiori possibilità ai millennials? Nestpick, un motore di ricerca tedesco per appartamenti, ha compilato la classifica “Millennial City Ranking” utilizzando 16 categorie per valutare ogni città. Non solo costo della vita e trasporti pubblici, tra i parametri compaiono anche il senso di apertura e di tolleranza che si respira in città, l'accesso ai metodi contraccettivi, festival musicali e il numero...

30 Luglio 2017

Sarah Andersen e il potere ironico dell'empatia

scritto da

  Un morbido coniglio consigliere; un utero vendicativo; un fidanzato che a seconda delle necessità è, tra le altre cose, un termosifone umano o fornitore di comode felpe. Sono i personaggi che costellano l'immaginario di "Sarah’s Scribbles” (“Gli scarabocchi di Sarah”)  le webcomic disegnate da Sarah Andersen, illustratrice e fumettista che vive a New York. Le strisce sono nate nel 2011. Oggi sono tradotte in 11 lingue, raccolgono fan in tutto il mondo, la pagina Facebook ne conta più di due milioni, e sono diventate due libri. In Italia le due raccolte di fumetti sono state pubblicate dalla casa editrice Becco Giallo:...

28 Luglio 2017

Intrecciare connessioni fra arte e design. Conversazione con Nina Yashar

scritto da

    “Nina Yashar è la Peggy Guggenheim del design”, questo l’appellativo dato dal direttore della fiera Design Miami alla fondatrice di Nilufar, galleria in Via della Spiga a Milano e meta imperdibile per collezionisti e appassionati da tutto il mondo. Un titolo importante che le cade decisamente a pennello. Sono nata a Teheran, in Iran, nel 1958. Avevo solo 5 anni quando i miei genitori si trasferirono a Milano. Mio padre lavorava nel negozio di tessuti di famiglia e viaggiava moltissimo in Europa alla ricerca di novità; scelse l’Italia per trasferirsi perché era il paese che più lo accomunava alla cultura...

28 Luglio 2017

Caro Renzi, cambia il nome a questo benedetto dipartimento...

scritto da

  Sarebbe un gran bel segnale, da parte del PD, cambiare nome al Dipartimento Mamme. Dimostrerebbe umiltà e capacità di ascolto e toglierebbe ogni dubbio sulla voglia di risultati che ha animato la nascita di questo troppo discusso organismo. Non serve ribadire che questo Paese ha un bisogno disperato di azioni concrete e di una visione a lungo termine, che ci faccia tornare la voglia e la possibilità di avere figli senza che questo comporti un rischio di disoccupazione e di povertà, o anche solo essere forzati alla scelta di una carriera “minore”: senza che il diventare madre abbia come possibile conseguenza abusi...

27 Luglio 2017

Sono dipendente da Internet?

scritto da

Lo ammetto. E’ complicato scrivere di dipendenza da internet seduta davanti al mio computer: mentre scrivo, un trillo mi avvisa dell’arrivo di nuove mail, con lo smartphone che si illumina e si rabbuia all’arrivo delle notifiche da Facebook, Twitter e Linkedin, innalzando i miei livelli di dopamina (quelli della ricompensa per intenderci), per l’attesa che dietro la notifica si nasconda qualche piacevole sorpresa. Come definire e delimitare la condizione di “dipendente” quando per tutti, con la sola eccezione degli over 60 - dicono i dati - la giornata è scandita da telefonini, tablet, pc, posta elettronica, Facebook,...

27 Luglio 2017

Federica Pellegrini, il settimo sigillo mondiale consecutivo per dire… basta!

scritto da

  La vita, si dice, ti dà e ti toglie. Lo scorso anno alle Olimpiadi di Rio una medaglia nella sua gara regina, i 200 metri stile libero, che tutti si aspettavano, lei compresa, si è trasformata in un quarto posto difficile da digerire. Una delusione talmente cocente che aveva portato la Fede nazionale a dire basta. Poi il ripensamento: la mia vita è il nuoto, vado avanti fino a Tokyo 2020. Un anno dopo, ai Mondiali di Budapest, una medaglia sempre nei 200 metri stile libero aveva per tutti, lei per prima, un grande punto interrogativo. Invece, è arrivata addirittura quella d’oro battendo la favoritissima americana Katie...

27 Luglio 2017

Led By HER: se la violenza si sconfigge facendo impresa

scritto da

    L'idea di Led By HER è venuta a Chiara Condi - 32 anni, origini italiane e una vita passata a studiare i temi dell'esclusione sociale tra Usa e Francia - mentre lavorava alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo. "All'epoca mi occupavo di valutare l'impatto sociale ed economico dei progetti dedicati alle donne. E nelle mie analisi mi sono resa conto che se si vuole davvero ridurre il gender gap, la chiave su cui bisogna puntare è l'empowerment economico femminile", rivela Condi. Un tema che diventa ancora più importante quando  parla di vittime di violenza. In Francia, secondo le statistiche ufficiali una...

26 Luglio 2017

Congedo parentale per i nonni? In Finlandia il primo test

scritto da

  Mentre negli Stati Uniti d’America si portano avanti battaglie per welfare privato e congedo parentale, l’Europa si muove in ordine sparso sui congedi di paternità e la segreteria del PD in Italia vara il suo “dipartimento mamme”, la Finlandia spariglia e grazie a DNA, un operatore di telefonia mobile, allarga il congedo parentale anche ai nonni, concedendo loro una settimana retribuita. Al momento pare essere un'iniziativa sperimentale di welfare aziendale, ma intanto la prima dipendente dell’azienda, Maarit Jakobsson, ha già potuto godere di una vacanza con i suoi nipoti. Sicuramente la Finlandia gioca un...

26 Luglio 2017

Una donna libera e anticonvenzionale: Anna Magnani in mostra al Vittoriano

scritto da

    La sua fama esplose nel dopoguerra e i suoi personaggi più famosi sono pietre miliari del neorealismo. A lei, Anna Magnani, una che non ha "mai fatto il minimo sforzo per sembrare un'altra", è dedicata la mostra al Vittoriano nell'ambito del ciclo dedicato ai personaggi della storia contemporanea. Lei, Anna, testarda, determinata, libera e anticonvenzionale così come ci viene restituita dalle foto, è stata scelta come simbolo del racconto della liberazione dal fascismo e della lotta per la modernità. "Le bestie - dice Anna, e la frase  è tra quelle riportate alla mostra, - vivono secondo natura e non sbagliano quasi...